Capitale italiana degli affari e della moda, negli ultimi anni Milano sta attraversando una fase di sviluppo senza precedenti, in tutti i campi.

Dalla cucina alla cultura, dallo sport alle nuove tecnologie, il capoluogo lombardo si presenta come un posto dalle mille occasioni. Ecco una lista di 20 cose imperdibili.

Cosa vedere a Milano, cosa fare a Milano

Sede di aziende, compagnie, agenzie di tutti i tipi, Milano è il cuore del business in Italia. Grazie alle moltissime sale attrezzate e ai tanti hotel, rappresenta una location ideale per meeting di lavoro e congressi.

Quando hai finito di parlare di affari, sono molte le occasioni di svago e intrattenimento nella capitale meneghina. Abbiamo raccolto una lista di 20 cose da fare e vedere a Milano, cercando di spaziare un po’ a seconda degli interessi delle persone. Ovviamente non sono tutte, ma sicuramente sono una buona base. Allaccia le cinture!

1. Parco Sempione, Castello Sforzesco e Triennale

Castello Sforzesco

Appena esce il sole (una cosa non troppo comune nei mesi invernali), ti conviene trascorrere almeno una mattinata o un pomeriggio in questa zona. In questo itinerario natura, storia e arte si fondono, facendo del Parco Sempione e delle costruzioni attorno ad esso una delle parti migliori di Milano.

Potrai passeggiare sui viali del parco o percorrerli in bicicletta, prendere un po’ di sole vicino all’arco della pace, ammirare il Castello simbolo di Milano. E poi, visitare il Palazzo dell’Arte, che ospita la Triennale di Milano.

Si tratta di un’istituzione culturale vivissima nella scena italiana ed europea, che da anni organizza mostre e convegni di vario tipo, dallo sport alla moda, fino all’arte, all’alimentazione e a molto altro. In base ai gusti e alle esposizioni temporanee, un must see a Milano!

2. Andare per bar: i Navigli

Navigli di Milano

Dopo che hai trascorso una dura giornata di lavoro, o al termine di un meeting particolarmente faticoso, non puoi fare niente di meglio che goderti un aperitivo o un drink post-cena nel suggestivo scenario dei Navigli.

Stiamo parlando di una delle zone preferite dai giovani milanesi (e dai fuori sede), caratterizzata da dei canali paralleli popolati da una variegata scelta di baretti, locali e ristoranti. In generale tutta la zona di Porta Genova offre una vasta scelta per la sera.

3. Il nuovo skyline di Milano

Skyline di Milano

Una delle zone rivalutate grazie anche all’Expo è quella di Garibaldi/Isola, a nord di Milano e ben collegata al centro dai trasporti pubblici. I grattacieli trasparenti della nuova Piazza Gae Aulenti, con in primis la Torre Unicredit e i suoi 231 metri, hanno rinnovato l’orizzonte milanese.

Corso Como è uno dei nuovi poli della night life, i locali vegani, bio e di altro tipo sono la meta preferita per le pause dal lavoro e per i pranzi d’affari. Nel quartiere si respirano lo sviluppo e la modernità di Milano, la grande voglia di futuro della metropoli lombarda.

Sviluppo eco-sostenibile, come dimostrano le piste ciclabili tirate a lucido, i parchi e soprattutto il bellissimo “bosco-verticale”, il famoso grattacielo con le terrazze verdi progettato dall’architetto Stefano Boeri: un gioiello.

4. Night at the Opera: il Teatro alla Scala

Teatro alla Scala

Ritenuto universalmente uno dei teatri migliori del mondo, per l’architettura, l’eleganza e la caratura degli spettacoli, ogni anno il Teatro alla Scala, a due passi dal Duomo, attrae migliaia di spettatori.

Dal balletto ai concerti, ci sono eventi di vario tipo pronti a incontrare il tuo gusto. Il piatto forte della stagione teatrale è però sicuramente l’opera. In generale, l’offerta teatrale di Milano è molto viva e variegata, dal Piccolo al Carcano, fino all’Arcimboldi e ad altri teatri minori, indipendenti e inclini alle nuove tendenze.

5. Vedere una partita a San Siro (la “Scala del Calcio”)

Stadio Meazza

Da molti reputato lo stadio migliore della Serie A, oltre ad essere il più capiente con i suoi 82mila posti, lo Stadio Giuseppe Meazza di San Siro ha ospitato la finale di Champions League del 2016.

Durante l’anno è sede delle partite casalinghe di Milan e Inter.

Non molto distante dal centro, e collegato ancor meglio negli ultimi anni grazie alla nuova fermata della metro sulla linea Lilla, è uno spettacolo che merita di essere visto, soprattutto nel caso in cui nel weekend in cui ti trovi a Milano ci siano partite di cartello. La migliore, va da sé, è il derby della Madonnina: Milan-Inter. I prezzi non sono proibitivi.

