Sei alla ricerca di un’attività di Team Building da sperimentare insieme ai tuoi colleghi ma vuoi fare qualcosa di originale? In quest’articolo ti voglio parlare del dragon boat, una disciplina acquatica poco conosciuta ma spassosissima.

Pagaiare tutti insieme a ritmo di colpi di tamburo e a bordo di colorate barche drago per tagliare il traguardo prima degli altri.

In sostanza questo è il dragon boat, uno sport faticoso ma molto divertente, perfetto per chi vuole organizzare un’attività di Team Building all’aperto e non ha paura di bagnarsi.

Dragon Boat: alcune doverose premesse

Ma andiamo con ordine, voglio subito rispondere a una serie di domande che presumo ti stiano ronzando in testa in questo preciso momento:

  • Chi può praticare il dragon boat? In linea di massima tutti. Non serve avere né esperienza pregressa né una mirata preparazione fisica. L’unica cosa di cui devi accertarti è che tutti i membri della tua squadra sappiano nuotare
  • Dove si pratica? Potenzialmente in qualsiasi bacino idrico, naturale o artificiale, con acque piatte. Per intenderci, vanno bene fiumi e laghi ma non mari e torrenti
  • Quale attrezzatura serve? Una pagaia monopala per ogni rematore e una barca in legno lunga circa 12 metri e larga 1, adornata da una colorata testa di drago a prua e da una coda di drago a poppa. In pratica tu non devi portare nulla, tutto il necessario ti sarà fornito direttamente dall’associazione alla quale ti affiderai per vivere quest’esperienza
  • Come si pratica? Nulla di difficile, non preoccuparti. Un equipaggio tipo di solito è formato da un timoniere a poppa che tiene la rotta, da 20 rematori disposti uno dietro l’altro a coppie col volto rivolto verso prua e da un tamburino che tiene il ritmo di pagaiata alla ciurma.

Dragon boat

Ok, lo so che hai paura di avere il fiatone dopo solo un paio di pagaiate ma stai tranquillo.

Il tuo scopo non è vincere il campionato del mondo di dragon boat ma far vivere al tuo team un’esperienza che possa insegnargli qualcosa di utile per la convivenza in azienda, giusto?

Bene, allora continua a leggere perché c’è ancora molto da scoprire su quest’affascinante disciplina.

Ad esempio, non ti ho ancora detto quando e dove è nato il dragon boat. Per farlo bisogna tornare indietro nel tempo fino alla Cina di più di 2 mila anni fa.

Mettiti comodo perché la storia è davvero interessante e sono certa che rimarrai sorpreso nel constatare come le caratteristiche tipiche del dragon boat delle origini siano rimaste sostanzialmente inalterate in tutto questo tempo.

Può sembrare incredibile ma è così, lo potrai constatare tu stesso tra pochissimo.

Quando e dove nasce

icona rematoriLe origini del dragon boat (puoi trovarlo scritto anche dragonboat tutto attaccato) sono antichissime e avvolte nel mistero.

Alcuni studiosi affermano che in Cina già a partire dal 500 a.C. le barche drago fossero usate come mezzo di locomozione, altri invece legano la nascita del dragon boat ad un’affascinante leggenda cinese.

Si racconta che nel 278 a.C. il poeta nazionale Qu Yuan si fosse gettato nelle acque del fiume Miluo per togliersi la vita e che alcuni uomini fossero corsi in suo aiuto a bordo di imbarcazioni lunghe e strette a forma di drago.

Tra di loro ce n’era uno che lanciava del riso e percuoteva un tamburo nella speranza di allontanare i pesci dal corpo del poeta, mentre gli altri remavano a più non posso per cercare di raggiungerlo il prima possibile.

Purtroppo non riuscirono a salvarlo ma inconsciamente diedero vita alla prima gara di dragon boat della storia, anche se in quell’occasione l’avversario da battere era il tempo e il traguardo da tagliare era il corpo di Qu Yuan.

