Meeting Hub Meeting Hub blog

Numero Verde - Assistenza Clienti

800 082 840

Hostess congressuale: chi è e cosa fa

Come diventare hostess congressuali, quali sono le mansioni e la retribuzione. Vorresti saperne di più sul ruolo della hostess per fiere ed eventi? Sei curiosa di capire la natura di questo lavoro, di scoprire se hai i requisiti necessari per farlo e di sapere quanto può fruttarti? Continua a leggere: sto per rispondere a tutte le tue domande.

Se vuoi diventare hostess congressuale saprai già che la realizzazione di un evento è tutt’altro che semplice. Congressi, fiere, meeting, lanci di prodotto e rassegne di settore: tutti riescono grazie a squadre di professionisti che si occupano minuziosamente di ogni dettaglio.

In queste occasioni l’azienda si mette in gioco mostrandosi al pubblico in modo diretto, ed è fondamentale fare buona impressione per creare network positivi. Qui entra in gioco una figura fondamentale: quella della hostess (e dello steward) congressuale.

Cosa serve per diventare hostess congressuale

Immagine

scarpeEssendo un lavoro incentrato sull’immagine, il primo requisito che ti è richiesto è di natura estetica. Sicuramente avrai visto la dicitura “di bella presenza” negli annunci per la ricerca di hostess congressuali: non preoccuparti, però, questo non significa che per diventare hostess congressuale devi essere una modella.

Ti basterà curare l’aspetto presentandoti sempre in modo pulito e ordinato, e valorizzando i tuoi punti di forza senza appesantire il tuo aspetto.

Ok quindi a pettinature eleganti e portabili, ma senza esagerare! Se per avere un look ricercato ti butterai su look ricercati e poco portabili apparirai fuori luogo e, molto probabilmente, sarai anche scomoda. La stessa cosa vale per il trucco: il tuo rossetto preferito andrà benissimo, se ti fa sentire a tuo agio, a patto però che il resto del viso sia pulito e al naturale. Vale anche il viceversa: se scegli di truccare gli occhi lascia stare tutto il resto.

L’unico requisito che potrebbe ostacolarti è legato all’altezza: molte agenzie accettano solo hostess per congressi alte 1,70 metri o più. Se ti mancano pochi centimetri, comunque, puoi ovviare indossando tacchi bassi e comodi: se garantisci di riuscire a usarli con disinvoltura per ore, è improbabile che tu venga esclusa dalla selezione.

Solitamente è richiesta anche una buona forma fisica.

hostess per eventi

Abbigliamento

abito gran galaAnche l’abbigliamento ha la sua importanza: alcuni clienti ti forniranno una divisa da hostess congressuale, ma la maggior parte lascerà scegliere a te. Naturalmente la parola d’ordine è eleganza: usa soprattutto il bianco e il nero e scegli capi che ti stiano bene ma che siano anche comodi, perché nel migliore dei casi dovrai indossarli per alcune ore.

Una scelta sicura è un tailleur scuro di buona qualità da usare con una camicetta bianca: così apparirai perfetta praticamente ovunque.

Doti personali

Idee regalo 30 anni-Valigia viaggiUn altro requisito fondamentale riguarda il tuo carattere: avrai a che fare con tantissima gente, che ti farà molte domande e per cui sarai un punto di riferimento. Anche l’azienda conterà su di te per instaurare buoni rapporti con il pubblico.

Se vuoi lavorare come hostess congressuale sarà quindi molto importante che ti piaccia stare a contatto con le persone, che tu sia portata al dialogo e che abbia la pazienza di ripetere le stesse cose un sacco di volte. Dovrai anche conoscere benissimo l’italiano e avere una buona proprietà di linguaggio.

Difficilmente, poi, durante l’evento filerà tutto liscio: ritardi, problemi tecnici, intoppi nella comunicazione con il resto dello staff potrebbero crearti piccoli problemi nello svolgimento del lavoro. Per questo ti sarà molto utile avere anche buone doti di problem solving: spesso dovrai inventarti al volo un piano B e farlo funzionare.

Vietato andare nel panico! Anche se fai un errore o un problema dipende da te, non farne un dramma e non perdere tempo a preoccuparti: può succedere a tutti. Piuttosto pensa subito a come potresti rimediare e alleggerisci la situazione: non avrai mica dato fuoco al padiglione principale, giusto?

