Meeting Hub Meeting Hub blog
Palazzo Brancaccio

Palazzo Brancaccio Per un congresso classico-barocco

Alla scoperta di un palazzo dei congressi di Roma davvero sui generis: eccoti Palazzo Brancaccio, un prestigioso centro congressi nel cuore di Roma!

meeting hubSe sei stanco dei soliti centri congressi e vorresti organizzare il prossimo convegno in una location talmente bella da lasciare i tuoi partecipanti senza parole, hai trovato ciò che fa al caso tuo. Oggi ti parlerò di una struttura romana di grande bellezza: Palazzo Brancaccio.

Si trova nel cuore dell’Urbe, a soli 500 metri dal Colosseo e a 900 metri dalla Stazione Termini. Un luogo quindi facilmente accessibile ma anche ricco di storia.

Si dice che nella muratura di Palazzo Brancaccio, infatti, sia stata incorporata l’antica Torre di Mecenate, un antico edificio romano da cui Nerone contemplò l’incendio di Roma da lui appiccato nell’estate del 64 d.C.

Ora però facciamo un salto di quasi due millenni. Superiamo Medioevo ed età moderna per arrivare alla fine del XIX secolo. In quel periodo Roma, che da poco è diventata capitale del regno d’Italia, è nel centro dell’interesse di Salvatore Brancaccio, un nobile napoletano, e di sua moglie Mary Elizabeth Fields, ereditiera di origine americana. La coppia diede ad un architetto l’incarico di costruire una sontuosa dimora nel centro della città eterna.

L’incaricato non è una persona qualsiasi: si tratta infatti di Gaetano Koch, uno dei più celebri architetti romani del periodo. Nel suo ricco portfolio poteva vantare un’altra villa romana, Palazzo Koch, oltre ai due palazzi Esedra in Piazza della Repubblica. Il valente architetto si avvalse della collaborazione di Luca Carmini, famoso scultore romano, per creare la struttura che oggi conosciamo come Palazzo Brancaccio.

Passarono svariati decenni, e la struttura passò di proprietà a Don Roland Brancaccio, figlio di Salvatore e Mary Elizabeth. Uno dei suoi migliori amici era il marchese Aldo Buzzi, proprietario di una importante catena di bar italiani.

Egli coinvolse il principe a partire dal 1965 per una serie di eventi mondani da tenersi nel palazzo: i Princes’ Garden Club. La risposta del pubblico fu positiva ed andò oltre ogni aspettativa, tanto da spingere alla nascita di una vera e propria azienda. Così, nel 1969 la ricca location si trasformò in un esclusivo palazzo dei congressi di Roma. 

A gestire la struttura oggi c’è Stefania Buzzi, figlia del marchese Aldo, che da oltre 40 anni garantisce altissimi standard di qualità agli eventi ospitati in Palazzo Brancaccio.

palazzo-brancaccio-palazzo-dei-congressi-di-roma

Gli ambienti

Il XIX secolo sembra passato da pochissimi anni, quando si entra in Palazzo Brancaccio. Infatti, il lodevole lavoro di Koch è ancora ben visibile e lascia senza fiato i visitatori che entrano in Palazzo Brancaccio.

La struttura infatti non è un semplice palazzo dei congressi di Roma, ma un concentrato di arte nello stile definito dai critici come classico barocco. Nei motivi che ornano il palazzo infatti troviamo lo sfarzo e il gusto per l’eleganza decorativa tipica dello stile barocco, ma con una impostazione di base tipica dell’arte classica. All’interno di Palazzo Brancaccio rimarrai rapito dalle linee curve che fungono da leitmotiv unendo quadri, sculture, stucchi e ambienti con eleganti giochi di luci ed ombre.

Troverai il fasto del classicismo barocco anche all’interno degli spazi per eventi.

Il Salone di Gala è senza dubbio lo spazio più capiente tra tutti quelli messi a disposizione da Palazzo Brancaccio. Qui possono essere ospitate addirittura 290 persone. Il soffitto è a 14 metri di altezza e finemente intarsiato con stucchi, putti e ori. L’ideale per meeting e congressi di alto profilo.

La Galleria degli Specchi è un omaggio alla reggia di Versailles, alla quale è ispirato per le scelte stilistiche. Si tratta di un corridoio che tuttavia ti sembrerà un’ampia sala per via della riflessione degli specchi. Questo spazio luminoso è l’ideale per coffee break.

La Sala degli Arazzi, a differenza delle precedenti sale, ha come colore dominante il rosso. Questo dà all’ambiente un’atmosfera intima e riservata. La sala è più piccola delle altre, contenendo al massimo 80 persone, ed è quindi il luogo ideale per cene eleganti sotto le splendide appliques in vetro di Murano.

La Sala delle Vestali fu la stanza da letto del principe Brancaccio. Trovandosi nei pressi del Salone di Gala, può essere un valido supporto agli eventi che si tengono in quest’ultimo. Può ad esempio essere allestita come ufficio stampa.

La Sala degli Angeli, abbinata alla sala degli Arazzi, è caratterizzata da decorazioni più sobrie e leggere rispetto agli altri spazi, mantenendo comunque un elegante impianto neoclassico barocco di base.

palazzo brancaccio sale meeting

Gli spazi per eventi tuttavia non si trovano solo all’interno della location, ma anche nello splendido parco secolare che circonda Palazzo Brancaccio.

La Casina di Caccia è una struttura posta all’interno del parco. Si tratta di uno spazio di piccole dimensioni ma di immenso valore.

È stata infatti decorata da Francesco Gai, pittore molto quotato nella Roma di fine ‘800. La Casina di Caccia è particolarmente raccomandata per conferenze stampa ma anche per pranzi vip.

Durante la bella stagione potrai usufruire della Rotonda Outdoor. Strutturata intorno a una fontana sontuosa, consiste in un piazzale di circa 500 mq dove si possono disporre tavoli e sedie per cene ed eventi mondani.

Oltre alla rotonda, è disponibile un ampio Gazebo Pensile per organizzare eventi in un open space immerso nel verde.

Se vuoi saperne di più su Palazzo Brancaccio, ti consiglio di farci un giro… ma non dovrai per forza andare a Roma! Puoi fare un tour virtuale grazie all’applicazione Google Maps.

Clicca qui sotto ed esplora Palazzo Brancaccio!

 

Palazzo Brancaccio, dunque, unisce l’eleganza e la raffinatezza di una sontuosa dimora ottocentesca con la praticità della sua posizione centrale. Di conseguenza, è particolarmente consigliata per tutte le persone che cercano un centro congressi a Roma per eventi esclusivi.

Vai alla scheda e prenota subito!

Meeting Hub

Meeting Hub

Ebook Meeting Hub

Inserisci i tuoi dati e riceverai gratuitamente via mail l'Ebook completo.

Ben fatto! A minuti riceverai via mail l'Ebook!
Oh oh! qualcosa è andato storto! Riprova più tardi!

Articoli Correlati