Meeting Hub Meeting Hub blog
Event Marketing: come sfruttare i tuoi eventi per fare soldi

Event Marketing: come sfruttare i tuoi eventi per fare soldi Quando gli eventi diventano uno strumento di marketing

Sicuramente avrai già sentito parlare di marketing, ma di Event Marketing?

Eh già, anche gli eventi possono diventare uno strumento di marketing a tutti gli effetti.

Uno strumento in grado di attirare nuovi clienti o di fidelizzare quelli che hai già conquistato.

Ti ho incuriosito?

Continua a leggere l’articolo per scoprire come e perché si può parlare di marketing degli eventi.

Event marketing

call to actionSi parla di un marketing degli eventi perché questi fanno parte del mix della comunicazione di marketing di qualsiasi impresa o brand.

Il mix della comunicazione di marketing non è altro che una combinazione di strumenti che possono venire usati per comunicare in modo persuasivo il valore per il cliente o instaurare relazioni con il consumatore.

Gli strumenti principali sono:

  • Pubblicità
  • Promozione delle vendite
  • Vendita personale
  • Pubbliche relazioni
  • Marketing diretto

Ed è proprio tra le pubbliche relazioni che, insieme a comunicati stampa e pagine web, troviamo anche gli eventi.

Con pubbliche relazioni (oppure PR o public relation) si intendono tutte le attività che hanno l’obiettivo di creare rapporti positivi con i vari pubblici dell’impresa, al fine di ottenere un’immagine positiva dell’impresa stessa e dei suoi prodotti.

Sono diversi gli eventi che si possono organizzare, in base al proprio target e allo scopo dell’evento stesso.

Grazie alla rete e a piattaforme come YouTube, si può anche parlare di evento online!

mix della comunicazione

Ma cos’è l’Event Marketing?

icona libroPartiamo da alcune definizioni.

Con event marketing si intende l’attività di pianificazione e controllo di eventi portata avanti da un’organizzazione per migliorare la propria immagine ed aumentare la propria notorietà.

Un corretto event marketing management implica la progettazione di un insieme di elementi di comunicazione, coerente e integrato, direttamente collegato all’evento in questione.

Accade sempre più spesso che le aziende realizzino o prendano parte a eventi con l’obiettivo di accrescere la public awareness o di rafforzare la propria immagine.

Una definizione molto diffusa è quella di Tuckwell, secondo cui, l’event marketing è “un processo di progettazione ed attuazione di un insieme integrato di elementi di comunicazione nell’ambito dell’evento stesso”.

L’event marketing viene sfruttato soprattutto dalle imprese, ma anche da associazioni no profit ed altri enti per motivi che vanno da lancio di un nuovo prodotto fino alla raccolta fondi.

La forza di questo strumento di marketing sta nella capacità di creare iterazioni e relazioni molto forti con il pubblico, grazie alla capacità di coinvolgimento che caratterizza tutti gli eventi.

Esempi di Event Marketing

Mrs. Meyer’s

icona ciotola sporcheLa casa produttrice di detersivi Mrs. Meyer’s ha trasformato la fontana di Piazza Ghirardelli a San Francisco, in un enorme lavabo da cucina completo di utensili e stoviglie gigantesche.

Al posto di detersivi veri, palloncini! Ognuno dei quali conteneva dei campioni omaggio dei prodotti Mrs. Meyer’s. Per ogni palloncino raccolto venivano inoltre donati 2 dollari alla San Francisco Clean City Coalition, un’organizzazione no profit che si occupa della pulizia e dell’abbellimento della città.

 Johnson & Johnson

AveenoPer far parlare della linea di prodotti Aveeno, la Johnson & Johnson ha chiesto l’aiuto dell’artista Julian Beever, il Picasso dei pavimenti, per ricreare un disegno 3D di una Fontana della giovinezza nel cuore di New York.

Molti passanti sono rimasti ammaliati dall’abilità dell’artista ma il vero successo è avvenuto in rete: l’evento, trasformato in un video caricato su YouTube ha registrato 121.346 visualizzazioni in un solo mese, arrivando oggi a più di 2 milioni.

Event marketing in musica: i flash mob

flash mobLa tendenza dei flash mob (raduno improvviso di più persone in un luogo pubblico) a diventare velocemente virali, li rende un efficace strumento di promozione.