6. La Pinacoteca di Brera

Pinacoteca di Brera

Abbiamo fin qui avuto modo di assaggiare la grande vitalità culturale di Milano, con spettacoli, eventi sportivi ed esposizioni. Una pietra miliare dell’universo artistico e culturale di questa città è sicuramente la Pinacoteca di Brera, situata nel Palazzo Brera, in una bellissima zona di Milano.

Al suo interno potrai ammirare i quadri dei più grandi artisti italiani e mondiali (con un focus particolare sulla pittura veneto-lombarda), dagli albori fino al secolo scorso. Una collezione pregiata e curata, da non perdere se sei un appassionato di pittura.

7. I fenicotteri rosa di Villa Invernizzi

Fenicotteri rosa

Dietro Corso Venezia, la via che da Porta Venezia arriva fino a Piazza San Babila, sorge Villa Invernizzi, il palazzo dell’omonimo Romeo (1916-2013), che ha fondato una delle più grandi aziende casearie italiane, la Invernizzi per l’appunto.

Noto mecenate e filantropo, assieme a sua moglie Enrica Pessina (furono sposati per 69 anni), accettò di lasciare la campagna per andare a vivere al centro di Milano solo “in cambio” di dodici fenicotteri rosa, che lasciarono il Sud America alla volta di Milano.

Oggi gli eleganti e strambi volatili si sono adattati perfettamente all’ambiente e vivono nello splendido giardino di Via Cappuccini. Affacciandoti alle inferriate, potrai ammirarli mentre sguazzano nel laghetto o si esibiscono nelle tipiche pose su una gamba.

8. Gli eventi annuali a Milano

Sfilata Milano

Abbiamo parlato di come Milano sia un polo importante per occasioni di vario genere.

Le due settimane della moda, la design week e il nuovo salone del libro sono solo alcuni degli appuntamenti imperdibili.

E anche se, ti trovi a Milano per affari o per piacere proprio durante i giorni di un evento, cerca assolutamente di non perderlo!

9. Prendersi una pausa di riflessione al Cimitero Monumentale

Cimitero Monumentale Milano

Attivo sin dal XIX secolo, dopo esser stato progettato dall’architetto Carlo Maciachini, viene da molti definito il “museo a cielo aperto” di Milano, per la bellezza dei monumenti che ci sono all’interno, appartenenti a stili variegati (c’è anche una riproduzione più piccola della Colonna Traiana di Roma).

Luogo di quiete e di serenità, oltre che di interesse artistico e architettonico, ospita le tombe di importanti personaggi italiani e stranieri (Cannavò, Kiplin, Fo, Hayez, Marinetti, Toscanini, Veronesi), e vale decisamente la pena di farsi un giretto al suo interno.

10. Piazza Duomo

Duomo di Milano

Il simbolo di Milano, conosciuto e ammirato in tutto il mondo, è sicuramente il suo Duomo. Terza chiesa cattolica al mondo per superficie (dopo San Pietro e la cattedrale di Siviglia) è dedicato a Santa Maria Nascente.

La sua costruzione inizia nel XIV secolo sui resti di un’altra basilica, mentre la Madonnina d’oro, punto più alto del Duomo, domina Milano da fine ‘700. La sua straordinaria architettura, l’imponenza e lo stile di stampo gotico ma reinterpretato in diverse maniere ne fanno un monumento unico al mondo. Salire sulla sua terrazza ti regala una vista unica sulla città.

La Piazza del Duomo è la principale attrazione turistica della città, ma anche i milanesi non disdegnano una passeggiata da queste parti, con un po’ di shopping nelle storiche boutique della Galleria Vittorio Emanuele e un aperitivo al Signorvino o, per i più abbienti, sulla Terrazza Aperol o sul Martini Roof Club.

In Piazza Duomo inoltre sorge il Palazzo Reale, che accoglie continuamente delle straordinarie mostre temporanee d’arte. Sempre sulla stessa Piazza affaccia il Museo del Novecento, altra tappa artistica da non lasciarti sfuggire quando soggiorni a Milano.

11. Mangiare il sushi

Sushi

Pur essendo la cucina milanese molto buona, Milano può essere senza dubbio considerata la capitale italiana del sushi. Sempre più apprezzato e ricercato da tutti, il tipico piatto giapponese a base di riso e pesce crudo viene proposto in tutte le sue varianti in città.

Ideale soprattutto per dei pranzi di lavoro, visto che l’offerta all you can eat (“tutto quello che puoi mangiare”) è nettamente più economica a mezzogiorno (sui 13€ di media contro i 20 della cena), i ristoranti di sushi sono veramente tantissimi a Milano.

Se Poporoya è tra i locali sushi classici migliori, i veri posti imperdibili sono i tre ristoranti della catena Temakinho. Fusion giapponese-brasiliana, se ti piace il sushi ne rimarrai sicuramente estasiato: piatti particolari e di prima qualità, rigorosamente accompagnati da una caipirinha classica o da una al sake.

