Da tempo, stai cercando un modo per rendere più interessante e attraente il tuo evento ma non hai ancora trovato l’idea giusta?

Hai mai sentito parlare di marketing sensoriale?

Se stai cercando di capire di cosa si tratta e se è davvero la soluzione per te, sei nel posto giusto.

Continuando con la lettura cercherò di aiutarti a capire meglio cosa è il marketing sensoriale e perché potrebbe essere il punto di svolta per i tuoi eventi.

Il marketing sensoriale ti aiuterà a migliorare l’appeal dei tuoi eventi ma, prima di applicarlo, dovrai capire perfettamente di cosa si tratta ed io proverò a spiegartelo!

Sei pronto a fare una rapida full immersion in questo emozionante e vasto mondo?

Al termine della lettura avrai sicuramente le idee più chiare e con un po’ di impegno troverai facilmente ciò che fa per te e i tuoi eventi!

Cos’è il marketing sensoriale?

Marketing Sensoriale

Partiamo dall’inizio ovvero da una definizione generale che possiamo dare di Marketing Sensoriale.

Il Marketing Sensoriale può essere definito come quel particolare tipo di marketing che coinvolge direttamente i sensi del target della nostra campagna pubblicitaria.

Attraverso questo processo si può influenzare il giudizio, la percezione e soprattutto il comportamento finale nei confronti del nostro prodotto o servizio.

Questa particolare tipologia di marketing è nata in seguito alla necessità di andare oltre all’abuso diffuso di slogan altisonanti e immagini coinvolgenti, spesso prive di vero significato e oramai incapaci di portare l’utente finale all’azione.

Dare la possibilità al consumatore finale di provare in anteprima e direttamente l’esperienza che vivrà in seguito all’acquisto del nostro bene o servizio è diventato di primaria importanza.

Nel mondo attuale non è più così rilevante possedere un determinato prodotto quanto vivere grazie ad esso un’esperienza da raccontare e ricordare.

Infatti dal momento in cui il consumatore finale riesce a provare un coinvolgimento emotivo con il prodotto (o direttamente con il brand) in questione, sarà più propenso a fidarsi dello stesso e quindi ad acquistarlo e riacquistarlo.

In che modo stimolare i sensi?

Marketing Sensoriale

Chiaro il concetto, no?

Sicuramente adesso ti starai chiedendo come tutto questo possa essere effettivamente applicabile.

Parlando di Marketing Sensoriale la domanda che devi porti è: come posso stimolare i cinque sensi umani per creare un’esperienza unica e indimenticabile per ciascun partecipante al mio evento?

Proviamo ora a scoprirlo insieme.

La vista

Il primo dei cinque sensi di cui ti voglio parlare è la vista, in quanto si tratta sicuramente del senso più stimolato (e più facile da stimolare) quando vogliamo fare un’operazione di marketing.

L’importanza data a questo senso, aumenta notevolmente quando il mezzo di comunicazione utilizzato è il web.

Insieme all’udito, sono infatti gli unici due sensi che possono essere stimolati a distanza.

Dal momento che la vista è il senso maggiormente sollecitato, il messaggio deve essere sapientemente studiato per essere davvero efficace; in caso contrario si rischia di cadere nel banale.

L’importante è saper giocare con immagini, colori e dimensioni in modo efficace, cercando di comprendere quale siano gli effetti desiderati per poi trovare il mezzo per ottenerli.

Determinati colori e forme, infatti, possono essere più utili di altri per raggiungere alcuni obiettivi per un certo tipo di target.

Al contrario, se utilizzati in modo errato potrebbero allontanare l’utente dal nostro obiettivo che è quello dell’acquisto.

L’udito

Stimolare il senso dell’udito è importante non solo per il prodotto in vendita, ma anche per la creazione dell’esperienza al momento dell’acquisto.

Entrare in un negozio allietato da suoni gradevoli e in linea con il periodo dell’anno o con la provenienza geografica del prodotto renderà il cliente più favorevole all’acquisto, ispirando le sue scelte.

All’interno di un sito web, ad esempio, inserire una base musicale piacevole e rilassante potrebbe aumentare notevolmente la permanenza sul sito da parte dell’utente, che si sentirà accolto e coccolato.

Il tatto

Soprattutto se stiamo vendendo un prodotto, è importante tenere a mente che il packaging non è solo un contenitore ma un plus che ha l’obbiettivo di valorizzare il prodotto.

Un packaging realizzato con elementi di alta qualità, che al tatto richiamano il lusso, risulterà immediatamente più interessante per una determinata fascia di clienti.

Per chi ama invece l’ecologia, risulterà più interessante un prodotto che al tatto risulterà realizzato con prodotti di riciclo, amici dell’ambiente o addirittura con un packaging minimal.

Rendere piacevole il primo contatto fisico con un prodotto è un aspetto che risulta, magari inconsapevolmente, fondamentale nel momento della fase decisionale che porterà all’acquisto.

L’olfatto

Anche l’olfatto, come l’udito, può essere stimolato per rendere indimenticabile un’esperienza d’acquisto.

All’interno di un negozio, ad esempio, diffondere una determinata fragranza può rendere il marchio indimenticabile, aiutando l’utente a raggiungere uno stato interiore favorevole all’acquisto.

