SlideShare è una piattaforma che ti permette di condividere le tue slide in modo facile e veloce. Pubblicamente o con i tuoi amici. Ne hai mai sentito parlare? No? Non c’è problema. Qui troverai una semplice guida che ti permetterà di conoscere tutte le funzionalità di questo sito.

Ti è mai capitato di dover condividere con i tuoi amici, i tuoi compagni, i tuoi studenti delle presentazioni PowerPoint? Immagino di sì.

Inizialmente provi ad inviarle via mail. Il file si carica dopo una vita, o più spesso non si carica affatto a causa delle dimensioni.

Decidi di creare una cartella condivisa su Dropbox. Anche lì lo spazio a disposizione non è molto (a meno che tu voglia sborsare dei soldi), i tempi sono lunghi e c’è sempre qualche destinatario che non riesce ad aprire il link per scaricare il documento.

Passi quindi a WeTransfer. Soliti tempi infiniti, dopo qualche giorno il link scade e inevitabilmente qualcuno non fa in tempo ad effettuare il download.

Mi viene noia solo a scriverlo, figuriamoci a farlo.

Per tua fortuna un’alternativa c’è e si chiama SlideShare!

Slideshare.net: la soluzione definitiva ai tuoi problemi

icona slideshare

Tutti questi sbatti possono essere evitati, fortunatamente. Basta servirsi di SlideShare.

Non ti crescerà più la barba aspettando l’upload delle tue presentazioni, non avrai più quel piccolo problema di riuscire a scaricare le slide per preparare un esame il giorno prima dell’esame stesso.

Non dovrai nemmeno più pensare alle dimensioni dei tuoi file, insomma: non dovrai proprio pensare.

Ti basterà seguire qualche semplice passaggio e scoprirai che condividere presentazioni, infografiche, documenti è un gioco da ragazzi.

Per prima cosa, collegati al sito.

Ti troverai davanti questa pagina:

Slideshare condividere slide

Non ci vuole un genio, ma te lo dico comunque: devi registrarti.

Un click su “Signup” (in alto a destra), ed ecco che si apre questa pagina:

Slideshare condividere slide-Sign up

Come vedi, a meno che tu non sia “a company or a university”, per iscriverti avrai bisogno di un profilo LinkedIn.

So che stai già pensando: ma non avevi detto niente sbatti?

Certo che l’ho detto. Ormai tutti (o quasi) sono iscritti a LinkedIn, se non lo sei mi spiace dirtelo, giuro, ma non sei sul pezzo (scusami per l’espressione colloquiale, ma non c’è modo migliore per dirlo).

SlideShare: la premessa è iscriversi a LinkedIn

Cerco di essere breve: LinkedIn è il miglior sito per trovare lavoro ed è semplicissimo da usare.

Scrivi la tua presentazione, carichi il tuo curriculum, elenchi le tue skills, e in base ai tuoi dati e alle tue competenze ogni giorno (davvero, ogni santo giorno) ti arrivano un sacco di notifiche di annunci di lavoro.

Per la maggior parte di questi c’è l’opzione “Easy Apply”, il che vuol dire che ti bastano cinque minuti per inviare la tua candidatura.

Quindi, sei caldamente invitato a creare il tuo profilo LinkedIn (inserisci un paio di dati, lo aggiornerai dopo), in modo da poter cliccare su “Sign in” e proseguire con l’iscrizione a SlideShare.

Niente di complicato o di diverso da qualsiasi altro sito. Anzi, con l’iscrizione via LinkedIn avrai già username e password (e una password in meno da ricordare è una gran cosa, giusto?).

E ora che ti sei iscritto?

Bella domanda. Innanzitutto, completa il tuo profilo con qualche info in più.

Slideshare condividere slide-Collegare profili social

Apri il menu a tendina “Account Settings” e dai un’occhiata.

Alla voce “Social” vedi che SlideShare ti offre la possibilità di collegare i tuoi profili social.

Oltre a LinkedIn, di cui già abbiamo parlato, puoi collegare il tuo profilo Facebook (non c’è bisogno che spieghi pure questo, no? Penso sia iscritta anche mia nonna). Basta un click su “Connect” e via, puoi farcela da solo (:

Puoi decidere quali notifiche ricevere via mail, quali utenti bloccare, ecc.

Soffermiamoci però un attimo su “Content“.

Slideshare condividere slide-Content lingua licenze

Qui puoi selezionare la lingua che preferisci e scegliere il tipo di licenza per i tuoi contenuti.

Come puoi vedere, io ho scelto “All Rights Reserved“, ma puoi anche applicare una licenza Creative Commons (clicca su “learn more” per saperne di più).

Passando a “Profile Details” puoi aggiungere una foto profilo, scrivere qual è la tua occupazione e l’azienda/società/organizzazione per cui lavori, raccontare qualcosa in più su di te nella sezione “About” e aggiungere il link al tuo sito web, se ne hai uno.

