Se non sai da dove partire per preparare un aperitivo, ecco alcune idee e consigli per pianificarne uno coi fiocchi, magari in una fantastica location con una vista mozzafiato.

Hai paura di fare tutto alla perfezione? Sei sotto pressione?

Ciò che ti posso dire è: stai tranquillo. Non esiste una linea guida perfetta ma, dopo diversi anni di aperitivi nel mio locale, ho capito quali potrebbero essere le basi fondamentali da cui partire per creare e pianificare aperitivi sfiziosi e veloci.

Parleremo di ricette per preparare finger food o piatti più complessi ma ugualmente accattivanti. Inoltre ti suggerirò quali sono i migliori cocktail, veloci, pratici, facili ma squisiti; segui questi miei consigli e non sbaglierai.

Ci sono tante a cose a cui pensare: ricette per finger food, menù per aperitivo, stuzzichini salati, i bocconcini dolci, i drink, la musica, la tavola…

Ancora una volta puoi stare tranquillo, non avere paura. Ti assicuro che non devi essere un cuoco per far bella figura e nemmeno un esperto barman per preparare deliziosi cocktail; tuttavia se volessi imparare a miscelare alla perfezione drink e diventare un professionista in questo campo ti consiglio di leggere anche l’articolo dedicato alla figura del bartender.

Con questo articolo ti seguirò passo a passo: vedrai che preparare un aperitivo, non è un’impresa impossibile.

Rimanendo in tema, eccoti un “antipasto” di ciò che andrai a leggere:

  • Come preparare un aperitivo: le regole da rispettare
  • Le origini dell’aperitivo
  • Ricette semplici e ideali per un aperitivo
  • Ricette e idee per cocktail

Sei pronto? Rimboccati le maniche e cominciamo!

Come preparare un aperitivo: le regole da rispettare

Veniamo al dunque, la tua intenzione è quella di proporre un aperitivo in una location particolare o nella tua, devi sapere che, se vuoi che tutto fili liscio e che le persone ne parlino anche il giorno seguente, devi seguire delle regole.

Prendi carta e penna così non potrai sbagliare.

1. La sala

Gli ospiti devono potersi muovere liberamente nella sala; se sono presenti divani o sedie, disponili vicino alle pareti o comunque lontani dal tavolo destinato ai piatti.

Se possibile, crea un ampio spazio dedicato dove chiacchierare, magari con puff o sgabelli.

Il tavolo su cui disporrai i piatti dovrà essere nella stessa sala dove saranno i tuoi ospiti.

Evita di fargli cambiare stanza per prendere da mangiare, diventa dispersivo e la maggior parte di loro s’immobilizzerà vicino al cibo.

Se hai la possibilità, servi i drink su un tavolo diverso da quello su cui hai disposto gli stuzzichini. Questo ti aiuterà nell’organizzazione mantenendo un certo ordine.

buffet aperitivo

2. Lo Stile

Il tuo aperitivo deve avere uno stile, quello che t’ispira di più. Lo stile varierà non solo i drink e la cucina, ma anche l’allestimento della tavola e la musica d’atmosfera.

Vuoi dare un’impronta orientale? Allora preparati ad usare spezie, drink pungenti a base di zenzero e ad addobbare la sala con colori accesi e profumarla con incensi.

Preferisci uno stile più elegante come quello inglese?

In questo caso dovrai bilanciare la tua cucina tra pietanze salate e dolci, proponendo cocktail leggeri e l’immancabile tè, sulla tavola non potrà mancare una tovaglia bianca ed eleganti candele.

Oppure in piena tradizione nostrana, che è quello che vedremo più avanti con le ricette, dove la parola d’ordine è una: abbondanza. Non dovrai limitarti in nulla, né con gli stuzzichini né con le varietà di cocktail.

3. I dettagli

Dedica del tempo a preparare un compilation di canzoni che accompagnerà gli ospiti durante tutto l’aperitivo.

Meglio se scegli un genere lounge, personalmente credo che il jazz e il blues si sposino molto bene per eventi di questo tipo.

Fai un bell’invito, sarà il tuo biglietto da visita, ossia ciò che creerà attesa e curiosità ai tuoi invitati.

Se non sai bene come impostarlo, qui trovi tutto ciò che c’è da sapere: Come fare un invito per un aperitivo o un cocktail party.

Le origine dell’aperitivo

le origini dell' Aperitivo

L’aperitivo ha origini molto vecchie, dobbiamo quindi fare un salto nel tempo nella Torino del 1786, quando Antonio Benedetto Carpano, inventore e distillatore, creò il Vermouth, unendo il vino bianco con oltre 30 varietà di erbe e spezie.

Grazie al suo gusto, bilanciato tra amaro e dolce, divenne in breve tempo la bevanda ideale da sorseggiare prima dei pasti, dando inconsapevolmente il via ad una tradizione che sarebbe durata nei secoli.