Formazione

formazione aziendaleInfine, ma non è proprio un requisito, anche il livello d’istruzione può influire. Sempre più aziende si aprono a contesti internazionali e le fiere di settore servono proprio per fare networking con l’estero: per questo motivo conoscere una seconda (e, ancora meglio, una terza!) lingua europea ti sarà utilissimo per diventare una hostess congressuale.

Indicalo nel tuo CV e sii chiara e onesta nell’indicare il tuo livello di conoscenza di quella lingua: la gita a Parigi della terza superiore non vale come conoscenza base del francese! 😉

via GIPHY

Hostess congressuale: cosa fa in concreto

Una volta chiariti i requisiti di partenza parliamo, nel concreto, di cosa fa una hostess congressuale.

Come ti ho anticipato il tuo ruolo sarà quello di rappresentare l’azienda nel suo contatto con il pubblico. Se lavorerai come hostess per una fiera di settore sarai assegnata allo stand della tua azienda e lavorerai soprattutto lì.

Il tuo compito sarà quello di incuriosire le persone verso ciò che stai presentando e di invogliarle ad ascoltare la tua presentazione. Per farlo cerca di essere gentile e fare domande (“Le andrebbe di sapere…? Ha già visto come funziona…? Mi direbbe cosa ne pensa di…?”), ed evita di diventare insistente o di mostrarti irritata.

Se invece il congresso riguarderà solo la tua azienda potresti svolgere varie mansioni nel corso dell’evento: potresti dover accogliere i visitatori quando arrivano, salutandoli e fornendo loro le informazioni di base (dove si trovano bagno e guardaroba, dove trovare il materiale informativo, a che ora finisce l’evento, a chi rivolgersi se hanno problemi etc.).

Potresti poi dover presentare un’area o un evento specifici ospitati all’interno della fiera, e in questo caso dovresti conoscere tutte le informazioni relative a quello e cercare di prevedere le domande del pubblico per fornire in anticipo tutti i dettagli utili per una buona esperienza.

Infine, potrebbero esserti affidate mansioni di interpretariato se all’evento parteciperanno persone di diversa nazionalità.

Consigli

In tutti questi casi, un fattore fondamentale per lavorare bene come hostess congressuale è quello di avere profonda conoscenza dell’evento e di tutti i dettagli relativi. Fai un giro della struttura per capire bene dove sono i punti di interesse e memorizzali, ascolta attentamente le istruzioni che ti darà il responsabile dell’azienda e cerca di ricordarle il meglio possibile.

Prova ad osservare l’evento dalla parte dei visitatori e annota mentalmente i dubbi che ti vengono: con ogni probabilità loro avranno gli stessi, e conteranno su di te per fugarli.

Cerca di evitare risposte come “non me ne occupo io” o più genericamente “non lo so”: informa piuttosto il visitatore di dove potrà trovare le risposte che gli servono, oppure prendi tempo consultando un collega e dimostrando che ti occupi attivamente del problema.

Quanto si guadagna?

hostess congressuale

Diciamo che la risposta può variare molto in funzione di alcuni fattori: naturalmente le ore di lavoro e la lontananza da casa (il viaggio ti sarà rimborsato quasi in ogni caso, e nessuno ti chiederà di cambiare regione per una giornata di lavoro!), nonché le attività che ti sono richieste: le hostess per fiere internazionali hanno retribuzioni più alte perché fanno anche da interpreti.

Il salario aumenta anche se ti sono richieste competenze specifiche per lavorare: nel lancio di un nuovo prodotto, ad esempio, le persone ti faranno ogni sorta di domanda a riguardo e tu dovrai essere pronta a rispondere il più chiaramente possibile. Questo comporta la necessità di informarti a fondo riguardo al prodotto, e in molti casi anche di provare a utilizzarlo di persona. Queste sono ore di formazione che nella maggior parte dei casi ti verranno rimborsate!

In ultimo, se lavorerai la sera tardi o nei fine settimana (o, come spesso accade, nei giorni festivi) avrai una paga oraria leggermente più alta del normale.