Affascinante, vero? Il disperato tentativo di un gruppo di uomini coraggiosi ha fatto da precursore alla nascita di uno sport ormai conosciuto e apprezzato in tutto il mondo, che si pratica nello stesso modo da più di 2 mila anni.

Pensa che ancora oggi in Cina per ricordare il salvataggio (fallito) del poeta Qu Yuan ogni anno si tiene il famosissimo Dragon Boat Festival, durante il quale un certo numero di barche drago provenienti da tutto il mondo si sfidano senza esclusione di colpi.

In questo video che ti propongo puoi constatarlo con i tuoi stessi occhi.

Non credi che sfidarsi a colpi di pagaia possa essere un’ottima attività da proporre alla tua squadra? Io credo di sì e voglio spiegarti perché.

Un’originale attività di team building in barca

icona dialogoSe hai deciso di organizzare un team building significa che da qualche tempo ti sei accorto che la tua squadra non va più d’accordo come una volta e questo ti preoccupa molto.

Ti capisco benissimo, basta un niente e le piccole antipatie tra colleghi si possono trasformare in veri e propri litigi che, se frequenti, creano un clima talmente teso da provocarti una sensazione di estremo disagio anche solo a mettere piede in ufficio.

Devi correre ai ripari, questo è sicuro, ma non vuoi cadere nel banale.

Corsi di cooking team building? Per carità, li fanno tutti e a te viene la pelle d’oca solo a sentirli nominare. Rafting? Di sicuro è divertente ma forse per alcuni potrebbe risultare un po’ troppo estremo.

Invece il dragon boat è una disciplina acquatica adatta a tutti che non solo riesce abilmente a fondere agonismo e divertimento, ma che è anche perfetta per formare e rafforzare un team aziendale.

Ecco 5 buoni motivi che la rendono l’attività di team building ideale:

  • Catapulta il gruppo in una situazione inusuale e lo costringe a collaborare: il primo che non rema a tempo provoca danno a tutta la squadra
  • Sviluppa l’empatia tra i membri del gruppo: si lotta per il raggiungimento di un obiettivo comune
  • Spinge ad avere fiducia nel prossimo: non c’è tempo per mettere in discussione l’operato altrui, ognuno cerca di fare il proprio lavoro al meglio delle sue possibilità
  • Non concede spazio agli individualismi: in barca non si esiste più come singoli ma solo come squadra, quindi le iniziative personali sono severamente bandite
  • Stimola una forma di agonismo sano: ti spinge a dare il massimo per vincere insieme ai tuoi compagni

Per capire di cosa sto parlando puoi guardare questo video e ti sarà tutto più chiaro.

Interessante, vero?

Ti troverai ad affrontare metaforicamente le solite problematiche aziendali, solo che lo farai in un ambiente completamente diverso, lontano dallo stress dell’ufficio, all’aria aperta e a contatto con la natura.

E chissà magari i tuoi colleghi, dopo aver avuto la possibilità di conoscersi più a fondo e di viversi in un contesto diverso, riusciranno persino a rivalutarsi e a iniziare un nuovo rapporto lavorativo basato sul rispetto e sulla fiducia.

Dragonboat in Italia: dove si pratica

cartina italiaA differenza di altri sport acquatici come il rafting o il canyoning, non esistono zone dell’Italia più o meno adatte per praticare il dragon boat.

In linea di massima è sufficiente la presenza di un bacino idrico, naturale o artificiale, dotato di una corrente non troppo forte.

Mari e torrenti di montagna sono quindi esclusi, perché la forza delle loro onde rischierebbe di ribaltare un’imbarcazione non adatta a navigare acque di quel tipo.

Invece, qualsiasi lago o fiume d’Italia potenzialmente può essere sfruttato sia per una tranquilla escursione di gruppo in barca sia per una gara di dragon boat in piena regola.