Oggi al termine aperitivo associamo la definizione di Happy Hour ma, al contrario del primo, quest’ultimo prevede una liturgia diversa: mentre si sorseggia il proprio drink, si può stuzzicare pietanze salate o dolci grazie ai buffet, più o meno ampi, proposti dai vari locali.

Da ormai più di 10 anni l’Happy Hour (o aperitivo) è diventato un appuntamento fisso per molte persone, un’alternativa leggera alla cena di gruppo che però da comunque la possibilità di saziarsi mentre si chiacchiera con gli amici.

Stuzzichini per aperitivo

Vuoi sapere come fare cocktail? Sono la persona giusta, sono stato dietro ad un bancone per diverso tempo e so come creare un perfetto cocktail da aperitivo, per questo sono qui a scrivere.

Vediamo insieme quale può essere la migliore ricetta per un aperitivo, te ne proporrò molte ma sarai tu a scegliere con quale di queste potrai riempire le pance dei tuoi invitati durante il tuo evento.

Ciò che ti propongo sono solo idee per aperitivi veloci e sfiziosi, questo non toglie che potresti aggiungere o sostituire pizzette, focacce, torte salate o grissini arrotolati in una fetta di prosciutto.

Ricette salate

Non so che rapporto tu abbia con la pasta sfoglia ma, se vuoi organizzare un aperitivo, dovrà diventare la tua migliore amica. Grazie a lei potrai cucinare moltissimi stuzzichini con una varietà di ingredienti che neanche t’immagini ma, soprattutto, con estrema semplicità.

Attenzione: le idee per aperitivo e le ricette che seguono sono con ingredienti che porto io come esempio, puoi tranquillamente sostituirli con quelli che preferisci se la combinazione di sapori lo consente.

come preparare un aperitivo salato

Cucchiaini di pasta sfoglia

Ingredienti:

  • 1 rotolo di pasta sfoglia
  • Latte
  • Stuzzicadenti lunghi
  • Cucchiaini d’acciaio

Esecuzione:

Sistema i cucchiaini sulla pasta sfoglia distanziati l’uno dall’altro di almeno 1/1,5 cm. Presta attenzione: il manico del cucchiaino non deve essere per intero sulla pasta sfoglia, basta che almeno la metà sia a contatto con l’impasto.

Dopodiché, con un coltello, sagoma il contorno dei cucchiaini. Posiziona le porzioni ricavate, cucchiaino compreso, sulla teglia ricoperta dalla carta forno.

Ti consiglio di imburrare i cucchiaini per evitare spiacevoli conseguenze a fine cottura. Spennella la sfoglia con del latte e metti il tutto nel forno, preriscaldato, a 200°C per 6/7minuti. Trascorso questo tempo attendi ancora qualche minuto che i cucchiaini si raffreddino prima di toglierli delicatamente.

Avrai ottenuto dei deliziosi stampi: ora farciscili come più ti aggrada, io ti consiglio un buon caprino fresco e delle fettine di speck; oppure ecco un’alternativa vegetariana: philadelphia, zucchine gratinate e un pizzico di sale.

Spiedini di pasta sfoglia con wurstel

spiedini sfoglia

Ingredienti:

  • 1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare
  • Latte
  • Wurstel (quanti ne servono, non è mai troppo)

Esecuzione:

Una volta che hai steso la pasta sfoglia, tagliala a strisce di circa 2cm. Infila lo stuzzicadenti nella striscia e poi in un pezzo di wurstel precedentemente tagliato. Ora alterna pasta e wurstel creando una spirale.

Creati gli spiedini appoggiali su una teglia ricoperta dalla carta da forno e spennellali con un po’ di latte. Metti il tutto nel forno, preriscaldato, a 200°C per 20 minuti. Una volta lasciati intiepidire sono pronti per essere serviti.

Esattamente come nella ricetta precedente il wurstel è puramente un suggerimento, questo può essere sostituito da varianti vegetariane come zucchine, melanzane, olive. Presta solo attenzione alla cottura in caso di variazioni.

Strudel rustico di sfoglia con prosciutto crudo

strudel salato come aperitivo

Ingredienti:

  • 1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare
  • Prosciutto crudo dolce
  • Formaggio a piacere, ti consiglio fontina, fontal o brie.

Esecuzione:

Sulla teglia, ricoperta dalla carta da forno, distendi la pasta bucherellando la base con una forchetta. Poni il formaggio e il prosciutto su una metà e richiudi come fosse un calzone sigillando bene i bordi.

Presta il più attenzione possibile alla fase di chiusura perché tenderà ad aprirsi facilmente in cottura lasciando fuoriuscire il formaggio. Spennella la superficie con un pochino di latte e metti la teglia in forno, preriscaldato, a 170° per circa 20 minuti o comunque fino a che la superficie non diventa dorata.

