Il cappello di laurea indossato dai neo dottori è un simbolo accademico derivante dalla tradizione anglosassone e statunitense, molto in voga anche in Italia. 

Ecco allora una guida pratica per orientarsi nella scelta del famoso tocco di laurea!

Se pensi alla laurea sicuramente ti verrà in mente l’immagine del neo dottore che indossa il tradizionale copricapo quadrato e di colore nero, che tante volte abbiamo visto lanciare nei film americani.

E infatti le sue origini non sono italiane ma derivano dalla tradizione anglosassone e statunitense.

Anche se in Italia il tocco di laurea non viene indossato dagli studenti nelle celebrazioni ufficiali dell’ateneo, è un accessorio spesso usato per festeggiare la fine del percorso di studi e scattare foto ricordo insieme ad amici e parenti.

Se hai già deciso come vestirti per questo grande giorno, preparato gli inviti e ordinato la torta, è arrivato il momento di pensare agli accessori da indossare subito dopo la cerimonia di proclamazione.

Se stai pensando alla classica corona d’alloro sappi che per quella abbiamo scritto un articolo apposito, oggi invece voglio parlarti del cappello di laurea.

Ecco tutto quello che c’è da sapere.

Tocco di laurea: qual è il suo significato?

ragazze che si abbracciano e indossano il cappello di laurea

Il tocco di laurea nella tradizione odierna corrisponde al cappello di colore nero e forma quadrata con un cordoncino colorato attaccato al centro.

Questo copricapo è tipico della tradizione anglosassone e statunitense e non ha niente a che vedere con la tradizione accademica delle università italiane.

Tuttavia molto spesso capita di vederlo sulle teste dei neo dottori durante i festeggiamenti dopo la proclamazione, perché viene usato come valida alternativa alla corona d’alloro.

Infatti questo accessorio dal fascino senza tempo ha conquistato anche gli studenti delle nostre università, che lo indossano orgogliosamente come simbolo della laurea appena conseguita.

Ad esempio sono certa che anche tu da piccolo, guardando una serie tv americana, hai immaginato e sognato almeno una volta di essere un laureando e poterlo lanciare al cielo. Vero o no?

Negli Stati Uniti e nei paesi anglosassoni il tocco di laurea, indossato insieme alla toga, fa parte dell’abbigliamento vero e proprio ed è obbligatorio in alcune occasioni formali.

Viene di norma portato durante tutta la cerimonia di proclamazione, che si conclude proprio con il celeberrimo lancio.

Cappello di laurea fai da te

icona tocco di laureaSe sei un tipo creativo che ama realizzare tutto con le proprie mani, potrebbe essere una bella idea fare un tocco di laurea fai da te in cartoncino.

Pensa che soddisfazione!

Non sai da che parte iniziare? Non preoccuparti, te lo spiego io.

La procedura è semplicissima, ma devi assicurati di avere il seguente materiale:

  • foglio di cartoncino nero spesso di dimensione 50×70 cm
  • colla
  • un cordoncino colorato
  • forbici
  • matita
  • riga da 60 cm

Ecco i passaggi da seguire:

  1. Inizia ritagliando dal cartoncino un quadrato dal lato di circa 25 cm.
  2. Dal restante foglio di cartoncino ritaglia un rettangolo alto 15 cm e lungo circa 58. La lunghezza in realtà è variabile perché dipende dalla circonferenza della tua testa. Ti consiglio quindi ti prendere le misure per non sbagliare.
  3. Ora misura con il righello 2 cm sul lato più lungo del rettangolo per formare una piega verso l’interno. Con le forbici fai dei piccoli tagli perpendicolari al lato lungo per formare delle alette.
  4. Prendi il quadrato e crea un piccolo buco al centro con l’aiuto della punta delle forbici o della matita.
  5. Arrotola il rettangolo sul lato corto in modo da formare un cilindro. Fissalo con della colla sovrapponendo di 2 cm i due lati corti e con le dita piega le alette verso l’interno del cilindro.
  6. Ora non resta altro da fare che cospargere le alette di colla e posizionarvi sopra il quadrato preparato in precedenza.
  7. Infine fissa il cordoncino colorato al quadrato dove hai creato precedentemente il foro.

E il gioco è fatto! Non è così difficile vero?

