Tutto quello che devi sapere sulle mostre cinofile dalla A alla Z

Le esposizioni canine sono sempre più diffuse e divertono tutti, perché ci consentono di ammirare la bellezza dei nostri amici a quattro zampe. Stai pensando di iscrivere il tuo cucciolo a una di queste ma non conosci la procedura? Leggi l’articolo per scoprire tutto ciò che devi sapere sul mondo delle mostre cinofile. 

Dopo tanto tempo finalmente ti sei deciso. Hai adottato quel cane di razza col quale hai sempre sognato di condividere casa.

Non potresti essere più contento perché la sua sola presenza ti mette di buon umore. Vederlo scodinzolare felice mentre lo porti a passeggio per strada o lo coccoli la sera quando guardate insieme la TV, è per te motivo di grande gioia.

Trascorso il primo periodo di euforia, però, inizi a pensare che il suo pelo lucido e la sua postura elegante potrebbero donarti enormi soddisfazioni. Del resto tutti i tuoi amici te lo dicono in continuazione: “Hai mai pensato di portare Rocky a un’esposizione canina?”.

Tu sei dubbioso, un po’ perché hai sentito pareri contrastanti a riguardo e un po’ perché hai paura di non riuscire a districarti tra carte da compilare e regole burocratiche da conoscere. Ma in fondo ti piacerebbe!

Se anche tu ti trovi in questa situazione, leggi l’articolo. Ti aiuterò a fare un po’ di chiarezza sul mondo delle mostre canine.

Insieme vedremo:

  • Perché è importante partecipare
  • Quali tipologie di esposizioni esistono
  • Requisiti di iscrizione
  • Quali certificati, premi e trofei si possono vincere

E alla fine ti spiegherò anche cosa serve per organizzarne una nei minimi dettagli.

Ti renderai conto che dietro a manifestazioni del genere c’è il duro lavoro di professionisti del settore e appassionati che ne rendono possibile la realizzazione.

Esposizioni canine: perché partecipare

icona zampa caninaLe mostre cinofile sono presenti su tutto il nostro territorio e racchiudono un mondo da scoprire, ma non è facile definire precisamente cosa sono.

Ecco alcune informazioni in più che ti potrebbero essere utili.

In sostanza si tratta di manifestazioni di carattere cinotecnico in cui delle persone esperte chiamate giudici valutano le caratteristiche morfo-funzionali di ogni cane, in base allo standard di razza.

Ok, a questo punto ti starai chiedendo perché mai dovresti partecipare col tuo amico a 4 zampe.

Beh, innanzitutto sono belle occasioni per stare in compagnia, delle vere e proprie feste dove ci si diverte un mondo. Ma esistono anche altri motivi:

  • Per conoscere più in profondità il mondo dei cani, la loro dolcezza e le loro caratteristiche
  • Per questioni riproduttive: partecipare ad un’esposizione canina è importante anche per trovare un partner o una partner al nostro animale o per valutare le sue capacità riproduttive e regalarsi un cucciolo sano e tipico. Inoltre per salvaguardare la selezione della razza
  • Per fare amicizia con altre persone: un motivo semplicissimo, quello di fare nuove conoscenze, una passione sana che accomuna. Le migliori amicizie infatti si fanno portando a spasso i propri cuccioli pelosi
  • Per valutare la bellezza del proprio cane: i cani sono tutti belli, anche se non di razza, e sono capaci di farci provare emozioni indescrivibili. Ma le expo canine, attraverso il parere di giudici esperti, possono consentirci di avere un giudizio oggettivo sulla bellezza del nostro cane in base ad alcuni parametri tipici come pelo, orecchie, coda, portamento ecc.

Sono tanti dunque i motivi per prendere parte a un’esposizione canina, non trovi?

Tipologie di esposizioni canine

Ne esistono di tanti tipi, a seconda del grado di competizione e del luogo dove si svolgono.

Ecco quali sono secondo la classificazione dell’ENCI (Ente Nazionale della Cinofilia Italiana) e del FCI (Federazione Cinologica Internazionale) le principali tipologie:

  • Locali
  • Regionali
  • Nazionali
  • Internazionali
  • Mostre speciali

Le mostre e le esposizioni regionali non sono riconosciute per l’attribuzione di certificati ma sono una buona occasione per vincere premi ed esporre la bellezza dei propri cani.

Si può però far abituare il proprio cucciolo alla “confusione”, alla competizione e alla convivenza con altri cani, si può socializzare e da un incontro può nascere un’occasione anche per chi vuole far accoppiare il proprio animale.

Ci si può far conoscere in una determinata zona e puntare sempre più in alto a livello nazionale e internazionale.

Le esposizioni internazionali, invece, rappresentano gli eventi più prestigiosi che vedono il confronto tra plurititolati cani provenienti da ogni parte del mondo.

