Meeting Hub Meeting Hub blog
Dynamic pricing eventi

Dynamic Pricing: come sfruttarlo per fare soldi con i tuoi eventi

Hai mai sentito parlare di Dynamic Pricing? Sapevi che questa strategia ti può tornare utile per guadagnare di più dai tuoi eventi? 

Devi sapere che nel momento in cui un cliente decide di acquistare, la prima cosa che cattura la sua attenzione è inevitabilmente il prezzo.

Questo perché a seconda di quanto è disposto a spendere per un bene, sia questo un oggetto, un evento o un’esperienza, lo valuterà adeguato o meno al prezzo che gli è stato associato.

Ma chi stabilisce qual è il prezzo più adatto per ciascun prodotto o servizio?

Il mercato, ovvio, ma per sua definizione il mercato non è statico ed è in continuo mutamento, può cambiare da un giorno all’altro o addirittura da un’ora all’altra! È per questo che per il mercato online viene sempre più utilizzato il Dynamic Pricing, che oggi tenterò di spiegarti nella maniera più semplice possibile.

1. Cosa è il Dynamic Pricing?

icona graficoTi è mai capitato di dover organizzare un viaggio e avere l’amico che ti dice “Perchè non prenotiamo il volo martedì notte? Così lo paghiamo meno!”.

Poi sei andato sul sito della compagnia aerea ed effettivamente hai notato che il volo costava molto meno rispetto a quello che sarebbe partito la domenica pomeriggio.

Si tratta di un’oscillazione del prezzo dei servizi nel tempo, in base all’entità della domanda e dell’offerta sul mercato.

Le compagnie aeree, soprattutto quelle low cost, sono state le prime ad adottare questo sistema di prezzo, seguite dai siti di hotel e dagli e-commerce.

Le motivazioni per cui il prezzo aumenta o diminuisce sono principalmente 3:

  • La stagionalità: Un viaggio organizzato nel mese di agosto costerà di più di uno organizzato ad ottobre.
  • Il periodo di prenotazione: Se decidi di prenotare un viaggio molto tempo prima pagherai di meno, ma attenzione: pagherai meno anche se lo prenoterai all’ultimo momento (i cosiddetti last minute), perché in questo secondo caso i prezzi vengono riabbassati per riempire l’hotel o l’aereo, altrimenti rimarrebbero dei posti vuoti.
  • La disponibilità: è una condizione che vale soprattutto per i prodotti materiali, ad esempio per gli e-commerce. Negli e-commerce una delle cose che più determina il prezzo dei prodotti è le quantità in magazzino. Una borsa frigo potrebbe avere un prezzo maggiore in estate e uno minore in inverno!

Ma c’è un’altra cosa: a volte le oscillazioni di prezzo possono dipendere dal modo in cui ti comporti quando navighi, o meglio dal tuo comportamento di consumo.

ebook

Cerchi la location perfetta?

Scarica L’ebook

Sì perché ogni volta che navighi lasci una traccia di quello che fai e  una volta che i motori di ricerca capiscono quali sono i tuoi abituali comportamenti di consumo ti propongono prodotti o servizi differenti, e addirittura te li possono proporre con prezzi diversi rispetto a quelli che mostrerebbero ad altre persone!

Un caso eclatante di Dynamic Pricing è stato quello fatto da Amazon quando nel 2000 aumentò il prezzo di alcuni DVD ai consumatori più accaniti. Ma quando questi lo vennero a sapere si infuriarono parecchio, e il prezzo tornò quello di sempre.

Recentemente invece pare che Coca-Cola abbia installato alcuni distributori automatici che aumentano il prezzo della bevanda in base alla temperatura dell’ambiente esterno!

2. Quando adottare strategie di princing dinamico?

icona strategia Ovviamente non è possibile adottare un prezzo dinamico per tutto, ci devono essere delle condizioni ben specifiche che lo permettano e soprattutto dipende dal mercato e dal prodotto.

Innanzitutto bisogna avere un’approfondita conoscenza del mercato e dei consumatori e comprendere se effettivamente applicare un prezzo dinamico a un determinato evento o prodotto possa aiutare a venderne di più o no.

Ci vuole poi trasparenza, ovvero i consumatori non devono sentirsi presi in giro. Hai visto il caso che ti ho raccontato prima di Amazon? Quello non era fatto con trasparenza, da nessuna parte veniva detto che i prezzi avrebbero potuto subire variazioni, e infatti i consumatori iniziarono a protestare!

3. Perché una strategia adatta agli eventi?

icona megafonoQuando si parla di eventi ci sono due condizioni particolari che potrebbero verificarsi, che potrebbero essere risolte facilmente grazie all’applicazione del Dynamic Pricing:

  • Non tutti i biglietti vengono venduti, lasciando numerosi posti vuoti: una gestione dinamica del prezzo in questo caso eviterebbe di lasciare dei posti vuoti durante l’evento semplicemente perchè gli ultimi biglietti verrebbero venduti ad un prezzo più basso rispetto agli altri.
  • I biglietti vengono venduti tutti, ma solo grazie al bagarinaggio: Il bagarinaggio è quella fastidiosa pratica per cui vengono acquistati i biglietti a quantità industriali da dei computer, e poi rivenduti a prezzi esorbitanti. Il fatto che ci siano dei computer ad acquistare al posto delle persone vere causa un veloce decremento dei biglietti in poco tempo, impedendo quindi a diverse persone il loro acquisto. Come potrebbe aiutare il Dynamic Pricing contro il bagarinaggio? Semplice: dal momento che il prezzo varia in base alla richiesta, se dei bot comprano più biglietti per volta i prezzi finirebbero per andare alle stelle in un baleno. Diventerebbero talmente elevati che agli stessi bagarini non converrebbe comprarli!

4. Perché è una strategia che può farti recuperare soldi persi

icona denaroPer tutto quello che ci siamo detti fino ad ora!

La gestione dinamica del prezzo permette di riempire i posti che altrimenti rimarrebbero vuoti al tuo evento, vendendo biglietti a prezzo ribassato.

In questo modo il tuo evento farà il pienone e in più guadagnerai qualcosa (seppur meno) anche dai posti che altrimenti sarebbero rimasto vuoti. È il modo migliore per garantire un evento di successo!

La domanda finale che ci dobbiamo fare però è: come fare ad applicare il Dynamic Pricing?

Non è una cosa semplice, e soprattutto non è una cosa che puoi fare da solo, ci sono degli algoritmi che devi tenere in considerazione e, a meno che tu non sia un matematico/statistico/ingegnere devi necessariamente appoggiarti a degli esperti del settore.

In Italia il leader di questa pratica è Dynamitick, una società in grado di offrire soluzioni di gestione dei prezzi alle aziende. Dynamitick

È ancora un poco esplorato, ma gli esperti prevedono che nell’immediato futuro anche gli eventi avranno dei prezzi dinamici che varieranno come variano attualmente quelli degli aerei o degli hotel.


Ho risposto a tutte le domande che avevi sul Dynamic Pricing? Spero che questo articolo sia stato chiaro possibile e che tu abbia ben capito di cosa si tratta e quali possono essere i suoi impieghi per gli eventi!

Il mondo degli eventi è in continuo mutamento! Tieniti sempre aggiornato!

Alla prossima!

Francesca Gerardis

Francesca Gerardis

Ebook Meeting Hub

Inserisci i tuoi dati e riceverai gratuitamente via mail l'Ebook completo.

Ben fatto! A minuti riceverai via mail l'Ebook!
Oh oh! qualcosa è andato storto! Riprova più tardi!

Articoli Correlati