Lego building: costruire con la fantasia tornando bambini. È possibile utilizzare i Lego per un’attività di team building aziendale? Si, già in molti lo fanno e qui troverai tutte le informazioni per sapere di cosa si tratta, perché è importante e chi contattare per organizzarne uno per la tua azienda.

Giocare con i Lego, i famosi mattoncini colorati dell’azienda danese, ti ha emozionato fin da piccolo perché quando rovesciavi la scatola per terra ti si apriva un mondo di idee.

Non lasciare che sia solo un ricordo. Puoi rivivere quelle sensazioni proprio con il tuo gruppo di lavoro e riuscire così ad ottenere dei risultati in termini di efficienza nel team-working semplicemente giocando.

Lego Building: dalla Danimarca all’Italia

faccina legoDevi sapere che l’azienda danese ha sviluppato  e certificato delle particolari tecniche per l’utilizzo dei Lego nel team building aziendale, ufficialmente denominato “Lego Serious Play”.

Un gioco serio dove le persone pensano con le mani lavorando insieme per obiettivi strategici, operativi o relazionali.

L’idea di base è far sperimentare ai partecipanti le dinamiche della collaborazione attraverso un gioco strutturato nel tempo e nello spazio con precise regole. Il fatto che in questo processo intervenga l’immaginazione è la caratteristica più importante dell’attività, perché i partecipanti utilizzano la fantasia per descrivere, creare e portare a termine una sfida.

E utilizzare la fantasia è la soluzione per strategie aziendali di successo. 

Dal 2010 questa metodologia è stata liberalizzata, motivo per cui in Italia sono fiorite numerose opportunità per sperimentare in azienda il gioco creativo con i Lego.

In ogni caso ci sono alcune realtà che prima del 2010 hanno ottenuto da Lego la certificazione di facilitatori per la metodologia Lego Serious Play.

Caso studio: diversità culturali e Lego Building

Cerchi un’azienda certificata?

Una di queste è Trivioquadrivio, prima azienda italiana certificata che eroga corsi di formazione e workshop aziendali con la metodologia Lego Serious Play.

Per il programma “junior talents” di Unicredit è stato realizzato un workshop appositamente pensato per analizzare come in un gruppo di lavoro le differenze culturali possano essere sfruttate per migliorare la comunicazione tra i membri di una squadra. Il tutto al fine di ottenere un risultato più originale ed innovativo.

L’idea è quella di realizzare con i Lego un panorama prendendo spunto dal modo con cui ognuno, grazie alle proprie origini e alla propria cultura, esprime la propria creatività.

Scopri di più sul workshop condotto per Unicredit in questo video.

Lego Building: con chi e come si gioca

Se sei interessato ad organizzare un evento di lego team building per la tua azienda ti devi affidare ai professionisti del settore; per questo motivo ti riporto un elenco delle principali attività che vengono organizzate in Italia dalle aziende specializzate.

Tangram, a Milano, propone un team building utilizzando i mattoncini Lego per costruire la città ideale. Possono giocare divisi in squadre fino a 250 partecipanti, dove ad ogni gruppo di lavoro viene assegnato uno specifico compito: realizzare una parte della città.

Il workshop è condotto dai cosiddetti “facilitatori”, in grado di condurre le attività facendo emergere come le dinamiche del gioco siano una metafora di quello che succede in azienda.

Sunnyway, a Roma, divide i partecipanti in due squadre con lo stesso numero e tipo di mattoncini con l’obiettivo di realizzare un oggetto specifico. La difficoltà sta nel fatto che le squadre, per poter completare il progetto, devono scambiare dei pezzi con l’altra squadra, come in una vera e propria negoziazione.

Team Building Experience, a Brugherio (MB), organizza il gioco con tavolate di 10 persone in cui si costruiscono barche e auto per poi poter gareggiare in squadre. Il progetto è molto interessante perché prevede anche la costruzione di ferrovie o piste che, per funzionare, utilizzano l’energia fornita dai pannelli solari.

Teamworking, a Milano offre un’esperienza di completa immersione nel mondo del Lego Building, dico letteralmente perché i partecipanti vengono inizialmente sommersi da migliaia di pezzi Lego. L’obiettivo di ogni gruppo è la creazione di un’opera libera con cui rappresentare lo spirito della propria squadra.

Ebook Meeting Hub

Cerchi la location perfetta?

Scarica L’ebook

Eventi Aziendali Milano coinvolge i partecipanti applicando fin dall’inizio un caso aziendale: bisogna costruire dei pezzi meccanici per un’azienda committente ed ogni squadra deve provvedere al suo compito con i pezzi disponibili. Si accorgeranno che per completare il lavoro si devono affidare alla collaborazione con gli altri gruppi?

7 curiosità su Lego Serious Play

La metodologia originale Lego Serious Play è molto particolare ed è stata studiata con queste 8 precise caratteristiche.

  1. I mattoncini utilizzati sono creati apposta per il lavoro di team building; ci sono i classici pezzi Lego, omini, animali, case e altre figure per poter far emergere ciò che i facilitatori chiedono. I partecipanti, uno ad uno, sono spinti a condividere nel gruppo le proprie riflessioni sul lavoro svolto.
  2. Esiste un codice di comportamento sia per i partecipanti sia per i facilitatori.
  3. Per introdurre i partecipanti al gioco gli si chiede di costruire un ponte più lungo possibile e abbastanza alto da farci passare sotto una mano.
  4. Il gruppo è formato da 4 a 8 persone massimo, così da soddisfare a pieno le esigenze di ascolto richieste dall’attività.
  5. Ogni gruppo deve avere un facilitatore quindi non è ammesso che chi conduce l’attività passeggi tra i tavoli dove sono dislocati più gruppi di lavoro.
  6. Il workshop dura una intera giornata.
  7. Esistono 7 tecniche di applicazione: costruire modelli e storie individuali; costruire modelli e storie condivise; creare un paesaggio; stabilire delle connessioni; costruire un sistema; esplorare concetti e decisioni; trovare dei principi guida

Da quanto hai letto avrai capito che niente è lasciato all’improvvisazione e le varie applicazioni di gioco permettono ai facilitatori di adattare il team building a contesti aziendali differenti.

Ogni oggetto costruito ed ogni modalità di gioco sono infatti delle metafore per capire concretamente quello che succede a livello aziendale, quali sono le difficoltà nella collaborazione, nella comunicazione e come risolverle.

Non conta tanto essere bravi o essere i più bravi. Quello che è importante è mettersi in gioco seriamente.

Se vuoi scoprire quali altre attività di team building possono essere organizzate in Italia devi assolutamente visitare la sezione del nostro Blog dedicata al team building.

C’è da divertirsi per tutti i gusti, scegli quello che fa per te.

Continua a seguirci e condividi l’articolo con i tuoi collaboratori per far scoprire a tutti la novità più interessante nel mondo del team building.