Anche conferire particolari profumi a determinati oggetti può renderli più appetibili all’acquisto di quanto sarebbero se privi di aroma.

Il gusto

Questo quinto senso, chiaramente, è sfruttato soprattutto nell’industria agroalimentare.

Fornire una prova diretta di ciò che andremo a vendere e proporre al nostro cliente, aumenta la possibilità di acquisto.

Un utilizzo alternativo del senso del gusto, è quello di associare marchi di prodotti gastronomici a negozi di abiti, per trasferire il rispetto, la professionalità e l’affezione del primo sul secondo.

Come applicare il Marketing Sensoriale agli eventi?

Marketing Sensoriale

Sicuramente se sei approdato a questa pagina web è principalmente perché ti interessa provare ad applicare i principi del marketing sensoriale nell’ambito dell’organizzazione di eventi.

Ma come fare esattamente?

La domanda che ti sarai sicuramente posto è:

“Come posso coinvolgere i sensi dei potenziali partecipanti ai miei eventi per aumentare il loro interesse verso il mio meeting o la mia conferenza?”

Possiamo vedere insieme qualche aspetto fondamentale da non trascurare, applicabile ad ogni tipologia di evento; ma soprattutto… vediamo come fare!

Identifica il tuo target

Sicuramente il primo passo è quello di conoscere il tuo target al 100%: in base a chi pensi possano essere i potenziali fruitori del tuo evento dovrai impostare tutta la tua campagna e l’evento stesso.

Scegliere i colori e le forme giuste da utilizzare per una campagna pubblicitaria può essere fondamentale per catturare i giusti clienti.

Da questo punto di vista, la campagna marketing volta a promuovere un evento dedicato, ad esempio, a dei medici sarà certamente molto diversa da quella organizzata per attirare potenziali chef per un corso di formazione di alta cucina promosso dall’azienda.

E all’interno di quest’ultima macro-area, quella degli chef, sarà poi ancora diverso a seconda del tipo di chef di cui si tratterà: stellati, professionisti, tradizionalisti, minimalisti, o altro ancora.

Individua l’esperienza da vivere

Come abbiamo detto in partenza, il marketing sensoriale è utile in quanto permette di far vivere all’utente finale un’esperienza.

Ecco perché, organizzando il tuo evento aziendale, dovrai provare a pensarlo come una vera e propria esperienza da vivere. In questo modo non sarà vissuto dal cliente come un obbligo ma come un piacere da assaporare.

Sottolineando le novità e le esperienze che solo partecipando al tuo evento si potranno vivere, potrai risultare attraente rispetto alla maggior parte dei meeting e congressi dei competitor.

Con poche ma determinanti informazioni mostra in anteprima gli spazi e fai assaporare l’esperienza che i partecipanti stessi andranno a vivere.

Renderai l’esperienza un qualcosa di interessante ed attrattivo.

Anche se consapevoli del fatto che molto spesso si tratta di lavoro ed è necessario partecipare, potrai rendere l’intero evento un’esperienza piacevole e, in futuro, far si che il tuo pubblico sia incline a partecipare di nuovo ai tuoi eventi.

Presenta l’evento sfruttando i cinque sensi

presentazione evento-marketing sensoriale

Indipendentemente dal fatto che tu debba promuovere il tuo evento o presentarlo ai tuoi dipendenti, la prima impressione è quella che conta.

Il primo impatto che avrà il tuo meeting, condizionerà la predisposizione dei partecipanti per l’intero evento.

Sfrutta più che puoi il coinvolgimento dei cinque sensi per rendere interessante sin da subito ciò che i tuoi ospiti vivranno.

Ad esempio:

  • presenta l’evento non solo con un volantino o con una mail ma anche con un video: n questo modo sfrutterai non solo la vista ma anche l’udito
  • se la tipologia di evento lo consente, prova a sfruttare anche tatto e olfatto: presenta loro un’anteprima fisica di ciò che andranno a realizzare (un progetto, un piatto) in modo da far loro comprendere concretamente ciò che li attende e aumentare l’interesse

Non fermarti alla campagna promozionale

marketing

L’applicazione del marketing sensoriale agli eventi non si ferma solo alla promozione degli stessi, ma si sviluppa anche durante lo svolgimento dell’evento stesso.

Sollecita i cinque sensi anche durante la durata dell’evento attraverso piccoli e semplici accorgimenti. Tra i quali:

  • Scegli spazi con colori adatti al tipo di evento e di target che hai coinvolto
  • Rendi lo spazio prescelto accogliente sin dal primo momento: disponi tavoli e sedie in modo coerente con la tipologia di evento
  • Attento ai profumi e agli odori presenti nello spazio scelto (pensando agli esempi di poco fa, il profumo di cibo durante il meeting sarà sicuramente gradito nel caso degli chef, ma medici di alto livello potrebbero trovarlo sconveniente.)

Cosa ne pensi del Marketing Sensoriale?

Hai capito come stimolare i cinque sensi e coinvolgere i potenziali partecipanti?

Se questo articolo ti è piaciuto continua con la lettura del nostro blog. Troverai sicuramente altri interessanti spunti che ti aiuteranno a rendere performanti i tuoi eventi.

Grazie per la fiducia e a presto!