Probabilmente hai sentito questa parola tante volte in frasi come: il locale propone DJ Set, questa sera c’è il DJ Set…ma sei sicuro di sapere che cos’è?

Sono qui per spiegarti tutto quello che c’è da sapere a proposito del DJ Set e della figura del DJ.

Ecco di cosa parleremo per chiarire ogni tuo dubbio:

  • Chi è il DJ?
  • Che compiti ha
  • Cos’è il DJ Set?
  • Perché organizzare una serata con DJ Set?
  • Dove proporlo
  • Strumentazione necessario per una serata
  • Regolamentazioni
  • Consigli utili per DJ e esercenti

Chi è il DJ?

Attrezzatura DJ

Partiamo dal principio: DJ è l’acronimo di Disk Jockey, letteralmente “fantino” dei dischi. Il termine è nato negli anni ’60 quando i primi tecnici radiofonici, addetti alla selezione musicale, hanno cominciato a sperimentare cambi veloci di brani e tecniche di sfumatura.

Un decennio più tardi, negli anni ’70, questi tecnici rilegati in piccoli stanzini a cambiare un disco dopo l’altro acquistano potere, diventando i responsabili della scelta musicale.

Per diventare ciò che tutti noi abbiamo in mente, dobbiamo fare un salto di circa 25 anni. È, infatti, solo dopo gli anni ’90 che il DJ diventa una vera e propria celebrità.

Nascono i primi corsi ed i nuovi professionisti escono dall’ombra della radio ed organizzano serate musicali.

In breve il DJ non è più solo chi mette i dischi ma diventa il vero protagonista degli eventi. Affinando le tecniche di mixaggio tra le varie canzoni della sua compilation, fa divertire le persone in discoteca grazie al suo perfetto, studiato e ben bilanciato DJ Set.

I doveri del DJ

Mixer Dj

Puoi pensare che il lavoro del DJ sia solo divertimento, e in parte hai ragione, ma devi sapere che se hai intenzione di diventare un vero professionista avrai anche dei doveri.

Vediamo tutto quello che un bravo DJ deve sapere:

  • Senza dubbio, probabilmente la cosa più ovvia, deve selezionare la musica. È importante che conosca molto bene tutti i generi musicali ed essere aggiornato sulle ultime hit.
  • Deve saper riempire la pista, capire i gusti del pubblico e assecondarli. Non deve fare una compilation seguendo esclusivamente il proprio gusto personale, così facendo rischierebbe di avere un repertorio limitato con la conseguenza di non riuscire a coinvolgere il proprio pubblico. Ciò non togliere che deve avere e mantenere un proprio stile. Parlando brutalmente…il DJ è una macchina per fare soldi; la sua bravura è proporzionale alle persone che riesce a portare sulla pista da ballo, se il locale fa un buon incasso è certo che riproporrà la stessa serata una seconda e una terza volta.
  • Deve avere una buona tecnica ovvero saper far cambi puliti riuscendo a mettere i brani, uno dopo l’altro, nel giusto momento per non interrompere l’atmosfera. Il ritmo della serata può passare da veloce e ritmato a un poco più lento per far riposare un po’ le persone ma tutto dev’essere studiato e ben calcolato.
  • È necessario che abbia un buon orecchio, cosicché il cambio di traccia sia, per l’appunto, orecchiabile e non troppo brusco; una canzone deve seguire la precedente quasi senza che ce si renda conto.
  • È un uomo da palcoscenico; se un DJ sembra divertirsi, le persone che lo ascoltano non si annoieranno.
  • Il DJ deve studiare i lavori dei maestri. Sviluppare uno stile unico è importante ma, allo stesso modo, è indispensabile conoscere e imparare il più possibile dai grandi professionisti del passato. Una buona base da cui partire potrebbe essere la conoscenza di questi grandi nomi, alcuni ancora attivi:
  • Grandmaster Flash, considerato il fondatore della musica hip hop
  • Chemical Brothers, duo britannico vincitore di numerosi premi per le loro musiche prestate come colonna sonora di diversi film
  • David Mancuso, il pioniere della disco music
  • DJ Chuckie, artista di punta della musica elettronica
  • Carl Cox, grande esponente della musica house
  • Cut Chemist, eclettico DJ conosciuto anche per le sue collaborazioni cinematografiche

Cos’è il DJ Set?