In linea generale diciamo che la retribuzione per una hostess congressuale si aggira intorno agli 80 € a giornata di lavoro. Non male, vero? Ciò perché le commissioni possono essere saltuarie e impegnarti magari solo per tre giorni, lasciandoti liberi i successivi dieci.

Ma non è detto: se lavori bene e ti fai una buona reputazione, magari specializzandoti in un tipo specifico di evento (ad esempio congressi di medicina o fiere agroalimentari), verrai chiamata più spesso. Se invece vuoi guadagnare qualcosa mentre studi andrà benissimo lavorare solo nei week end o solo alcuni giorni al mese. È un impiego molto versatile!

Come diventare hostess congressuale

Strumenti di presentazione

lettera di presentazione aziendaleEccoci infine alla parte più importante: come diventare hostess per eventi. Ti consiglio, come prima cosa, di prepararti dei buoni strumenti di presentazione. Scrivi un curriculum apposta, valorizzando gli aspetti della tua persona e della tua formazione che potranno servirti in questo ambito.

Concentrati sulle tue doti relazionali e sii sincera nel descriverti (è ovvio che dovrai saper fare squadra, ma se lavorare da sola ti soddisfa di più e ti fa ottenere risultati migliori, dillo!), e ricorda la parte sulle lingue straniere.

Al curriculum non dovrai poi allegare la classica fototessera, ma almeno due foto: un primo piano in alta risoluzione, stampato a colori su una buona carta, e una foto a mezzo busto o a figura intera che includa anche la tua altezza e il tuo peso.

hostess congressuale

Assicurati che le foto siano professionali ma non troppo: mantieni un tocco personale che secondo te esprime il tuo modo di essere. In fondo è te stessa che stai promuovendo!

Diventare hostess congressuale: come trovare i lavori

esempio lettera di presentazione aziendaleUna volta preparata una buona presentazione hai due possibilità: lavorare come hostess congressuale freelance o iscriverti a un’agenzia. Nel primo caso i guadagni saranno più alti, ma anche la difficoltà nel trovare clienti sarà esponenzialmente maggiore.

Se stai iniziando adesso difficilmente avrai una base di clienti che già ti conosce e si fida di te. Dovrai quindi farti molta pubblicità, spendendo, nel migliore dei casi, soldi e tempo di tasca tua.

Inoltre la maggior parte dei congressi e delle fiere cercano, contemporaneamente, decine (o anche centinaia!) di hostess, steward e promoter. A nessuno di loro conviene trovarli uno per uno, magari facendo un grande numero di colloqui per assicurarsi di avere di fronte la persona giusta. Ciò che fanno è affidare a un’agenzia la selezione del personale adatto.

Per iniziare ti consiglio quindi di iscriverti a una o più agenzie di hostess per congressi e fiere, indicando i tuoi interessi e le tue disponibilità per essere sicura di ricevere offerte che davvero ti interessano. Non preoccuparti se dovrai rifiutare alcuni (o molti) lavori: non farai perdere tempo o soldi a nessuno, quindi l’agenzia non smetterà comunque di contattarti.


Ecco, ora sai tutto sul mondo delle hostess per eventi. Come hai visto è un ottimo modo per guadagnare qualcosa anche mentre stai studiando, per conoscere ambienti nuovi e per entrare in contatto con il mondo del lavoro.

È l’ideale se vuoi imparare a relazionarti bene con le persone e se vuoi mettere alla prova le tue doti di networking. Inoltre è una scelta ottima anche per iniziare a conoscere il mondo degli eventi, che potrebbe in futuro darti degli sbocchi professionali molto interessanti.

Se seguirai questi consigli avrai sicuramente ottimi risultati in poco tempo.

La confidenza necessaria invece ti verrà dopo le prime esperienze: è un impiego che può appassionare molto. Se ti va, poi, raccontami la tua esperienza!

Se invece hai altre domande contattami pure qui sotto nei commenti e ti risponderò il prima possibile 😉

Buon lavoro!

Sofia Nodari


meetinghub

Inserisci i tuoi dati e riceverai gratuitamente via mail l'Ebook completo.

Ben fatto! A minuti riceverai via mail l'Ebook!
Oh oh! qualcosa è andato storto! Riprova più tardi!

Articoli Correlati