Come è ormai noto a tutti, a causa della pandemia di Covid-19, oltre al fatto che il 2020 ha preso una piega negativa dal punto di vista economico, la ripresa nel mondo dell’organizzazione di eventi sembra ancora lontana.

Se in molti altri campi si può portare avanti, con qualche difficoltà, il proprio lavoro grazie allo smart-working, questo non è ovviamente possibile nel caso di chi opera nell’ambito dell’event planning.

Sebbene in merito non ci siano ancora stati decreti ufficiali del governo, in questo articolo proverò a fare un’ipotesi di quando sarà possibile aspettarsi una ripresa, sia per eventi di piccole dimensioni sia per quanto riguarda concerti, fiere, mostre e così via.

Covid-19 e organizzazione eventi: due possibili scenari

Con l’Italia che è entrata nella Fase 2, aprendo alcune attività a basso rischio e permettendo ai cittadini di svolgere attività all’aria aperta, immagino ti starai chiedendo quando sarà possibile una ripresa anche per gli eventi che prevedono – inevitabilmente – degli assembramenti.

Come evolverà l’industria dell’organizzazione eventi nei prossimi mesi? I possibili scenari per il futuro sembrano essere due, vediamoli insieme.

1. Ritorno alla situazione pre Covid-19

Passo dopo passo e con molta cautela, l’industria dell’event planning cercherà di tornare dove era rimasta prima della pandemia.

Le imprese cercheranno di ripartire, seguendo i modelli di business pre Covid-19.

Sostanzialmente, questa prospettiva non prevede di mettere in atto alcun cambiamento e considererà lo stop degli ultimi mesi come una sorta di “pausa forzata”.

Tuttavia sarà possibile solo se il virus verrà debellato in maniera definitiva grazie alla diffusione di un vaccino.

Purtroppo, fino a quando non ci sarà una cura in grado di garantire alle persone una guarigione certa da Covid-19, dovremo stare sempre all’erta, consapevoli che la minaccia è ancora tra noi.

2. Scenario nuovo che presuppone cambiamenti

ragazza con mascherina

In questo secondo scenario, si parte dal presupposto che il mondo (e di conseguenza il mercato) uscirà profondamente cambiato dall’esperienza Coronavirus.

Quali sono le conseguenze? Come professionista che opera nel mondo dell’organizzazione di eventi potrai essere chiamato a lavorare in modo differente, cioè a mettere in moto dei cambiamenti nel tuo modello di business.

Ti troverai a usare strumenti diversi, a cercare nuove risorse nel mondo digitale e, chi lo sa, magari nasceranno format di eventi completamente nuovi.

Eventi che conviveranno con quelli “tradizionali” e daranno vita a un mercato completamente nuovo.

La vera domanda a cui voglio cercare di dare risposta in questo articolo è: quali sono le possibili tempistiche per una ripresa?

Riprendere gli eventi: una possibile timeline

calendario

Prima di poterti fare un’ipotesi in merito, è necessario mettere nero su bianco quali sono le cose da tenere a mente quando organizzerai eventi nei prossimi mesi.

Non tutti gli eventi sono uguali

Come puoi immaginare, il rischio legato a un meeting con pochi partecipanti o a una festa intima con pochi invitati è ben diverso rispetto a quello di un concerto in uno stadio.

È possibile che gli eventi aziendali e privati di piccole dimensioni saranno meno penalizzati nei prossimi mesi, soprattutto se si metteranno in atto adeguate misure di controllo e prevenzione.

Misure cautelative

Ad ogni modo qualsiasi assembramento di persone, in questo momento storico, comporta dei rischi.

È fondamentale utilizzare delle misure di sicurezza che proteggano i partecipanti da ogni possibile rischio. Mascherine, guanti, distributori automatici di gel per le mani e distanziamento sociale sono solo alcuni esempi.

Eventi online

Molti organizzatori hanno deciso di non rimandare il proprio evento ma di tenerlo online tramite appositi software, dando la possibilità di connettersi e partecipare dal pc di casa o dallo smartphone.

Certo è meglio che niente, ma non tutti gli eventi si adattano a questa modalità.

Un ciclo di conferenze risentirà parzialmente di una simile organizzazione, ma lo stesso non si può dire, ad esempio, per un evento di networking. In questo caso, meglio aspettare tempi migliori.

Fatte tutte queste considerazioni, è possibile iniziare a valutare le tempistiche di quando si potrà organizzare eventi nei prossimi mesi.

Ovviamente questa è una semplice ipotesi basata sulla situazione attuale, se ci saranno sviluppi o evoluzioni in merito ti terrò aggiornato sul blog di Meeting Hub.

Quando sarà sicuro organizzare eventi?

organizzatrice di eventi

Per come stanno le cose ora, le possibilità di una riapertura del mercato degli eventi e le stime di rischio ad essi collegati sono le seguenti.

Ne parla Julius Solaris in un suo articolo su EventManagerBlog.

Giugno 2020

È estremamente improbabile che sia possibile tornare ad organizzare eventi di grandi e medie dimensioni.

Il rischio di contagio tra i partecipanti è molto elevato.

Luglio – Settembre 2020

Continuerà ad essere improbabile una riapertura del mercato degli eventi, visto che il rischio sarà sempre alto.

Ottobre – Dicembre 2020

Le stime per l’autunno inoltrato diventano più ottimistiche.

Molti eventi di grandi dimensioni sono già stati rimandati proprio a questo periodo e il rischio per organizzatori e partecipanti è percepito come moderato.

Gennaio – Marzo 2021

Si presume che per l’inizio del 2021 il pericolo sarà ormai superato e quindi sarà possibile tornare a organizzare eventi.

Proprio per questo moltissimi eventi, inizialmente previsti per il 2020, sono già stati posticipati ai primi mesi dell’anno prossimo.


In ogni caso questo che ti ho presentato rimane sempre e solo uno scenario possibile, ed è quindi suscettibile di cambiamenti.

Nei prossimi mesi sapremo se le varie misure di contenimento messe in atto dal governo saranno riuscite a rallentare il virus.

Solo allora avremo stime più precise su quando sarà possibile aspettarsi una ripresa nel mondo dell’organizzazione degli eventi.

Per restare aggiornato sull’argomento, sulle tempistiche e sulle modalità di riapertura, dai un’occhiata al nostro blog.