Meeting Hub Meeting Hub blog
uomo che segue il bleisure, la nuova frontiera dei viaggi di lavoro

Bleisure: la nuova frontiera dei viaggi di lavoro

Da oggi è possibile unire viaggi di lavoro e visite a luoghi di vacanza incantevoli. Scopri come conciliare business meeting e benessere psicofisico con il bleisure, la nuova frontiera dei viaggi di lavoro che ti permetterà di vivere con serenità le tue trasferte aziendali.

Ammettilo, quando da piccolo desideravi un lavoro che ti permettesse di viaggiare non avresti mai pensato a quanto poco divertenti fossero in realtà le trasferte d’affari! Ore e ore trascorse in stazione, in autostrada o in aeroporto.

Poi subito in albergo per il check in, lo stesso nel quale si sarebbe svolto l’evento organizzato. Niente visite in città, incontri divertenti o degustazioni di cibo locale.

Oggi però il tuo sogno potrebbe realizzarsi grazie al turismo bleisure, una vera e propria rivoluzione relativa ai viaggi di lavoro che diventano anche occasione per trascorrere qualche giorno di vacanza.

Bleisure: significato e definizione

icona valigiaIl termine bleisure è un recentissimo neologismo inventato dagli americani. Sta infatti a indicare l’unione tra business travel e leisure travel, ovvero tra viaggio di lavoro e di piacere.

Cercando di unire l’utile al dilettevole, quindi, cambierà anche la tua percezione del turismo. Le abitudini e i criteri di scelta delle tue destinazioni si orienteranno sempre più verso le mete che offrono opportunità di business, oltre che di svago.

A prima vista il bleisure risulta essere un abbinamento apparentemente incompatibile, ma in realtà è già molto proficuo sia dal punto di vista del lavoratore che dell’azienda.

In condizioni di relax è provato che gli affari portano profitti più alti.

Potresti quindi riuscire a conciliare il tuo tempo lavorativo con il tuo tempo libero per raggiungere risultati di concentrazione e produzione molto più soddisfacenti, che aumentano anche il tuo livello di appagamento e motivazione in termini lavorativi.

Addirittura, puoi organizzare intelligentemente i tuoi viaggi di lavoro utilizzandoli come ottimo strumento di conciliazione tra lavoro e famiglia.

uomo seduto davanti al pc

Turismo Bleisure: nuove tendenze e benefici

icona polliceDa recenti analisi sul fenomeno del turismo bleisure sono emersi dati interessanti sia su questa nuova pratica sia su chi ne viene coinvolto.

In particolare ti segnalo i seguenti:

  • 1 lavoratore su 5 unisce lavoro e tempo libero. Inoltre la metà di essi prolunga il viaggio, mentre un terzo lo anticipa
  • Volontà di ampliare le proprie di esperienze: il 96% dei lavoratori-viaggiatori approfitta del viaggio di lavoro per conoscere luoghi mai visti prima
  • Reale concretezza di incrementare la qualità del lavoro: il 78% sente che aggiungere qualche giorno di vacanza alla trasferta lavorativa migliori la qualità del lavoro stesso, ottimizzando anche i profitti e rendendo il viaggio più produttivo
  • Possibilità di migliorare il senso di appartenenza alla propria azienda: il 73% dichiara che il bleisure migliora sia l’attaccamento al proprio lavoro che la soddisfazione professionale, influenzando così anche le performance finali
  • Voglia di coinvolgere la famiglia (in media circa la metà dei lavoratori), anche facendosi raggiungere in seguito nel luogo in cui si trovano.

Interessanti questi dati sui viaggi bleisure, vero? Ma entriamo più nel dettaglio di questa pratica. Forza. continua a leggere per scoprire altre informazioni super interessanti sull’argomento! 🙂

E se non sei ancora molto ferrato con le lingue estere, ricordati di scaricare la app del traduttore simultaneo!

Le origini del Bleisure Travel

I primi esperimenti sul bleisure sono molto recenti e risalgono al 2011. Il fenomeno dei viaggi bleisure, anche definito Bizcation (“business” e “vacation”), è stato analizzato da una recente ricerca effettuata tra diversi leader mondiali nell’organizzazione di viaggi d’affari ed eventi per multinazionali e istituzioni pubbliche.

Da questa analisi è emerso che, tra il 2011 e il 2015 sono stati effettuati 29 milioni di voli. È interessante concentrarsi sul 2015, anno della consacrazione definitiva del bleisure, dove sono state rintracciate 7 milioni di tratte adibite a tale scopo con quasi 2 milioni di passeggeri.

Il perno di origine attorno a cui ruota questa nuova pratica nasce sicuramente dal sabato, giorno strategico. Circa il 46% dei lavoratori aggiunge volentieri il week-end alla trasferta di lavoro.

Oppure il 34% preferisce anticipare l’arrivo a destinazione e dedicarsi agli impegni lavorativi solo dopo aver fatto il carico di energie mentali, come ottimo spunto per visitare un nuova città.

Il restante 20%, invece, abbina pezzetti di vacanza sia prima che dopo i giorni di lavoro vero e proprio.

Queste scelte arrivano persino a determinare la selezione dell’hotel (fondamentali diventano quelli in centro città), al quale potresti aggiungerci anche servizi di Spa o escursioni turistiche.

Stai già programmando il tuo prossimo viaggio di lavoro e non vedi l’ora di soggiornare in un bellissimo bleisure hotel?