Discoteca
Credit: https://www.facebook.com/pg/discotecalifeTO

DJ Set è un termine nato nei primi anni 2000 ed è da considerarsi come il concerto o l’esibizione delle tecniche di mixaggio musicale del DJ.

Durante l’esibizione il DJ cambia traccia secondo il suo stile personale facendo divertire il suo pubblico.

Un DJ Set può durare dalle 2 alle 4 ore nei disco bar e nelle discoteche. In festival particolari però possono durare anche 24 ore come al Sunwaves Festival o addirittura 36 ore nel Back to back. Per questi eventi i professionisti sono soliti alternarsi tra loro in modo tale da creare un programma ininterrotto e vario.

Perché organizzare una serata con DJ Set?

Festa in Discoteca con Dj Set

La presenza del DJ, nel locale adatto, da una sicurezza ai clienti..

I più giovani che preferiscono trascorrere il sabato sera in discoteca, non si accontentano della musica in filodiffusione e dei cocktail, vogliono soprattutto che la serata sia animata da un professionista che li faccia divertire.

Per le discoteche è, senza dubbio, una manovra non solo vincente ma ormai necessaria.

C’è però una domanda che mi viene spesso proposta: “Conviene puntare sul DJ Guest?”

Faccio un attimo di chiarezza, il DJ Guest è l’ospite famoso che interviene durante la serata proponendo la sua musica o i suoi classici. Questi professionisti richiamano moltissime persone; persino i più rockettari avranno sentito parlare di DJ Gabri Ponte o Bob Sinclar.

Invitare un ospite può costare un centinaio di euro ma ci sono artisti il cui cachet arriva a decine di migliaia di euro.

Se si vuole fare il botto con un DJ Guest, purtroppo, bisogna mettere in conto una spesa notevole perché l’evento abbia successo altrimenti, anche se il DJ è ugualmente bravo ma sconosciuto, sono soldi buttati. Quindi alla domanda: “Conviene puntare sul DJ Guest?” rispondo NO, a meno che tu non abbia la forza di invitare i grandi professionisti. Ci sono tanti ragazzi che hanno bisogno di farsi le ossa, costano poco e molti di loro sono molto bravi.

Dove proporre un DJ Set?

Potrebbe sembrare ovvio ma, a scanso d’equivoci, vediamo dove più conviene organizzare una serata con DJ Set.

  • Le discoteche sono il luogo più consono, il pubblico frequenta queste location non aspettandosi altro che trovare al suo arrivo un DJ in postazione pronto a farli divertire.
  • Non sono però gli unici locali dove è possibile proporlo, è molto frequente trovare un DJ anche in un disco bar, magari gli verrà chiesto di mettere musica leggermente diversa dal suo collega in discoteca ma, in ogni caso, dovrà essere ugualmente in grado di animare la serata.
  • Il DJ viene anche spesso chiamato per feste private, in questo caso sarà la sua fama o la pubblicità che è riuscito a fare su sé stesso a fargli avere questo contatto.

Strumentazione necessaria per una serata

Consolle Dj

La strumentazione per un DJ Set potrebbe sembrare molto semplice ma, per avere una qualità professionale, è importante, durante l’acquisto, la cura di ogni singolo elemento.

Partiamo dall’elemento principale: la Consolle (o Console).

Esistono due tipi di consolle: le All-in-One e quelle che permettono la personalizzazione acquistando singolarmente CDJ e Mixer.

Le prime sono più adatte per chi vuole cominciare dal momento che sono pronte all’uso.