Anche in questo caso il prosciutto può essere sostituito da moltissime varianti come zucchine, asparagi e carciofi.

Consiglio: se vuoi puoi tagliare dei rettangolini più piccoli di pasta sfoglia e fare delle mini porzioni, come in foto.

Girelle di sfoglia al prosciutto cotto

girelle

Ingredienti:

  • 1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare
  • Prosciutto cotto

Esecuzione:

Distendi sulla teglia, già ricoperta dalla carta da forno, la pasta sfoglia e disponi ordinatamente le fette di prosciutto in modo tale da non lasciare spazi vuoti.

Arrotola la pasta partendo dal lato più lungo; fai bene attenzione ad arrotolarla molto stretta. Avvolgi il rotolo ottenuto nella carta da forno e riponila per 30 minuti in freezer, questo ti aiuterà ad avere delle girelle ben delineate.

Trascorsa questa mezz’ora, taglia le girelle con uno spessore di circa 1 cm e disponile sulla teglia, sempre ricoperta dalla carta da forno, a circa 3 o 4 dita di distanza l’una dall’altra.

Cuoci il tutto a 200° con il forno preriscaldato per 30 minuti: se ti accorgi che, in prossimità del termine della cottura, alcune girelle sono troppo colorate, aggiungi un foglio di alluminio sulla superficie e lascia completare la cottura.

Cestini di pasta sfoglia

cestino sfoglia

Con l’ultima ricetta con la pasta sfoglia potrai creare dei fantastici cestini e guarnirli con gli ingredienti che preferisci.

Ingredienti:

  • 1 rotolo di pasta sfoglia
  • Ingredienti che preferisci per guarnirlo una volta pronto, personalmente ti consiglio ricotta o philadelphia e prosciutto o zucchine

Esecuzione:

Sulla carta da forno stendi la pasta sfoglia e tagliala in strisce di circa 1 cm di spessore. Una volta ottenute dividile a metà. Dopodiché intreccia 6 strisce verticali con altre 6 orizzontali a trama alternata, un po’ come un maglione o un cestino di vimini, lasciando mezzo centimetro o poco più tra una e l’altra.

Con un mattarello spiana il tutto senza premere troppo, lascia che si veda sempre l’intreccio di base. Adagia il tutto su degli stampi da muffin, capovolti e imburrati. Dovrebbe esserci un po’ di pasta in eccesso, ritagliala e crea una nuova strisce con cui creare una cornice attorno al tuo cestino.

Spennella con un pochino di latte e infornali a 200°C per circa 10 minuti, diciamo fino alla doratura. Una volta raffreddati potrete staccarli, delicatamente, dagli stampi e farcirli con ciò che preferisci.

Ricette dolci

Il mio personale consiglio è concentrarti di più sulle ricette salate, è più facile abbinarle con i drink, che poi vedremo, ma non sottovalutare i dolci. Raramente i tuoi ospiti sapranno rinunciare ad un dolcetto verso la fine della serata.

 Muffin

muffin dolci per aperitivoIl Il muffin è un dolce semplice e sfizioso da preparare.

Ingredienti per 12 muffin:

  • 125g Burro
  • Latte intero (135g)
  • 1 Baccello di vaniglia
  • 10g Lievito in polvere per dolci
  • 265g Farina 00
  • 2 Uova
  • 1 cucchiaino di bicarbonato
  • 135g Zucchero
  • 100g Gocce di cioccolato fondente
  • Sale

Amalgama il burro con lo zucchero fino a creare un composto spumoso e cremoso. Dopodiché aggiungi la povere di vaniglia raschiata dal baccello con il dorso di un coltello. Continuando ad amalgamare aggiungi le uova, meglio se una alla volta.

Ora setaccia la farina, il lievito e il bicarbonato direttamente nella ciotola. Senza mai fermarti continua a girare il composto con la frusta aggiungendo il sale e il latte fino a raggiungere una soluzione morbida e compatta.

Unisci 80g di gocce di cioccolato e mescola il tutto prima di inserirlo nella sac à poche e riempire gli stampi. Non dimenticarti di utilizzare i classici pirottini di carta ondulata. Mi raccomando, riempili solo per 2/3, lasciando almeno un centimetro dalla superficie.

Versa le restanti gocce di cioccolato e inforna per 18/20 minuti a 180°.

Plumcake

plumcake con glassa bianca e pagliuzze colorate

Un’alternativa o un degno compagno del muffin è l’inglesissimo plumcake.