Puntano all’eccellenza e per accedervi serve un pedigree di tutto rispetto, oltre che una sequela di titoli e un bel po’ di soldi d’iscrizione. Rimangono una vetrina fondamentale per gli allevatori che puntano al top!

esposizioni canine

Requisiti di partecipazione

Sei sei nel panico perché non conosci quali sono i documenti necessari per partecipare alle esposizioni cinofile, stai calmo.

Non dovrai passare ore e ore su internet a informarti perché ci ho già pensato io a stilare la tua lista salvavita.

Tutti i cani devono:

  • Appartenere a una delle razze riconosciute
  • Essere iscritti all’Anagrafe Canina
  • Essere muniti di pedigree
  • Essere in regola con le vaccinazioni (inclusa l’antirabbia)
  • Essere in possesso del libretto delle qualifiche (che può essere ritirato presso ogni sede ENCI), che servirà per tracciare i risultati ottenuti

Ma non è finita qui!

Per poter partecipare ad un’expo canina bisogna anche far parte di una determinata classe. Ecco quali sono:

  • Campioni: è obbligatoria per i campioni italiani di bellezza che all’atto della loro iscrizione siano stati proclamati tali secondo i regolamenti ENCI
  • Libera: cani di almeno 15 mesi di età
  • Lavoro: cani di almeno 15 mesi di età per razze sottoposte a prove di lavoro. Per l’iscrizione occorre specificare sulla scheda la prova effettuata, la data ed il luogo di svolgimento in cui è stata conseguita la qualifica
  • Intermedia: per tutti i cani che hanno dai 15 mesi fino a 24 mesi
  • Giovani: cani di età compresa tra i 9 mesi e i 18 mesi
  • Juniores: cani di età compresa tra i 6 mesi e i 9 mesi (Età minima per accedere alle expo);
  • Veterani: per cani che abbiano minimo 8 anni di età
  • Fuori Concorso: ai cani iscritti in questa classe non verranno rilasciate né classifiche né qualifiche
  • RSR: per cani di almeno 9 mesi che aspirano all’iscrizione al RSR (Registro Supplementare Riconosciuti)

Esistono diversi siti che pubblicizzano le esposizioni canine e attraverso essi si può iscrivere il proprio amico a 4 zampe.

Per farlo devono essere forniti i dati del cane e dei genitori, insieme alla data di nascita, sesso, manto, numero di microchip ecc.

Va inoltre scelta la categoria all’interno della quale farlo concorrere. Per concludere l’iscrizione viene poi richiesto il pagamento di una quota di iscrizione a fronte della quale si riceve una ricevuta, che andrà esibita durante la manifestazione.

Ok, ora che conosci tutto ciò che serve per partecipare, voglio spiegarti più nello specifico come si svolgono le mostre cinofile.

Esposizione canina: come si svolge la gara

icona bulldog La gara si svolge all’interno di un ring, uno spazio quadrato delimitato da transenne, al cui interno si trovano un giudice ed alcuni assistenti.

Di volta in volta vengono chiamati i cani, osservati dal giudice e dal suo assistente, sia singolarmente che in una sfilata di gruppo.

Si osservano le loro movenze e il loro portamento e poi uno per uno vengono fatti mettere in posizione.

I cani vengono toccati e guardati con attenzione per vedere se le loro caratteristiche rispecchiano fedelmente quelle della razza di appartenenza. In funzione di questo passaggio bisogna dunque abituare il cane a stare buono e a farsi toccare con pazienza.

Infine tutti i concorrenti vengono fatti sfilare per un ultimo controllo, prima di decidere il vincitore.

I cani possono essere di diversa razza, ma per poter prendere parte alla competizione il tuo amico peloso dovrà rientrare in uno dei seguenti gruppi:

  1. Cani da pastore e bovari (eccetto bovari svizzeri)
  2. Cani di tipo Pinscher e Schnauzer – Molossoidi e bovari svizzeri
  3. Terrier
  4. Bassotti
  5. Cani di tipo Spitz e di tipo primitivo
  6. Segugi e cani per pista di sangue
  7. Cani da ferma
  8. Cani da riporto, da cerca, da acqua
  9. Cani da compagnia
  10. Levrieri

Hai già individuato a quale di questi appartiene il tuo cucciolo? Bene.

Allora sei pronto per scoprire quali succulenti trofei si possono vincere alle esposizioni canine.

Certificati e premi delle mostre cinofile

icona like premiatoE’ vero che il detto dice che l’importante è partecipare, ma siamo onesti: una gara è sempre una gara e a nessuno piace perdere!

Del resto i concorrenti sono quasi tutti allevatori che vogliono rimarcare la propria presenza sul territorio e affermarsi come i migliori.

E come in tutte le competizioni che si rispettino, anche quelle canine consentono di vincere certificati e trofei prestigiosi.