Mentre le seconde, essendo più professionali, è bene spendere due parole in più:

Il Mixer

Come dice lo stesso nome serve a “mixare” le tracce audio. Hanno quasi sempre le stesse regolazioni, troverai sempre:

  • I Gain grazie ai quali potrai impostare il volume, le distorsioni e i drop (i bassi). I Fader, con cui puoi regolare il volume delle due tracce, sia quelle in entrata che quelle in uscita.
  • Oltre a queste leve, è possibile trovare anche la funzione Cross-Fader, al contrario dei primi, queste regolazioni non hanno bisogno di parecchia pratica e servono per sfumare contemporaneamente le canzoni creando effetti professionali con semplicità.
  • Il Master, col quale è possibile regolare il suono globale che esce dalle casse dell’impianto.
  • Il regolatore di PLF che non è altro che il volume delle cuffie.

Se sei interessato all’acquisto di un mixer per DJ, queste sono marche che devi tenere a mente:

  • Pioneer
  • Behringer
  • Numark

CDJ

Questo elemento è il lettore che riproduce le tracce audio. Lavora con i sempre classici CD musicali, chiavetta MP3, hard disc e Wi-Fi.

Nelle console ne sono presenti normalmente 2 ma possono arrivare anche a 4.

Se hai intenzione di acquistare un CDJ considera che, vista la sua importanza, potrebbe essere il 70% della spesa totale.

Ottime marche di questo componente sono:

  • Pioneer
  • Numark
  • Gemini
  • Stanton
  • Behringer

La differenza tra modelli economici e professionali sta nella rigidità delle impostazioni. Più il costo è maggiore, più le apparecchiature assicurano un suono pulito e senza sbavature.

Altri accessori

Non lesinare sugli accessori di cui avrai bisogno per completare la tua attrezzatura; cuffie e cavi troppo economici potrebbero rovinare anche una consolle perfetta; solo il cavo giusto può darti il suono che stai cercando.

Le cuffie saranno necessarie per pre-ascoltare le trecce audio. È importante scegliere specifiche cuffie per DJ.

Ecco una piccola lista di opzioni:

  • Sennheiser
  • Pioneer
  • AKG
  • Sony

Altri strumenti di cui potresti aver bisogno, ma che non sono indispensabili per iniziare sono:

  • Tastiere e controller midi se vuoi realizzare da solo le tue tracce
  • Sintetizzatori o GrooveBox per creare particolari effetti.

Regolamentazioni

Musica

Considera sempre, che tu sia un DJ o un esercente che vuole proporre una serata con DJ Set, se c’è musica dovrai preoccuparti di pagare i diritti SIAE.

Il modulo è molto semplice e normalmente tocca allo showman preoccuparsi di compilarlo. Per avere più informazioni ti consiglio di dare un’occhiata a questo articolo: Musica per eventi nel rispetto delle regole SIAE.

Consigli utili per non sbagliare

Concerto DJ

In conclusione, che tu sia un futuro DJ o il gestore di un locale, vorrei lasciarti dei consigli che potresti trovare utili.

  • Se vuoi proporti come DJ, prima di proporti ai grandi locali, esercitati molto, fai prove, lavora in piccole realtà per farti le ossa e se sbagli non demordere, continua a migliorare ascoltando i tuoi colleghi già in vetta alle classifiche e imparando quanto più possibile da loro.
  • Lavora molto sulla pubblicità dell’evento. Le persone accorreranno ma devono sapere che hai programmato una fantastica serata con DJ Set. Se vuoi qualche informazione in più ti consiglio questo articolo, ti sarà molto utile: Come pubblicizzare un evento.
  • Scegli con cura la tua strumentazione o scegli con attenzione il DJ dalla sua strumentazione.

Festa con Dj

Dovresti avere molto più chiaro in mente che cos’è un DJ Set. T’invito a leggere gli articoli che spiegano il rispetto delle regolamentazione SIAE e i metodi migliori per pubblicizzare un evento, in modo tale da avere il mazzo di carte al completo e incominciare la tua avventura in questo affascinante e divertentissimo settore!

Il tuo motto deve essere solo uno: divertirsi e far divertire!