Il tuo collega, il tuo caporeparto o magari proprio il tuo capo sta per andare in pensione.

Dopo anni di onorato servizio fianco a fianco la sua carriera lavorativa è terminata e sta per iniziare un nuovo capitolo della sua vita: quale modo migliore per salutarlo se non una bella festa di pensionamento in azienda?

La pensione è un gran traguardo e segna l’inizio di un nuovo capitolo nella vita di una persona, quindi va festeggiato come si deve:

Quali sono gli aspetti fondamentali da prendere in considerazione?

Continua a leggere per scoprire come organizzare la perfetta festa di pensionamento nella tua azienda!

Scegli il momento giusto

Il pensionamento di un collega può scatenare emozioni contrastanti. Da un lato, si è felici per lui o lei. Dall’altro, si è tristi e un po’ malinconici alla prospettiva di non vederli più ogni giorno al lavoro.

Agenda con penna

La festa può essere in orario lavorativo oppure nel weekend o la sera. 

  • se si organizza in orario di lavoro, si può ritagliare un momento in pausa pranzo o nel tardo pomeriggio, in modo che tutti possano partecipare senza problemi.
  • se si organizza al di fuori degli orari d’ufficio, oltre ai colleghi si possono invitare anche i parenti più stretti, come la famiglia – ma bisogna assicurarsi che tutti siano liberi e organizzare la festa potrebbe essere più complicato.

Gli invitati: vai oltre la scrivania

Il festeggiato non è solo un tuo collega! Potrebbe aver stretto relazioni anche con colleghi di altri reparti o, se ha contatti fuori dall’azienda, con clienti e fornitori.

Se hai la possibilità di estendere l’invito anche a loro: fallo! Potrebbe essere una delle ultime occasioni per salutarsi.

Avvisa per tempo tutti i colleghi che parteciperanno, in modo che possano organizzare il proprio lavoro e tutti riescano ad essere fisicamente in azienda il giorno della festa.

Per quanto riguarda il festeggiato: puoi decidere di fargli una festa a sorpresa o meno. Valuta sempre a seconda del carattere della persona e in base a quanta confidenza avete.

Se opti per la sorpresa, avvisa la sua segretaria, un assistente o un collega di fiducia: non vuoi certo che abbia impegni o riunioni proprio all’ora X!

Chiedi aiuto anche ad amici e familiari del futuro pensionato: possono offrirti un punto di vista diverso e sicuramente conoscono il tuo collega in modo più profondo e intimo.

Biglietto e regalo: in onore dei bei tempi

Organizza una piccola raccolta fondi per prendere un presente al tuo collega: non deve essere un regalo impegnativo, basta anche solo qualcosa di simbolico che possa ricordargli l’affetto dei suoi colleghi quando sarà in pensione.

Pensa anche a un bel biglietto e cerca di farlo firmare a tutti; se siete davvero tanti, assicurati ci sia spazio a sufficienza!

Per il regalo, puoi scegliere qualcosa che simboleggi gli anni passati insieme o che possa usare una volta in pensione, come un oggetto legato ai suoi hobby e interessi.

Pacchetto regalo

Anche una piccola targa, magari con un’incisione scherzosa potrebbe essere un’idea simpatica. Puoi trovare frasi divertenti sulla pensione su un sito come Aforisticamente.it o Frasicelebri.it

La pensione è un’arma a doppio taglio. C’è chi non vede l’ora e chi si sente svuotato e non sa più cosa fare del suo tempo. Per questo motivo il regalo di pensionamento potrebbe essere un abbonamento divertente, che sia un servizio che ogni mese gli consegna una selezione di formaggi, vini o mazzi di fiori per qualche mese il tuo collega riceverà a casa una bella sorpresa, simbolo del vostro affetto… e potrebbe essere l’inizio di un nuovo hobby!

Se invece sai che ama vivere esperienze ma non vuoi vincolare nella scelta delle tempistiche e dell’attività puoi optare per un buono Ryanair, una smartbox o un biglietto aperto su TicketOne, le idee sono davvero tante.

Se il tuo collega, ormai prossimo alla pensione, è una persona che ama il classico non puoi prescindere dal regalare un oggetto classico come un orologio o un portachiavi. Chiaramente dipende soprattutto dal tuo budget!

Stabilisci un budget! È sempre un aspetto spinoso quando si parla di feste. Come regola generale ricordati di fissarne uno e di rispettarlo chiedendo anche ai tuoi colleghi se è accettabile!

Prepara un piccolo discorso 

Durante la festa sarebbe bello spendere due parole sulla carriera del collega che va in pensione e onorarlo con un discorso in suo onore: raccogli qualche informazione dal reparto Risorse Umane e chiedi ai colleghi più stretti di condividere momenti salienti del tempo passato insieme al lavoro.

Brindisi a una festa

Un’altra idea carina potrebbe essere quella di fare un breve video, in cui tutti i dipendenti salutano il futuro pensionato e gli augurano il meglio per il futuro; puoi trasmetterlo durante la festa e sarà un bel ricordo da lasciargli su dvd o chiavetta USB.

