Forse hai già sentito parlare della figura dell’ Event Designer.

Con tutto questo inglese e queste nuove figure però spesso risulta difficile inquadrare le nuove professioni.

Noi di Meeting Hub siamo specializzati in eventi e con questo articolo voglio chiarirti le idee su chi sia e che cosa faccia questa figura professionale.

Infine vedremo insieme come intraprendere questa carriera e quanto può guadagnare un designer di eventi.

Event designer tablet

Chi è?

Un Event Designer è un progettista di eventi. Insomma sono ingegneri, architetti, artisti, intrattenitori… di momenti speciali!

Se sei stato a qualche evento o manifestazione ben realizzato, di sicuro ti è capitato di soffermati a pensare: “ma quanto ci avranno messo a organizzare tutto?”

In genere negli eventi ben curati entra in gioco la figura dell’event designer. Una mente creativa a disposizione della progettazione e di un momento speciale.

Questo tipo di lavoro è molto frenetico e variabile. Non ci sono orari o festività, ma nemmeno scrivanie ed uffici. La vita dell’event designer è molto dinamica.

Si passa dal parlare ai fornitori o al catering, a supportare il cliente nelle scelte.

Un vortice di responsabilità e tanta fantasia, per rendere i clienti soddisfatti e l’evento unico!

Event designer

Cosa fa?

Come ho già in parte anticipato, l’event designer non deve essere a corto di fantasia. Ma quello che fa non si riduce solo ad accoppiare al meglio i colori delle tovaglie, anzi!

Questa figura si occupa infatti di tutta la progettazione estetica dell’evento, dai colori all’uso dello spazio. Il design di un evento, oltre ad essere fondamentale, è tutt’altro che semplice da sviluppare.

Vediamo insieme quali sono le principali responsabilità dell’Event Designer:

  • Capire cosa desidera il cliente: L’evento non è il suo, quindi deve rispecchiare al meglio i sogni di chi dovrà vivere questo momento speciale da protagonista. Spesso i clienti sanno esattamente quello che vogliono, in questi casi per l’event designer è tutto un pochino più semplice. Questo perché è già chiaro l’aspetto e il design dell’evento. Altre volte però il cliente si affida ad un professionista proprio per avere consigli ed idee e qui entrano in gioco la fantasia e l’esperienza del professionista.
  • Creare un piano virtuale: cioè dare davvero un’idea al cliente di quello che sarà il suo evento. Esistono software specifici per realizzare il rendering dell’evento e aiutano il cliente a vedere i possibili design dell’evento, prima che questo abbia luogo fisicamente. Tramite questi programmi vengono apportate tutte le modifiche necessarie fino alla piena soddisfazione del cliente.

Se ti va di dare un’occhiata ai software, ecco qui la guida giusta: I migliori software gestionali online per organizzare un evento

Planner designer

Una volta definiti i dettagli, o almeno abbozzati, inizia la parte operativa. In particolare si svolgono:

  • Incontri con i venditori: in primis viene scelto un fornitore generale, spesso unico. Ciò significa che fornirà tutto: arredi, tende, stoviglie (nel caso in cui il catering non sia attrezzato), centrotavola, segnaposti, effetti speciali. Se la location scelta ne è sprovvista, provvederà anche ad impianto audio e video. Hai bisogno di qualche dritta in questo campo? Scopri le attrezzature video per riprendere al meglio un evento!
  • Collaborazioni con organizzatori di eventi: un event designer e un organizzatore di eventi possono sembrare la stessa cosa, ma non è così. Il primo progetta, è la mente. Il secondo mette in pratica ed è il braccio. Una volta stabilito il budget, l’organizzatore di eventi si dà da fare sulla base del piano virtuale confermato dal cliente

Ultima grande responsabilità del professionista d’eventi è: rispettare le scadenze. Ogni singolo dettaglio di lavoro sarà vano se non pronto in tempo. L’hai mai visto un matrimonio dove la sposa ricicla le scarpe perché il corriere non ha consegnato?

Ecco perché è proprio responsabilità del designer e degli organizzatori avere tutte le scadenze sotto controllo. Se qualcosa dovesse andare storto, la prima cosa da fare è presentarsi in tempo utile dal cliente con un piano B.

Sicuramente è un momento imbarazzante e spiacevole, ma ne va della professionalità dell’event designer e degli organizzatori.

Tutte le figure dell’organizzazione partecipano all’evento proprio per assicurarsi che tutto fili liscio, anche quando ormai il tempo è scaduto.