Ingredienti per 8 pezzi:

  • 100g Burro
  • 100g Farina 00
  • 100g Fecola di patate
  • 100g Zucchero
  • 1 Uovo
  • 2 Tuorli d’uovo
  • Vanillina o 1 bacca di vaniglia
  • 100g Uvetta
  • 100g scorza d’arancia candita
  • 3g lievito per dolci
  • 1 limone (solo la scorza)
  • Latte intero
  • Sale

Mescola in un’impastatrice il burro a pezzetti e le uova. Durante questo passaggio aggiungi, a piccole dosi, lo zucchero. Ora setaccia la fecola, la farina ed il lievito, dopodiché aggiungi il tutto al tuo impasto, sempre lentamente, insieme ad un po’ di latte.

Una volta ottenuto un composto ben amalgamato aggiungi i canditi e l’uvetta (meglio se per tutto il tempo l’hai tenuta in ammollo in acqua tiepida).

Imburra ed infarina i tuoi stampi per plumcake e trasferisci dentro questi il tuo impasto aiutandoti con una sac à poche.

Inforna per 20 minuti a 180°C controllando di tanto in tanto la cottura aiutandoti con uno stecchino di legno, se esce pulito il tuo dolce è pronto.

Prima di servirli, mi raccomando, lasciali raffreddare.

Se sei alla ricerca di un ricettario più completo per proporre non solo stuzzichino sfiziosi ma primi e secondi, ti consiglio di dare un’occhiata a questo articolo: Aperitivo rinforzato: ricette e spunti per un menù delizioso.

Ricette per Cocktail

Siamo quasi arrivati alla fine, ormai sul tuo tavolo dovrebbero esserci piatti pieni di squisiti stuzzichini ma manca ancora qualcosa.

Spostiamoci sul secondo tavolo ancora vuoto. Decidi quale o, ancora meglio, quali cocktail vuoi servire ai tuoi ospiti, che siano cocktail alcolici o drink analcolici non importa.

Così come per gli stuzzichini, anche i drink devono mantenere il tema generale dell’aperitivo. Se hai proposto un aperitivo in stile orientale, i cocktail dovranno essere molto particolari, magari con l’uso di cannella e zenzero.

Al contrario se hai seguito la linea delle ricette suggerite prima, ho da proporti drink nostrani.

Vediamo insieme una lista di cocktail facili e non con cui potrai rallegrare il tuo gruppo di amici. Ricordati che per preparare cocktail non ci vuole per forza un esperto barman, serve una buona volontà, un po’ di pratica e, ovviamente, questa lista.

Negroni

negroni drink aperitivoProbabilmente uno tra i drink alcolici italiani più diffuso nel mondo. È stato ideato intorno al 1919, a Firenze, dal conte Camillo Negroni.

Ingredienti:

  • 3 cl di Campari
  • 3 cl di Vermouth rosso
  • 3 cl di Gin

Esecuzione:

La preparazione di questo cocktail è molto semplice, i tre ingredienti vanno miscelati in egual quantità in un bicchiere Tumbler e guarnirlo con una fetta d’arancia.

Mimosa

mimosa drink aperitivo

Cocktail molto semplice:

  • 1/2 Spumante brut
  • 1/2 Succo d’arancia

Guarnire con una fetta d’arancia tagliata sottile.

Pirlo

pirlo o spritz drink aperitivo

Drink bresciano, degna alternativa al più famoso Spritz (ti spiego sotto come farlo).

  • 2/5 Vino bianco fermo
  • 2/5 Aperol
  • 1/5 di acqua gasata

A questa ricetta esiste anche una più moderna variante che prevede l’uso del Campari al posto dell’Aperol. Puoi servire il cocktail guarnendolo con una fetta d’arancia anche se la ricetta originale non lo prevede.

Versa vino e Aperol in una caraffa. Per l’acqua frizzante, se non hai il dosatore automatico del bar, puoi prendere una bottiglia, fare un buco nel tappo con un cavatappi, capovolgere la bottiglia e spruzzarla nella caraffa: può sembrare banale ma fidati, avrà tutto un altro sapore!

Spritz

Uno dei più moderni drink veneziani.

  • 2/5 di Spumante brut
  • 2/5 di Aperol
  • 1/5 di acqua gasata

Guarnire con fette d’arancia tagliate sottili.

Bellini

Cocktail estivo da servire senza guarnizione.

  • 1 bottiglia di Spumante brut
  • 4/5 pesche, solo la polpa.

amici a fare a aperitivo


Siamo giunti al termine!

Hai seguito tutte le istruzioni? Allora sei pronto a preparare un vero aperitivo. Mi raccomando, valuta sempre le quantità in base ai tuoi invitati, non rischiare di lasciarli con un possibile languorino, abbonda e sarai ricompensato.

Ora non ti resta che decidere dove organizzare un aperitivo: stai cercando una location?

Guarda le migliori location per aperitivi

Se fossi in dubbio se proporre un aperitivo serale o un brunch mattutino, t’invito a dare un’occhiata anche a quest’altro articolo cliccando qui.

Ora è il tuo momento, rimboccati le mani e buon lavoro!