L’impatto del flash mob è così incisivo poiché agisce su due livelli:

  1. un primo livello è subito evidente nell’impatto immediato sui presenti, l’immagine statica di un cartellone pubblicitario non è abbastanza per risvegliare la nostra attenzione mentre un evento inaspettato ci attrae istantaneamente;
  2. un secondo livello di impatto avviene successivamente, quando il flash mob viene visto e condiviso più volte online, sotto forma di video.

I ragazzi dell’associazione Voce All’Opera (realtà milanese con l’obiettivo di riportare l’opera al centro della nostra cultura) hanno eseguito un brano tratto da La Traviata in un vagone della metropolitana.

Un’idea geniale per riportare l’opera all’interno della vita quotidiana, niente è più quotidiano di un viaggio in metropolitana!

Inoltre, in questo caso, la musica diventa il concetto centrale del flash mob ma anche dell’evento che il flash mob vuole promuovere.

Il video caricato su Youtube conta oltre 200 mila visualizzazioni, mentre quello su Facebook supera i 2 milioni.

Una rete televisiva belga ha invece organizzato un flash mob presso la stazione di Antwerp, per promuovere un talent show.

Qui la protagonista assoluta è la danza: in pochi minuti, moltissime persone danno vita a una performance, semplice e piena di entusiasmo che contagia tutti i presenti.

Le visualizzazioni su YouTube arrivano quasi a 30 milioni.

Il social friendly event

event marketing trendQuando si parla di event marketing ci sono alcune tendenze che si ritrovano in tutti gli eventi di successo.

  • Successo = social friendly event: i social network offrono la possibilità di interazione con pubblici sempre più ampi e, come hai già visto, permettere di ottenere visibilità non solo durante l’evento ma anche prima e dopo di esso.
  • L’evento è sempre più percepito come un’esperienza a tutto tondo, coinvolgente e completa. Inoltre, grazie ad innovazioni tecnologiche, social media e comunità online non sono solo i partecipanti presenti a prendere parte all’evento. L’audience diventa sempre più ampio.
  • Più gli eventi-esperienze sono coinvolgenti più è probabile che si sviluppi un legame emotivo tra azienda e cliente, tra brand e consumatore. I partecipanti ad un evento sono emotivamente coinvolti.
  • Infine, all’interno di una strategia digitale, la realtà aumentata ha già dimostrato le sue notevoli capacità di coinvolgimento e suggestione, diventando il tramite tra marketing tradizionale e nuove tecnologie.

L’event marketing nel B2B – business to business

b2bUn trend che invece si ritrova nell’event marketing applicato al b2b (business to business, quindi quando un’organizzazione non si rivolge al consumatore finale ma ad altre organizzazioni) è quello del Camp.

Con Camp si intende una particolare forma di evento, solitamente focalizzata sul rafforzamento delle relazioni tra professionisti, con l’obiettivo di trasformare un semplice convegno in un’esperienza totalizzante e memorabile.

Solitamente, i Camp, sono caratterizzati da location non usuali per eventi aziendali, talvolta anche difficili da raggiungere ma che promettono nuove opportunità di business con altri professionisti.

Il contesto, già da solo, ha il potere di risvegliare nei partecipanti curiosità e creatività.

Questi eventi sono pensati per facilitare il dialogo e la relazione, i Camp rappresentano un’esperienza unica grazie alla vicinanza obbligata delle persone che vi partecipano.

Un esempio?

L’intera comunità di Ninja Marketing, un movimento di creativi e professionisti del marketing, ogni anno riunisce tutta la propria community grazie al Ninja Camp.

Il video qui sotto riassume perfettamente il concetto di Camp che ti ho spiegato.

Come fare di un evento uno strumento di marketing

pianificazioneTi starai chiedendo come sia possibile trasformare un evento in un vero e proprio strumento di marketing.

Ecco qui alcuni suggerimenti:

  • pianificazione: ogni iniziativa ben riuscita nasconde una strategia precisa e pianificata con anticipo;
  • definisci i tuoi obiettivi: cosa vuoi ottenere? Stai raccogliendo fondi o vuoi vendere il tuo prodotto? Ad ogni obiettivo il suo evento;
  • crea coinvolgimento ed interesse e per farlo niente è più efficace dello storytelling, ossia della narrazione di ciò che sta accadendo.