Per rendere la procedura ancora più chiara ti lascio questo video tutorial che mostra nei dettagli i diversi passaggi.

Vedrai che il tuo cappello di laurea sarà bellissimo!

Cappello laurea: dove si compra?

Se hai poco tempo o sei un tipo particolarmente pigro, invece di affidarti al fai da te ti consiglio di comprare direttamente il tuo tocco di laurea online.

Per acquistarlo hai due opzioni differenti e la scelta dipende sopratutto da quanto sei disposto a spendere.

Per averne uno davvero ben fatto e che duri nel tempo, puoi recarti in una cappelleria o da un sarto specializzato. In questo caso i costi si aggirano intorno ai 30€ ma possono raggiungere anche cifre più elevate.

Se però il tuo budget è inferiore, hai un’unica soluzione: cercare su vari siti di e-commerce e acquistarlo in modo semplice e veloce con un click.

Sul web troverai numerosi modelli e diverse tipologie, ti basterà scegliere quello che più preferisci.

Amazon

Non poteva di certo mancare nella lista, visto che praticamente tutti ad oggi lo usano per farsi recapitare a casa i più svariati oggetti dei desideri.

Guarda ad esempio questi cappelli di laurea neri in tessuto che ho trovato proprio su Amazon.

cattura cappello di laurea Amazon

Sono molto semplici e dal design pulito, ma di sicuro impatto visivo. Quale ti piace di più tra il primo col nastro rosso e il secondo total black?

Se invece sei alla ricerca di un’idea originale e simpatica ti consiglio questo che ho trovato sempre su Amazon con la stampa “Dopo aver tanto studiato…mi HO laureato!”.

Perfetto per festeggiare in allegria il giorno più bello della tua carriera studentesca.

cattura di cappello laurea divertente amazon

Pandora

Ora ti voglio proporre una soluzione davvero chic per abbellire il tuo cappello di laurea con un accessorio elegante e raffinato.

Quando si parla di regali, Pandora è un marchio di prima qualità e sul loro store online trovi moltissime idee tra anelli, bracciali e orecchini.

Io però ti voglio proporre un bellissimo pendente argento, che può essere agganciato al tocco e mostrato a tutti gli invitati.

cattura sito pandora pendente di laurea

In un secondo momento, poi, nulla ti vieta ti staccarlo e metterlo al collo per sfoggiarlo in tutto il suo splendore. E’ una sorta di auto-regalo che potresti farti perché te lo meriti!

Corona d’alloro o tocco di laurea?

corona d'alloro per laurea

In Italia, invece del tocco di laurea, molti studenti scelgono di indossare la corona d’alloro.

Questa tradizione ha origini molto antiche che risalgono ai tempi dei Romani. L’alloro infatti era una pianta sacra simbolo di saggezza, intelligenza e vittoria nel campo delle arti.

Veniva posto sulla testa del generale trionfante, utilizzato come premio nelle gare sportive o per incoronare i grandi poeti. In età imperiale divenne addirittura attributo dell’imperatore.

Ed è proprio da questa pianta che deriva l’attuale termine “laurea”, inteso come titolo di studio. In latino infatti la corona d’alloro veniva chiamata laurus o laurea. E il laureato è appunto colui che la porta.

Questa antichissima tradizione è giunta fino ai nostri giorni. Il neo dottore viene oggi “incoronato” con l’alloro in quanto il laureato è l’emblema della persona colta, ricca di virtù e conoscenze che entra a far parte della cerchia dei sapienti.

Ora che ho chiarito la storia e la tradizione di entrambi i copricapi non ti resta che prendere una decisione: corona di alloro o tocco di laurea?

A te la scelta! Indossa quello che più ti si addice e che più è in linea con i tuoi gusti.


Siamo arrivati alla fine di questo articolo nel quale ti ho svelato proprio tutti i segreti del capello di laurea. Ora sei perfettamente informato sull’argomento e pronto per il grande giorno!

Dopo tanta fatica puoi finalmente indossare il tanto sognato tocco e lanciarlo al cielo!

Non ti resta che festeggiare questo importante traguardo con tutte le persone che ti sono state vicine durante il percorso universitario. Te lo meriti!

Guarda qui le migliori location per feste di laurea in Italia

Non dimenticarti di farmi sapere se questo articolo ti è stato utile.

Un grande in bocca al lupo, alla prossima!