Ah, quasi dimenticavo! Spesso agli eventi c’è anche del cibo… Ovviamente l’event designer cura i rapporti anche con ristoranti o eventuali servizi catering.

La qualità del servizio deve essere alta, anche se arriva da fuori. Ecco perchè è importante selezionare i migliori, li trovi qui: i migliori servizi catering per eventi.

Come diventare Event Designer?

Senza mezzi termini, il candidato perfetto per questo ruolo professionale ha una laurea in public relation o marketing.

Questi percorsi di studi prevedono insegnamenti universitari che si specializzano su pianificazione di conferenze, eventi e gestione dei progetti.

Ovviamente, come in tutti i settori, l’esperienza e la cosiddetta “gavetta” interessa buona parte della professionalità richiesta.

Partecipare come assistente di event designer affermati, vedere davvero come si svolge un evento, come vengono gestiti gli imprevisti ed imparare a sviluppare la creatività e fantasia, sono elementi fondamentali per farsi una posizione in questo campo.

Event designer piano

Anche se l’evento si svolge in maniera strabiliante, non sempre per gli organizzatori sta andando tutto liscio. Il dietro le quinte di un evento può trovarsi di fronte a tanti intoppi e sapere come evitarli è il massimo; queste sono cose che si imparano sul campo, non sui libri.

Pensi che non possa succedere niente? Leggi qui 5 pericoli da evitare in un evento! Fatti trovare pronto!

Non esiste un certificato professionale, ma il Meeting Professionals institute, oltre che ad offrire corsi specializzati, consegna anche attestati che certificano le acquisizioni di skills necessarie per l’Event Designer.

I corsi di marketing invece vanno ad occuparsi di un’altro importante aspetto di un evento: la pubblicità e la comunicazione. Ogni predisposizione o competenza in questo campo non potrà far altro che giovare all’evento. Se questa parte ti incuriosisce, leggi qui: strategie di marketing per eventi

Nel caso di un evento pubblico una buona comunicazione può davvero cambiare tutto. Nel caso di un evento privato può comunque contribuire con stile ad inviti e post comunicazioni.

Le competenze

Dopo aver visto chi è e cosa fa l’Event Designer, probabilmente ti sarai fatto un’idea delle competenze che deve avere. Vediamole ora nel dettaglio:

  • Saper gestire il progetto: dall’idea al budget
  • Avere la padronanza dei software: inutile progettare se non sai decorare i tavoli nella realtà virtuale
  • Cura dei dettagli: deve avere occhi dappertutto. Notare i fiori senza acqua tanto quanto avere sotto controllo le luci della sala
  • Comunicare: saper ascoltare i clienti non è semplice, portare pazienza nemmeno. Saper comunicare è importante anche per interfacciarsi con fornitori, venditori ed altri responsabili
  • Saper negoziare: ottenere quello che si vuole alla minima spesa con l’ottima qualità. Un gioco da ragazzi… forse
  • Saper gestire il tempo: scegliere a cosa dare priorità e rispettare le scadenze
  • Conoscere almeno una seconda lingua: è vero, dipende da che livello vuoi raggiungere e da che invitati ci saranno all’evento. Ma conoscere una lingua fa sempre bene, per poter allargare i propri orizzonti e non fare figuracce di fronte agli ospiti.
Event designer creatività

Quanto guadagna un Event Designer?

Un Event Designer in genere è un freelance, salvo qualche grossa impresa organizzatrice d’eventi che ha nel suo organico questo tipo di figure a tempo pieno.

Spesso ritroviamo il ruolo dell’Event Designer incorporato nella figura del wedding manager o dell’event planner. Sono tutte figure che lavorano per lo stesso obiettivo con ruoli leggermente diversi ma spesso interscambiabili.

Lo stipendio medio annuo di questo tipo di professionisti va dai 61.000€ di chi si è guadagnato una posizione, e i 18.000€ di chi se la sta conquistando.

Crearsi una posizione nel campo apre porte anche a progetti imprenditoriali, quindi, come dicevo prima, non è per nulla un lavoro statico. Esistono possibilità di avanzamento di carriera e incremento dei guadagni.


Pensandoci bene, partecipare alla creazione di un evento è un lavoro davvero speciale. Essere un Event Designer in fondo significa tradurre un evento speciale in una favola. Un lavoro quantomeno affascinante, non credi?

Sei curioso riguardo al mondo degli eventi? C’è ancora tanto da scoprire! Resta aggiornato con il blog di Meeting Hub!

Ne salteranno fuori delle belle!

Alla prossima!