Vediamo, quindi, quali sono e in che città operano le principali associazioni che organizzano attività di dragon boat in Italia.

Dragon Boat Roma

Se stai cercando un posto in cui praticare il dragon boat a Roma ti consiglio di rivolgerti a Dynamic Events, una società con sede in Viale America, 20, che organizza attività di diverso tipo per gruppi aziendali.

Puoi scegliere tra tour in vespa e in auto d’epoca, regate veliche, giri in mongolfiera e, appunto, la Dragon Boat Experience, un pacchetto mirato per quelle aziende che vogliono migliorare l’efficienza del proprio team.

dragon boat roma

La Dragon Boat Experience è adatta a tutti gli amanti delle competizioni acquatiche outdoor e offre un pacchetto all inclusive che comprende:

  • Scelta della location adeguata
  • Attrezzatura (imbarcazioni, pagaie, giubbotto salvagente)
  • Personale per la gestione tecnica (timonieri, briefing con storia e spiegazione dell’attività)

Zero preoccupazioni, pensano a tutto loro e volendo hai anche la possibilità di scegliere una location alternativa a quella che ti viene proposta.

L’unica cosa che devi fare è comunicare la tua preferenza con largo anticipo, per dar modo alla società di controllarne la disponibilità nel giorno stabilito. Cosa vuoi di più?

Quando si parla della Capitale, però, non si può fare a meno di menzionare anche la possibilità di fare dragon boat nel laghetto dell’Eur, bacino artificiale che ha ospitato manifestazioni importanti come il campionato europeo per nazioni.

Dragon boat laghetto eur

A farla da padrone in questa zona è l’antico club dei canottieri dell’Eur, che oltre a vantare notevoli risultati sportivi in tutte le discipline acquatiche con imbarcazioni da remo è anche affiliato alla Federazione Italiana Dragon Boat.

Direi che nella Capitale le opzioni non ti mancano, sei d’accordo?

Dragon Boat Venezia

Pensi a Venezia e subito ti vengono in mente le gondole, i canali e i battelli pieni di turisti che cercano di attraversarli senza schiantarsi. E se ti dicessi che la città può essere visitata anche a bordo di una sgargiante barca drago?

Ok, non sarà romantico come andare in gondola ma è sicuramente molto più divertente. Una pagaiata dopo l’altra attraverserai i canali più reconditi e potrai ammirare le bellezze architettoniche della Serenissima dall’acqua, suo elemento principe.

Non sai a chi rivolgerti? Te lo dico subito. In questo caso non puoi fare scelta migliore del Venice Canoe & Dragon Boat, associazione nata nel 2003 e diventata leader nella pratica e nella diffusione del dragon boat a Venezia.

Drboat venezia

L’associazione ovviamente si preoccuperà di fornirti tutta l’attrezzatura del caso, compresi pantaloni impermeabili e k-way usa e getta per chi vuole proteggersi maggiormente dall’acqua.

Inoltre, la presenza di imbarcazioni più corte rispetto a quelle standard di 12 metri consente anche ai gruppi più piccoli di vivere questa bellissima esperienza.

Comodo, vero? Ad aspettarti al Venice Canoe & Dragon Boat c’è il nuovissimo draghino, che ha una capacità minima di 4 persone. Puoi star certo che in un modo o nell’altro qui trovano sempre la soluzione migliore per te.

Dragon Boat Firenze

Se stai pensando di organizzare una sfida di dragon boat sul fiume Arno ti consiglio di rivolgerti alla Canottieri Comunali Firenze, una polisportiva specializzata in tutte le discipline acquatiche con imbarcazioni da remo.

Oltre al kayak e al canoismo, sport per il quale possiede ben 3 squadre a livello olimpico, questa società organizza anche attività di dragon boat non competitivo per i gruppi che vogliono godersi l’esperienza in tutta tranquillità.

dragon boat firenze

Sfida agonistica o semplice gita sull’Arno? Sta a te scegliere in base alle qualità che vuoi far emergere e agli obiettivi che vuoi far raggiungere al tuo team.