Ecco quali sono i più importanti:

  • Eccellente (ECC.): il cane che si avvicina molto allo standard ideale della razza, presentato in perfette condizioni, che da’ un’impressione globale armoniosa, con temperamento equilibrato, con “classe” e portamento brillante
  • Molto Buono (M.B.): cane perfettamente appartenente alla razza, di proporzioni equilibrate ed in perfette condizioni
  • Buono (B.): cane che possiede le caratteristiche della razza ma che presenta dei difetti, a condizione che non siano nascosti
  • Abbastanza Buono (A.B.): cane sufficientemente tipico, senza qualità notevoli o in buone condizioni fisiche
  • Non giudicabile (N.G.): cane che non riesce a stare sul ring, che non si muove o si muove male, che non ascolta il giudice. Si applica anche nel caso in cui il cane sia stato sottoposto ad interventi per alterare la sua condizione originale
  • Insufficiente (INS): soggetto che non possiede le caratteristiche tipiche della razza
  • Squalificato (SQ): cane che possiede difetti da squalifica e deviazioni dagli standard di razza

I cuccioli e gli juniores possono poi ricevere i seguenti riconoscimenti:

  • Molto Promettente (M.P.): soggetto perfettamente in tipo, equilibrato nelle proporzioni, in buone condizioni fisiche
  • Promettente (P.): cane che possiede le caratteristiche della razza pur accusando dei difetti dovuti alla giovane età

Non solo premi e riconoscimenti, nelle esposizioni canine si possono anche ricevere certificati di prestigio.

Ecco la lista completa:

  • CAC (Certificato di Attitudine al Campionato): viene rilasciato dai giudici nelle esposizioni nazionali e internazionali, sia ai maschi che alla femmine che possiedono qualità tali da rispecchiare lo standard ideale della razza. Per ottenerlo bisogna essere già Primo Eccellente
  • RCAC: è il CAC di riserva, con caratteristiche leggermente inferiori;
  • CACIB (Certificato di Attitudine al Campionato Internazionale di Bellezza): è un certificato internazionale che viene rilasciato al cane che è già Eccellente;
  • RCACIB: la riserva del CACIB;
  • BOB (Best of Breed): il Migliore di Razza, titolo tra i primi classificati di ogni classe;
  • BOS (Best of Opposite Sex): è il segno opposto di chi è proclamato BOB;
  • BOG (Best Of Group): è il Migliore del Raggruppamento che rappresenta la sua razza nel gruppo di appartenenza
  • BIS: titolo di migliore di tutta l’esposizione

cane premiato

Come organizzarne una

Abbiamo visto cosa è un’esposizione canina, quali sono le sue caratteristiche, quali requisiti servono per partecipare e quali trofei si possono vincere.

Adesso non ci resta che vedere come si può organizzare un evento del genere.

Ti anticipo subito che può sembrare facile, ma in realtà non lo è. Ci sono un sacco di cose a cui bisogna pensare, ma per aiutarti ho deciso di elencartele di seguito:

  • Scegli il luogo giusto: Non ci deve essere troppo caldo né troppo freddo, bisogna riparare animali e umani dalle intemperie, ci devono essere spazi adeguati per il ring e per la gente
  • Procurati una passerella: i cani devono poter sfilare in tutta tranquillità, quindi scegline una abbastanza grande
  • Spazio adeguato per la giuria: i giudici devono poter giudicare con serenità
  • Non trascurare i servizi igienici: collocali lontani dalla competizione, ma rendili accessibili facilmente
  • Evita le barriere architettoniche: prevedi spazi adeguati anche per i portatori di handicap, evita ostacoli, individua le rampe
  • Prevedi un grande parcheggio: evita di intasare il luogo dell’evento, preferisci un luogo con un ampio parcheggio per le automobili
  • Richiedi al Comune l’autorizzazione: per poter svolgere la manifestazione devi chiedere l’autorizzazione all’occupazione di suolo pubblico al Comune in cui si terrà l’esposizione canina. Il Comune comunicherà poi il tutto alle forze di pubblica sicurezza, ai vigili del fuoco e alla Croce Rossa
  • Fai attenzione ai controlli medici: i cani devono avere le vaccinazioni opportune
  • Controlla l’iscrizione all’anagrafe canina: requisito fondamentale per partecipare alla gara
  • Recluta esperti, giudici e segretari: scegli tra gli esperti del settore e non trascurare questo passaggio se vuoi dare prestigio al tuo evento
  • Fai i conti: tra affitto del suolo pubblico, coppe, location, rinfresco eventuale, giurati e ogni altro aspetto, se ne vanno un mucchio di quattrini. Considera se con i soldi delle iscrizioni, con gli sponsor e le pubblicità, puoi rientrare nell’investimento.

Ora che hai capito cosa sono le esposizioni canine e come si organizzano, questo mondo non ha più segreti per te.

Da parte mia, spero di averti aiutato a fare un po’ di chiarezza su un argomento molto tecnico, che spesso anche gli appassionati non conoscono fino in fondo.

Non mi resta che ricordarti di iscriverti alla nostra newsletter per poter rimanere sempre aggiornato con il blog e ricevere ogni giorno notizie interessanti.

Ci vediamo alla prossima!