Meeting Hub Meeting Hub blog
wedding planner

Come diventare Wedding Planner Una guida in 4 punti per sapere tutto ciò che ci vuole per diventare un Wedding Planner di successo

Tanti sognano di poter diventare wedding planner, ma come si fa? Che corsi bisogna seguire? Cosa è necessario fare?

La figura del Wedding Planner è una professione di origine americana, che spesso i programmi televisivi dipingono come un po’ stravagante.

Ciò nonostante, oggi si è consolidata anche nel continente europeo. Ma come si fa a diventare wedding planner?

Nello specifico il Wedding Planner è una persona che organizza matrimoni, o meglio qualcuno che si mette a disposizione degli sposi per aiutarli nelle attività di scelta e stipulazione dei contratti con i fornitori di servizi, come:

  • fioristi
  • fotografi e video-maker
  • servizi di noleggio di autovetture
  • scelta della location ideale

Scopriremo insieme cosa fare se si vuole diventare un organizzatore di matrimoni con i fiocchi.

Come iniziare: bisogna studiare per diventare Wedding Planner?

icona studio Se hai paura di dover riprendere in mano i libri e rimetterti a studiare, ti stai sbagliando!

Ad oggi in Italia non esiste un percorso formativo specifico per svolgere la professione di Wedding Planner, in quanto lo Stato non l’ha ancora riconosciuta formalmente.

Hai capito bene: per diventare Wedding Planner non sono richieste qualifiche.

Tutto ciò che ti serve è: aprire una partita IVA, avere tanta voglia di mettersi in gioco, ed eventualmente partecipare  a qualche corso di base per organizzatore di eventi, anche online.

Qui di seguito ti indico i corsi dedicati esclusivamente al Wedding Planning più conosciuti:

  • Corso di Wedding Planner by Enzo Miccio. Ormai riconosciuto come un guru nell’organizzazione dei matrimoni, Enzo Miccio coordina direttamente un corso per Wedding Planner, una vera e propria full immersion della durata di 36 ore. È possibile ricevere informazioni per iscriversi ai suoi corsi tramite il suo sito web ufficiale.
  • Corso di Wedding and Private Events Planner – IED Milano. L’Istituto Europeo di Design ha istituito un corso di specializzazione in Wedding Planner della durata di 60 ore. diviso tra parti teoriche, pratiche e operative, concludendosi poi con un vero e proprio progetto di allestimento finale. Per scaricare la brochure informativa e inscriversi al corso, visita la pagina dedicata sul sito web dello IED di Milano.
  • Corso di Wedding Planner – Accademia degli Eventi. L’Accademia degli Eventi a Roma organizza corsi di Wedding Planner della durata di 4 giornate complete, seguendo un doppio programma, teorico e pratico, lasciando nel mese successivo la possibilità di partecipare a uno stage sotto la diretta supervisione di un Wedding Planner professionista. Per ricevere informazioni sui costi e sulle iscrizioni, visita la pagina dedicata sul sito web dell’Accademia degli Eventi.

La maggior parte dei corsi rilasciano un attestato di frequenza, che può avere più o meno valore in base all’organizzazione che lo rilascia, anche se nessuno di essi presenterà la qualifica Wedding Planner in quanto, come già detto, la professione non è ancora riconosciuta.

Tuttavia stanno nascendo dei percorsi formativi ad hoc che prevedono dei minimi di frequenza, come la Laurea in Management ed Organizzazione Eventi presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore.

È vero, comunque, che per ora non è obbligatorio seguire dei corsi per diventare un organizzatore di matrimoni; tuttavia vorrei darti due consigli da seguire per diventare un wedding planner che si rispetti:

Segui i guru del mestiere e tieniti sempre aggiornato

icona discorsoViviamo nell’era degli aggiornamenti: oggi quasi tutte le professioni richiedono una continua formazione.

Non ci sono storie: se una persona vuole crescere professionalmente deve essere disposta ad ascoltare, a mettersi in gioco e ad imparare cose nuove ogni giorno.

Il mondo è in continuo cambiamento e per stare al passo dobbiamo essere disposti ad aprire la mente e assorbire quanto più possiamo da ciò che ci circonda.

Devi riuscire a capire quali sono le fonti più autorevoli, i guru del settore in cui sei inserito, e seguire i loro consigli:

  • Il personaggio più famoso d’oltreoceano è sicuramente David Tutera, con il suo libro “The big white book of Weddings”. David Tutera
  • Il già citato Enzo Miccio è il guru del Wedding Planning italiano. Ha scritto il libro Wedding Party, una guida ricca di idee e consigli per organizzare il matrimonio perfetto.enzo-miccio

Per quanto riguarda gli eventi invece, la fiera italiane più seguite sono:

    • Sì SposaItalia Collezioni, a Milano, è una fiera dedicata agli abiti da sposa e da cerimonia.
    • Roma Sposa, a Roma, è il Salone Nazionale dell’Abito da Sposa. Oltre agli abiti vengono proposti anche altri prodotti e servizi dedicati al mondo del wedding, dagli addobbi floreali ai migliori servizi di fotografia e video-making.

Fai esperienza sul campo!

icona matrimonioSpesso l’idea di voler diventare Wedding Planner nasce dopo aver assistito ad uno o più matrimoni, ed è proprio così che dovrebbe essere!

Partecipare a più cerimonie ti permette di capire meglio il modo in cui sono organizzate e ti darà alcuni spunti pratici per le gestione delle diverse situazioni.

Quindi il mio consiglio è: prima di vestire i panni di organizzatore prova ad offrire gratuitamente il tuo aiuto ad un parente o ad un’amica.

Diventa il loro Wedding Planner personale. In questo modo potrai metterti alla prova e verificare se sei davvero portato per questa attività.