Cosa si mangia a una festa di pensionamento?

Anche il buffet è legato al budget. Se la tua possibilità di spesa è limitata, il buffet è uno degli aspetti più semplici da gestire: chiedi a ciascun invitato di portare qualcosa. Affida tu i compiti, così non ti ritroverai con 10 torte salate e nessuna bottiglia d’acqua!

Se invece hai un budget più cospicuo puoi optare per un servizio di catering. Indipendentemente dal luogo dove organizzi la festa, se in azienda o in una location esterna, devi studiare il menù con attenzione.

Cerca di tenere conto di intolleranze alimentari e diete particolari quando stabilisci il menù con il catering.

Per quanto sia meglio non bere in orario di lavoro, non è una vera festa di pensionamento senza un piccolo brindisi in onore del festeggiato: assicurati che ci sia da bere a sufficienza per tutti, ma prevedi anche opzioni analcoliche per chi preferisce rimanere più sobrio!

Buffet di dolci

Se per la festa di pensionamento in azienda che stai organizzando opti per la sala riunioni rendila irriconoscibile.

Allestisci tutto alla perfezione e scegli una sala che sia grande abbastanza per ospitare tutti gli invitati.

Fondamentale sarà la torta: accordati in anticipo con una pasticceria di fiducia e personalizzala con una scritta. Il nome del festeggiato, gli anni passati in azienda e un augurio per il futuro sono tutte buone idee.

Evita le fotografie: troppo personali per una festa di pensionamento in ufficio.

Gli inviti

Come dicevo sopra, gli inviti devono partire per tempo, in modo che tutti i colleghi abbiano modo di organizzare i propri impegni. 

La lista degli invitati è un aspetto difficile da gestire: ricordati i familiari, non solo il coniuge e partner ma anche i figli. Potranno darti una mano in tantissimi aspetti della festa.

Se il budget ti impone delle scelte cerca di essere il più politically correct possibile. Spiega il motivo delle tue scelte e se qualcuno si sentirà offesa dal mancato invito rinnovagli/le il tuo dispiacere e rispiega il motivo che ti ha costretto a fare questa scelta-

Per quanto riguarda gli inviti la tecnologia ci è di grande aiuto. Non sono necessari inviti su pergamena, può essere sufficiente una mail o addirittura un gruppo WhatsApp.

L’invito deve contenere alcune informazioni fondamentali:

  • data e orario della festa
  • luogo della festa: puoi scegliere se farla in azienda in orario lavorativo, come dicevamo prima, oppure puoi scegliere una location per eventi su Meeting Hub
  • indica se ci sarà un buffet
  • specifica se si tratta di una festa a sorpresa
  • se stai organizzando una raccolta di denaro per il regalo puoi sfruttare l’invito per comunicarlo a tutti. Dando conferma della propria presenza possono anche consegnarti la quota in questione.

Sdrammatizzare… con affetto

A volte, se si tratta di un collega molto apprezzato, la festa potrebbe prendere una piega un po’ malinconica. Cerca di evitare che questo accada!

Sdrammatizza il pensionamento con qualche aneddoto divertente sul festeggiato, come la volta che ha inceppato la stampante o mandato in tilt la macchinetta del caffè, oppure con qualche battuta divertente, ridendo del fatto che “non dovrete più sopportare le sue manie” o che “non vi ruberà più le penne”.

Se terrai un discorso di commiato cerca sempre di tenere un tono leggero: in fondo la pensione è una cosa positiva, avrà più tempo per se stesso e la sua famiglia!

Parola d’ordine: divertimento!

Non si tratta di un funerale!

Se opti per una festa a tema fai in modo che sia coerente con le passioni del futuro pensionato. Oppure opta per ricorrenze importanti per il festeggiato: l’anno di assunzione, l’età anagrafica, l’idea di vacanze che sta per vivere.

Oltre al discorso divertente che hai previsto, potresti inserire nel programma della festa anche attività divertenti come karaoke o quiz. Se tra i tuoi colleghi c’è una persona particolarmente spigliata e capace di catturare l’attenzione chiedile di condurre la festa: eviterai momenti morti!

Puoi chiedere ai presenti di dire qualcosa in onore del festeggiato, raccontando un evento saliente della sua carriera. Oppure organizzare un quiz con domande sul festeggiato, ovviamente.

Una festa di pensionamento in azienda non è un evento triste! Poni al centro dell’attenzione il futuro pensionato e prendetelo in giro bonariamente.

Se ti servono idee per ulteriori scherzi e giochi, trovi maggiori informazioni qui!


A questo punto direi che sei prontissimo a organizzare una festa di pensionamento in azienda!

Non dimenticare di iscriverti alla newsletter di Meeting Hub per avere consigli utili e sempre nuovi sull’organizzazione di feste ed eventi, ma soprattutto… buon divertimento a te e a tutto l’ufficio!