Le nuove tecnologie offrono moltissime possibilità per mettere in pratica questi accorgimenti, curioso? Continua a leggere!

Strumenti di marketing utili

Gli strumenti che la rete offre sono davvero moltissimi, eccone alcuni.

Siti internet e pagine web

webUn sito web permette di condividere online tutte le informazioni relative ad un qualsiasi evento: programma, location, iscrizioni, indicazioni… Due esempi sono WordPress.org e WordPress.com (scopri qual è il più adatto a te in questo articolo).

Anche una pagina Facebook può fare al caso tuo, soprattutto se le informazioni da dare non sono molte e magari hai tempo e risorse limitate.

  • La creazione e la gestione di una pagina sono semplicissime;
  • puoi tenere aggiornate le persone con notizie quotidiane, anche grazie alla programmazione dei contenuti;
  • il tipo di contenuti pubblicabile spazia da semplice testo fino a video in diretta;
  • il numero persone potenzialmente raggiungibile è molto alto.

Puoi anche scegliere di creare un Evento Facebook, la procedura è semplicissima! Potrai invitare amici che saranno in grado, a loro volta, di invitare i loro contatti.

Promozione e storytelling attraverso i social

storytellingE’ importante decidere quale social network fa al caso tuo in base al tipo di evento e di pubblico.

Ricorda che una presenza costante sui social media può essere solo positiva! Quindi non lasciar morire l’account.

Facebook, Instagram e Twitter sono certamente i social più diffusi ma non dimenticarti di Google+ o Linkedin. Il passaparola che può nascere in questi ambienti è potentissimo!

Da una parte, LinkedIn è adatto quando il target è molto profilato e nel caso in cui sia presente all’interno di questa piattaforma, dall’altra, i video in diretta di Facebook sono coinvolgenti e spontanei.

Scegli e diffondi un hashtag per l’evento e usalo nei tuoi post. Se si tratta di un evento annuale associa al nome anche l’anno.

Incoraggia i partecipanti ad usare l’hashtag anche durante l’evento ricordandolo sugli inviti o sui gadget che hai intenzione di regalare.

Hai mai pensato di creare un Twitter Wall? Certamentte sarà di grande effetto e spingerà tutti quanti a twittare maggiormente.

Non sai di cosa sto parlando? Leggi l’articolo Social Wall. Coinvolgere il pubblico durante gli eventi.

Attraverso Instagram potrai mostrate il dietro le quinte dell’evento: le varie fasi dell’organizzazione o l’intera squadra coinvolta.

La condivisione di un momento critico può creare un vero e proprio legame emotivo con i tuo follower.

Instagram è adatto anche all’organizzazione di contest fotografici, proponine uno attraverso un hashtag.

Infine, le stories di Snapchat, Instagram o Facebook possono tornare utili proprio nella narrazione dell’organizzazione dell’evento dato che assumono proprio la forma di un diario per immagini e brevi video.

Event marketing ROI

event marketing ROIE’ importante misurare la riuscita dell’evento in termini ROI, per analizzare tutte le decisioni prese e vedere cosa è riuscito in modo impeccabile e cosa invece è necessario ricordare di correggere alla prossima occasione.

Ecco alcuni accorgimenti da considerare per calcolare il Return On Investment del tuo evento:

  • Poniti degli obiettivi chiari e verosimili e misurane il raggiungimento
  • Raccogli tutti i dati che hai a disposizione: prima, durante e dopo l’evento
  • Attribuisci un valore monetario agli obiettivi raggiunti
  • Calcola i costi del tuo evento

calcolare ROI

Vuoi approfondire sull’argomento Event Marketing?

approfondimentoVuoi approfondire il tema dell’event marketing? Il libro Event marketing. I grandi eventi e gli eventi speciali come strumenti di marketing di Sonia Ferrari (docente alla facoltà di Enonomia dell’UniCalabria) può fare al caso tuo.

Hai trovato utile questo articolo?

Fammelo sapere con un like e condividilo con i tuoi amici e colleghi!

Alla prossima!

Giada Spezie

Giada Spezie

Ebook Meeting Hub

Inserisci i tuoi dati e riceverai gratuitamente via mail l'Ebook completo.

Ben fatto! A minuti riceverai via mail l'Ebook!
Oh oh! qualcosa è andato storto! Riprova più tardi!

Articoli Correlati