In quello che sembra un lento ritorno alla “normalità”, tra i temi più discussi delle ultime settimane e che interessa in modo particolare il mondo degli eventi c’è sicuramente la richiesta di poter tornare al 100% di capienza delle sale, o quantomeno di adottare politiche ad hoc per avvicinarsi sempre più a questo importante traguardo.

Tra tutte le industrie colpite dalle conseguenze della pandemia, quella di meeting ed eventi ha più risentito di chiusure e lockdown, e ancora oggi non ha ripreso le sue attività a pieno regime. 

Business meeting con mascherine

Tuttavia ci sono buone notizie per il settore: lo scorso 7 ottobre infatti, il Consiglio dei Ministri ha approvato il decreto che allenta le strette anti-Covid, riportando al 100%, in zona bianca, le capienze degli spazi culturali, come cinema, teatri e musei che possono così riprendere le attività a pieno regime, o quasi. 

Si apre uno spiraglio anche per quanto riguarda discoteche e spazi sportivi, che possono finalmente riaprire e riprendere il loro calendario, seppure con capienza al 75% di quella massima autorizzata all’aperto e al 50% al chiuso per le prime e al 75% di quella massima autorizzata all’aperto e al 60% al chiuso per i secondi.

Ricapitolando, ecco le nuove capienze massime in vigore dal 9 ottobre 2021 in zona bianca:

  • 100% per cinema, teatri e musei
  • 75% all’aperto e 50% al chiuso per le discoteche
  • 75% all’aperto e 60% al chiuso per gli spazi sportivi

Tutto chiaro? Bene, procediamo dando un’occhiata alle norme che riguardano comportamenti da adottare, sanificazioni e green pass per una ripresa in tutta sicurezza!

Alcune norme di sicurezza

In vista di questo ritorno alla capienza massima delle sale, ci sono tuttavia alcune norme che è bene rispettare per garantire massima sicurezza e serenità durante l’evento.

Oltre alla questione dei green pass, che vedremo nello specifico tra pochissimo, vorrei infatti approfondire con te la questione della sanificazione delle location.

Verificare che i partecipanti indossino correttamente la mascherina agli eventi

Al momento lo svolgimento di congressi ed eventi è ancora sottoposto a protocolli molto severi che prevedono l’uso di mascherine negli spazi chiusi, la sanificazione di spazi e strumenti tecnici, l’impiego di supporti digitali per i processi di registrazione (e anche di pagamento, quando possibile) e il mantenimento delle distanze di sicurezza per lo staff e i professionisti coinvolti nell’organizzazione dell’evento. 

Ricapitolando, ecco le buone norme cui devi attenerti quando organizzi un evento in zona bianca:

  • verifica che tutti, staff e invitati, usino correttamente la mascherina al chiuso e negli spazi all’aperto che non garantiscono il corretto distanziamento sociale – piccoli cortili o spazi affollati;
  • metti in conto di dover sanificare spazi e strumentazione utilizzata prima e dopo gli eventi o di dover assumere personale dedicato;
  • verifica di avere i supporti digitali per poter gestire le registrazioni al tuo evento – banalmente basta un tablet e un form di registrazione tramite mail. Online puoi trovare molte piattaforme che offrono questo servizio, anche gratuitamente;
  • assicurati che il tuo staff abbia ben chiare le norme di sicurezza e distanziamento sociale e sia pronto a farle rispettare anche agli invitati, con gentilezza ma con fermezza.

Green pass: come comportarsi?

Un altro tema molto caldo delle ultime settimane riguarda l’obbligatorietà del green pass per partecipare a fiere ed eventi, in atto dallo scorso Agosto e che sta facendo tuttora molto discutere l’opinione pubblica. 

Oltre alla certificazione ottenuta a seguito del vaccino, è anche possibile effettuare un tampone per ottenere il green pass necessario per partecipare a eventi e congressi. Nello specifico, si può fare uno dei seguenti test:

  • tampone molecolare: è il test con validità più lunga, fino a 72 ore. Il tampone molecolare è eseguito tramite tampone naso-faringeo. Non è particolarmente piacevole o confortevole da fare, ma è ad oggi considerato il più attendibile.
  • tampone antigienico rapido: anche questo test prevede il tampone naso-faringeo, ma rileva gli antigeni presenti nel virus ed è valido per 48 ore. Perché sceglierlo? Semplice, perché il risultato del test si ottiene dopo pochi minuti. 
  • tampone salivare: questo test, che può essere rapido o molecolare, è stato introdotto solo in seguito tra quelli validi per ottenere il green pass. Viene effettuato tramite un campione di saliva ed è quindi meno invasivo e fastidioso di quelli naso-faringei. La sua validità è di 48 ore ed è considerato il più affidabile in caso di presenza di sintomi.

Se stai pensando di organizzare un evento e vuoi offrire ai tuoi partecipanti la possibilità di fare un tampone rapido sul posto, di certo quello salivare è una scelta vincente; puoi allestire uno stand all’ingresso e contattare operatori sanitari o personale qualificato per effettuare il test, aumentando la sicurezza del tuo evento.

Aumentano le sanzioni

Se la direzione generale è quella di una graduale riapertura e dell’aumento della capienza di sale e location per eventi, aumentano però anche le sanzioni qualora le norme che ti ho segnalato qui sopra non dovessero essere rispettate.

L’ultimo decreto relativo alla riapertura prevede infatti un inasprimento delle sanzioni nel caso in cui non vengano rispettati i nuovi limiti percentuali delle presenze rispetto alla capienza delle strutture. Cosa comportano?

Come riporta il decreto, a partire dalla seconda violazione, commessa in giornata diversa, si applica la chiusura dell’attività o della location da uno a dieci giorni.

Sanificare le mani agli eventi è fondamentale

Di certo questa graduale riapertura fa ben sperare per tutti coloro che lavorano nel settore fiere, eventi e convegni, sia chi gestisce location di varia natura, sia tutti i professionisti che offrono servizi accessori. 

L’andamento della campagna vaccinale e le nuove norme messe in vigore per poter tornare a organizzare e partecipare a eventi in sicurezza sono importantissime per garantire una ripresa delle attività per un settore che ha sofferto molto chiusure e lockdown.

Per questo motivo è fondamentale attenersi alle indicazioni che ti ho segnalato qui sopra e contribuire tutti insieme alla riapertura e al ritorno alla capienza del 100% per tutti i tipi di location ed eventi.

Sul nostro blog puoi trovare tutte le informazioni aggiornate su come organizzare eventi in totale sicurezza; iscriviti alla nostra newsletter per non perdere nemmeno un aggiornamento!

Noi ci vediamo alla prossima!