In ogni caso puoi star certo di una cosa: questa sarà un’esperienza che li arricchirà molto. Del resto non capita tutti i giorni di poter ammirare le bellezze artistiche e paesaggistiche di Firenze a bordo di una barca drago, giusto?

Dragon Boat Caldonazzo e Levico Terme

Quando si parla di sport acquatici praticati con o senza imbarcazioni (rafting, canottaggio, kayak, torrentismo) non si può non menzionare una terra di grande tradizione come il Trentino.

Se si restringe la ricerca al dragon boat, però, ci sono 2 zone che più delle altre si prestano alla pratica di questo sport. Sto parlando del Lago di Caldonazzo, il più grande tra quelli che si trovano dentro i confini della regione, e del limitrofo Lago di Levico.

Il primo è spesso teatro di gare agonistiche tra professionisti del settore, mentre il secondo viene utilizzato più che altro per gare tra principianti e tutti coloro che non cercano per forza la competizione.

Anche tu sei fra questi? Allora puoi rivolgerti a La Remenga, un’associazione sportiva che dagli anni ’90 organizza attività di dragon boat sul Lago di Levico dando la possibilità a grandi e piccini di vivere quest’emozionante esperienza.

La remenga caldonazzo trento

Cosa aspetti a prenotare la tua gara di dragon boat in Trentino? Tutto quello che devi fare è contattare La Remenga al loro indirizzo specificando le tue esigenze e preferenze.

Dragon Boat Milano

Lo so a cosa stai pensando, che fare dragon boat nel grigiume di Milano non ha senso quando hai la possibilità di andare altrove.

Il problema è che non tutti possono assentarsi per più giorni dal luogo di lavoro. E allora poter coinvolgere la propria squadra in un’attività di team building a 2 passi dall’ufficio può essere molto utile, non trovi?

A Milano ci pensa la Canottieri San Cristoforo a salvarti la vita, una società che dal 2009 permette ad aziende e privati di visitare la città navigando sui Navigli a bordo di barche drago in legno.

Drboat milano

Ubicata in Alzaia Naviglio Grande, 122, la sede della Canottieri San Cristoforo è facile da raggiungere sia con il tram (fermata Lodovico il Moro/Pestalozzi) sia con il pullman della linea 90/91 (fermata Ponte delle Milizie /viale Troya Linee).

Nessun problema anche per chi preferisce l’auto o la moto grazie alla presenza di un ampio parcheggio interno gratuito, una vera e propria manna dal cielo per chi abita a Milano.

Ed eccoci qui, siamo arrivati alla fine di questo tour italiano all’insegna del dragon boat. Cosa ne pensi?

Spero di essere riuscita a farti capire quanto questa disciplina possa essere un’ottima attività formativa da proporre al tuo team. Per sicurezza, però, voglio ricapitolare insieme a te alcuni concetti chiave.

Il dragon boat è l’attività di team building perfetta perché:

  • E’ adatto a tutti, uomini e donne indistintamente
  • Può essere praticato come sfida o più semplicemente come escursione collettiva, quindi non serve essere esperti né avere una mirata preparazione fisica
  • Costringe i membri del gruppo a “stare tutti sulla stessa barca” e a lottare per un obiettivo comune
  • Rifiuta l’individualismo a favore del gioco di squadra
  • Consolida la fiducia nel prossimo e l’unione del gruppo

Tutto chiaro? Bene. Allora puoi correre a prendere la tua pagaia, salire su una bellissima barca drago e iniziare a remare con i tuoi colleghi. Mi raccomando, divertiti e vinci!

A questo punto a me non resta che farti un grande in bocca al lupo e ricordarti di iscriverti alla nostra newsletter per leggere altre notizie interessanti e rimanere sempre aggiornato con il blog.

Un saluto e alla prossima!