Inoltre, puoi selezionare la città in cui vivi ed inserire i link ai tuoi profili Twitter, Facebook e LinkedIn, in modo che vengano mostrati chiaramente sulla tua pagina e tutti li possano vedere.

Ma passiamo alla parte che ci interessa maggiormente, ossia quella che ti consente di caricare un file. 

Cliccando in alto a destra su “Upload” ti compare questa schermata.

Slideshare condividere slide-Upload

SlideShare.net: formati supportati dalla piattaforma

icona uploadPrima di caricare qualsiasi cosa, è bene dare un’occhiata ai formati supportati.

Le presentazioni e i documenti possono essere caricati in diversi formati: Word, PowerPoint, OpenOffice, ma, per essere assolutamente sicuri che il file caricato mantenga il layout di quello originale, è consigliabile convertire tutto in PDF prima di effettuare l’upload.

In questa pagina troviamo altre informazioni importanti:

  • Il file che vogliamo caricare non può superare i 300 MB.
  • Esiste anche una mobile app, che supporta gli stessi formati del sito tranne le infografiche.
  • Non è possibile caricare direttamente file in formato video, ma abbiamo la possibilità di incorporare i video di YouTube come parte di una presentazione (il procedimento è spiegato chiaramente qui).

Una volta che è tutto chiaro, puoi procedere con l’upload: seleziona il tuo file e avvia il caricamento.

Fidati, in meno di un minuto il file sarà caricato.

Ora ti trovi a questo punto:

Slideshare condividere slide-Esempio upload presentazione

Come puoi vedere dalla schermata, puoi inserire titolo, descrizione, scegliere una categoria per il file e aggiungere dei tag, che permettono al tuo documento di essere “scoperto” più facilmente nel momento in cui decidi di renderlo pubblico, impostando il valore di “Privacy” su “Public”.

Se non vuoi che le tue slide siano di dominio pubblico, puoi cliccare l’opzione “Limited“. In questo modo, solo le persone a cui fornirai il link potranno visualizzare la presentazione.

Hai, infine, la possibilità di impostare il materiale che hai caricato in modo che nessun altro oltre a te possa trovarlo. Basta selezionare “Private“.

Ecco che in due minuti il tuo file è pronto per la pubblicazione. Non ti resta che cliccare su “Publish“.

Ora che il file è stato pubblicato (hai visto quanto è stato semplice? E veloce, soprattutto), vediamo subito come condividerlo.

Sotto il titolo della tua presentazione trovi il pulsante “Share“. Cliccandolo compare questo:

Slideshare condividere slide-Opzioni share

In questo modo, puoi subito condividere le slide sui social (Facebook, Twitter, LinkedIn).

Oppure puoi inserire le mail degli amici che vuoi visualizzino il tuo lavoro, incorporare il codice HTML o il codice per WordPress, o ancora copiare il link e inviarlo a chi vuoi.

Coloro che avranno accesso alla tua presentazione avranno la possibilità di commentarla, scaricarla e mettere un like.

SlideShare Analytics: cos’è e a cosa serve

icona analytics

Soffermiamoci ancora un attimo sull’ultima schermata vista.

In basso a destra trovi il pulsante “Analytics FREE“, importante per chi ha deciso di condividere pubblicamente le sue slide. Cliccalo…

Slideshare condividere slide-Analytics

Se hai reso pubbliche le tue slide, attraverso questo strumento puoi vedere facilmente quante visualizzazioni hai ottenuto, quante persone hanno commentato, quante hanno condiviso.

Insomma, hai la possibilità di valutare il “successo” dei file caricati.

Questo è davvero utile: magari c’è qualcosa che non va nel titolo, hai usato parole poco comuni che non vengono cercate spesso dagli utenti. Oppure hai “sbagliato” nella scelta dei tag, o nella descrizione.

Prova a cambiare qualcosa e verifica subito se le visualizzazioni e i download aumentano. Se è così, ecco che hai imparato anche a rendere il tuo documento più “discoverable”.

icona lente d'ingrandimento

Be’, a questo punto l’avrai capito.

SlideShare non è solo un’ottima piattaforma per condividere le tue slide, ma anche per cercare quelle realizzate da qualcun altro e sicuramente imparare qualcosa di nuovo.

Discover. Share. Learn.“: è questa la scritta che ci ha accolti appena ci siamo collegati al sito.

Trovare ciò che ti interessa è semplicissimo.

Slideshare condividere slide-Explore

Basta cliccare su “Explore“: qui trovi tutto il materiale caricato pubblicamente sul sito, comodamente diviso per argomenti (ovviamente, puoi anche usare la barra di ricerca).

Impossibile non trovare ciò che fa al caso tuo!


Credo di aver detto davvero tutto. Spero che questo piccolo vademecum ti sia utile e, se qualcosa non ti è chiaro, sei (come sempre) caldamente invitato a commentare e a pormi qualsiasi domanda ti venga in mente.

Modestia a parte, dopo aver scritto questa guida mi ritengo un’esperta di SlideShare 🙂