Guarda qui tutti i migliori hotel d’Italia per viaggi bleisure

uomo al telefono durante un viaggio di lavoro

Le mete più gettonate dei viaggi bleisure

icona aereoÈ importante notare come anche la distanza tra la città di partenza e quella d’arrivo può giocare anche un ruolo fondamentale nella scelta della tua meta. Diciamocelo, il turismo bleisure attira tanto più la meta è lontana.

È tutta una questione di interessi ma anche di psicologia, in quanto l’occasione di visitare posti nuovi in cui non si tornerà così facilmente è davvero allettante. Certo dovresti considerare anche la lunghezza del viaggio e il famigerato jet-leg.

Per questa ragione, i viaggi intercontinentali fanno aumentare notevolmente il tasso di interesse business-leisure. Ad esempio, da San Francisco a Londra e viceversa si hanno richieste fino al 24%.

La capitale inglese è richiestissima anche per coloro che s’imbarcano per affari da Singapore e per il 15% di quelli che partono da New York.

Gli spostamenti all’interno dello stesso continente sfiorano appena il 10% e addirittura difficilmente si trasforma in vacanza un viaggio di lavoro all’interno dei confini della propria nazione, che raggiunge appena il 5%. Un esempio su tutti, la tratta Parigi-Londra arriva appena al 2%.

Le città del sud vincono in tutti i continenti

Il maggior numero di viaggiatori business sceglie come mete l’Europa e gli Stati Uniti. Può suonare strano ma Honolulu non rientra tra le 100 città del mondo ai vertici per traffico aereo, cioè con più di mille voli di lavoro prenotati ogni anno.

Se anche tu sei un amante del Vecchio Continente, non troverai strano che le mete più richieste siano anche le più calienti come Barcellona e Lisbona, seguite da vicino da Istanbul e Nizza.

Se il mare trionfa, la cultura sta un passo indietro con Roma, Amsterdam, Dublino, Ginevra, Londra, Madrid, Parigi e Mosca.

Oltreoceano, invece, è quasi un monopolio delle città del sud: Miami, Orlando, Las Vegas fanno incetta di richieste surclassando addirittura i luoghi simbolo come New York, Los Angeles e San Francisco. In generale, comunque, al di la della posizione si stima che gli interessati effettuino in media uno o due viaggi di questo tipo all’anno.

donna con pc di fronte al mare

I manager amano la Thailandia e gli spaghetti

Il turismo bleisure è tra le tendenze che potrebbero esplodere a tutti gli effetti da un momento all’altro.

Booking, famoso sito di prenotazione viaggi, ha voluto portare avanti un’indagine su oltre 4500 passeggeri business tra i più grandi Paesi del mondo per cercare così di disegnare il profilo di questo tipo di viaggiatore.

Emerge che la metà di loro ha confermato che gli spostamenti internazionali per motivi di lavoro possono essere l’occasione giusta per:

  • conoscere una nuova cultura
  • vedere una città diversa
  • avere una ‘scusa’ per ritagliarsi una breve vacanza

Emerge con questo studio che i paesi più ospitali e che attirano più manager sono perlopiù posizionati a Oriente: i primi tre posti sono infatti occupati da Thailandia, Giappone e Taiwan, seguiti da Canada, Cina e Stati Uniti.

La Germania però, è la nazione in cui si viaggia con più facilità anche se l’aeroporto più efficiente del pianeta pare essere quello di Singapore. L’Italia, invece, è stata messa dai business-man tra i posti con la cucina migliore, davanti alla Francia e a Taiwan.

Bleisure inverso

Un ultimo punto interessante in tema bleisure riguarda la sua interpretazione anche in senso opposto a quello tradizionale. Cioè? Può capitare che partendo per una vacanza si associ a questa – più o meno volontariamente – un po’ di lavoro.

In questo caso potresti prendere in considerazione mete come la Svezia, la Nuova Zelanda o paesi etnici che attirano non solo per l’arte, il paesaggio, il cibo e la cultura del luogo ma anche per trovare opportunità interessanti per la propria attività. Del resto sono tutti in paesi in via di sviluppo o economicamente in crescita.

Anche Forbes ha a cuore il tema, perciò potresti dare un’occhiata alla sua lista dei 150 Paesi con le migliori opportunità di business.

Ai primi posti non si trovano solo mete turistiche tradizionali come il Regno Unito ma anche luoghi spesso sottovalutati in materia di affari, come ad esempio i Paesi scandinavi (Svezia, Danimarca, Norvegia, Finlandia) e del Nord Europa (Regno Unito, Irlanda e Olanda) e Nuova Zelanda. Non mancano alcuni importanti fulcri finanziari orientali come Hong Kong.

Prendendo spesso l’aereo ti sarà sicuramente capitato di sentire le ultime novità a riguardo del WiFi in alta quota, ma è tutto vero?


Li conosci già i migliori strumenti creati e messi a disposizione per chi viaggia per lavoro? Eccoli qui:

Se l’articolo ti è stato utile condividilo con i tuoi colleghi, magari anche loro vogliono conoscere di più sull’argomento per lanciarsi nel turismo bleisure. Cosa ci fai ancora qua? Corri a parlarne con il tuo capo e prepara subito le valigie! 🙂

Un saluto e alla prossima!

Melissa Mercuri

Melissa Mercuri

Ebook Meeting Hub

Inserisci i tuoi dati e riceverai gratuitamente via mail l'Ebook completo.

Ben fatto! A minuti riceverai via mail l'Ebook!
Oh oh! qualcosa è andato storto! Riprova più tardi!

Articoli Correlati