Come diventare wedding planner in 4 punti

Abbiamo la formazione, abbiamo l’esperienza; ora è arrivato il momento di passare alla parte pratica! Vediamo passo per passo cosa bisogna fare per diventare un Wedding Planner professionista.

Incominciamo!

1. Analizza il mercato

icona lente Prima ancora di cominciare è necessario informarsi e analizzare il territorio in cui si vuole andare ad operare per capire se l’attività può funzionare davvero.

Se ti trovi in un luogo in cui non c’è nessun altro che svolge la tua professione hai campo libero, avrai mille clienti e diventerai ricco come un re…

Sbagliato!!

Non conta avere l’esclusiva: è molto più importante capire se le persone sono pronte ad accogliere una figura di questo tipo o meno.

Non devi preoccuparti se ci sono altri concorrenti.

È vero che la professione è la stessa, ma se saprai distinguerti e renderti unico e speciale non incontrerai particolari problemi.

2. Crea il tuo portale

icona dispositiviSe vuoi farti conoscere come prima cosa devi presentarti.

Un sito è la miglior vetrina che ci possa essere, perciò è bene sfruttare questa opportunità.

La gente vuole vedere in volto con chi deve trattare perciò dovresti inserire almeno una foto di te stesso e una breve e accattivante descrizione di presentazione.

Non raccontare tutta la tua vita come se stessi facendo un monologo, o finiresti sicuramente per annoiare!

Parla delle caratteristiche che ti contraddistinguono, delle esperienze che hai avuto nel campo dell’organizzazione di eventi e spiega anche com’è nata la tua passione.

Un altro aspetto importante è riempire il portale con contenuti di valore.

Mantienilo sempre dinamico, stimola la partecipazione degli utenti, scrivi articoli interessanti e soprattutto inserisci i migliori materiali possibili.

Le fotografie scattate con il telefonino non fanno una bella figura. 

Per creare un blog gratuito e professionale, ti consiglio di utilizzare il servizio di Wix.com.

WIX

3. Abbatti i costi

icona abbattimento costiSe tieni i prezzi bassi avrai più possibilità di attirare clienti: semplice.

Gli sposi devono sostenere molte spese, perciò per alcuni potrebbe essere molto gravoso dover sborsare altri 4000€ per un Wedding Planner.

Se vuoi avere un vantaggio quindi puoi ricorrere a diverse strategie: la prima consiste nel riuscire a trovare più fornitori possibili.

Non è un lavoro facile, tuttavia è una delle cose più importanti.

Se riesci ad ottenere molti collaboratori riuscirai ad abbattere i costi e diventare più competitivo: guadagnerai sulle percentuali che ricavi da ognuno di essi, di conseguenza potrai permetterti di abbassare anche i costi a carico degli sposi.

Un secondo espediente è quello di lavorare da casa ed affittare una sala meeting per pianificare l’evento insieme ai futuri sposi.

Le migliori location per matrimoni in tutta Italia

4. Fai pubblicità

icona megafonoCome prima cosa devi avere ben in mente il tuo target, e oltre a questo anche il modo in cui colpirlo.

Bisogna evitare dispersioni inutili, meglio essere mirati e colpire le persone giuste.

Ti posso garantire che ciò ti farà risparmiare tempo e denaro.

Inserisci i tuoi annunci sulle riviste del settore e soprattutto del luogo, perché se offri i tuoi servizi solo in una determinata città è inutile inserire l’annuncio su un periodico a tiratura nazionale.  Sarebbero solo soldi sprecati!

Tuttavia, la strategia migliore al giorno d’oggi è la pubblicità sul web, e i canali più popolari che puoi utilizzare sono sicuramente due: Google e Facebook.

Ognuno di essi ti mette a disposizione due strumenti:

Google Adwords: ti permette di inserire il tuo annuncio ad inizio pagina, come post sponsorizzato. Così quando una persona cerca le parola ‘matrimonio’ oppure ‘abiti da sposa’ hai buone probabilità di apparire in cima alla lista attirando subito l’attenzione dell’utente.

Facebook Ads: Come ben sappiamo l’uso di Facebook si è ormai diffuso enormemente in tutti i Paesi. Il social network ha una sezione che ti permette di promuovere annunci e di selezionare in modo molto preciso il target al quale ti vuoi rivolgere .

Gli strumenti di ricerca del potenziale target in Facebook sono molto affinati.

Ad esempio il tuo annuncio può essere mostrato solo alle persone che presentano lo status ‘fidanzato/a’ che abbiano fra i venti e i quarant’anni.

A volte con una spesa contenuta è possibile trovare diversi nuovi clienti.

Questo è tutto.

Abbiamo visto in che modo è possibile diventare Wedding Planner.

Non è difficile, no?

Basta solo avere tanta voglia di mettersi in gioco, capacità di organizzazione ed un pizzico di esperienza.

Se poi c’è la passione tutto il resto vien da sé!

E tu? Non hai mai pensato di fare il Wedding Planner?

È sicuramente una professione nuova e interessante, e in quanto tale è ancora aperta a nuovi innesti e a possibili innovazioni.

Le prospettive sono ottime, ma la decisione di tuffarti in questo mondo tutto rose, fiori (e pizzi) e diventare meeting planner la lascio a te.

Alla prossima!

Le migliori location per matrimoni in tutta Italia

Sofia Poleni

Sofia Poleni

Ebook Meeting Hub

Inserisci i tuoi dati e riceverai gratuitamente via mail l'Ebook completo.

Ben fatto! A minuti riceverai via mail l'Ebook!
Oh oh! qualcosa è andato storto! Riprova più tardi!

Articoli Correlati