12. Il Cenacolo Vinciano

Cenacolo Vinciano

L’ultima cena è uno dei dipinti più famosi di Leonardo da Vinci e di tutta l’arte italiana. Reso ancor più celebre dal libro di Dan Brown “Il Codice da Vinci”, è uno dei capolavori del poliedrico inventore italiano. L’imponente dipinto parietale è ospitato nel convento della Basilica di Santa Maria delle Grazie, anch’essa meritevole di una visita.

La cosa importante, se decidi di recarti a vedere il Cenacolo, è che prenoti la visita con abbondante anticipo, vista la grande richiesta e il numero limitato di posti (puoi farlo tranquillamente online). Tanto per farti un’idea, in questo momento (31 gennaio) per febbraio c’è solo un buco il 23.

13. Le Colonne di San Lorenzo, movida e bellezza

Colonne di San Lorenzo

Assieme ai Navigli, le Colonne di San Lorenzo sono l’altro luogo preferito dai ragazzi e dalle ragazze che vivono a Milano per godersi la serata insieme, prima e dopo cena. I bar e i locali in cui prendere qualcosa da bere sono molti e di vario tipo. Non lontano, a cinque minuti a piedi, c’è il Morgan’s, che propone ottimi cocktail (sui 10€ l’uno).

La cornice, inoltre, è davvero di quelle suggestive, con le sedici colonne di epoca tardo-romana incolonnate di fronte alla basilica di San Lorenzo. Le “Colonne” distano solo 10 minuti a piedi dai Navigli, quindi se sei in serata puoi anche rischiare la doppietta!

14. Shopping e vintage a Milano

Shopping Milano

Se ti trovi a Milano per un convegno o un meeting, e vuoi sfruttare le ore di libertà per dedicarti agli acquisti, hai veramente l’imbarazzo della scelta. Da Via Montenapoleone, con i negozi più chic di Milano, ai grandi centri commerciali che costellano le zone immediatamente fuori dal centro, fino ai tantissimi mercati (stabili o allestiti solo alcuni giorni della settimana)

Un posto diverso dal solito e molto particolare è la Fiera di Sinigaglia, un mercatino vintage pieno di bancarelle che si svolge tutti i sabato dalle 8 alle 18 in zona Ripa di Porta Ticinese, da godersi soprattutto nelle giornate più soleggiate.

15. Chiesa di San Bernardino alle Ossa

Chiesa San Bernardino alle Ossa

Tra le tantissime chiese degne di essere viste a Milano, ti proponiamo San Bernardino alle Ossa, unica nel suo genere. La sua peculiarità è che le pareti sono interamente decorate da… ossa umane! Tibie, teschi, omeri e altri resti: uno spettacolo un po’ macabro ma molto suggestivo.

La Chiesa è stata costruita nel 1268, mentre le ossa che la “decorano” derivano probabilmente dal vicino ospedale di Santo Stefano Maggiore, che durante le pestilenze non riusciva a contenere tutti gli scheletri. Anche se c’è chi dice che siano dei martiri, o i resti dei cristiani uccisi dagli eretici prima del 1.000, oppure solo quelle degli “appestati” raccontati da Manzoni ne I Promessi Sposi.

16. L’happy hour e l’Ostello Bello

Ostellobello Milano

A Milano l’happy hour è un rito scelto da giovani e adulti, apprezzato soprattutto dopo una giornata di lavoro. Messo a disposizione da quasi tutti i bar, consiste in un buffet (gratuito) di vario tipo, accompagnato da un drink (da pagare il primo ha un prezzo fisso a volte, sui 5-7€).

Un modo insomma per stare in compagnia, bere qualcosa e a volte anche riempirsi la pancia per non doversi preparare la cena a casa; il tutto a cifre abbastanza modiche, essendo a Milano.

Il posto che ti consigliamo per goderti l’happy hour è l’Ostello Bello (a Milano ce ne sono due, quello “Grande” in zona stazione centrale e l’altro dietro Via Torino): un ostello, appunto, dall’atmosfera molto giovanile, tra musica, giochi da tavolo e ragazzi provenienti da ogni parte del mondo, dove molti si recano semplicemente a bere un aperitivo, senza essere ospiti in una delle stanze.

17. Parlarsi da una parte all’altra di Piazza Mercanti

Piazza Mercanti

Un tempo centro della vita medievale, oggi Piazza Mercanti è una via pedonale, angolo di storia e relax a due passi dal centro. In essa sorgono palazzi importanti come il Palazzo della Ragione e altre sculture da ammirare passeggiando.

Una delle particolarità del luogo è costituita dal fenomeno acustico che permette di sentire tutto e comunicare a distanza, che ai tempi dei comuni pare fosse usato per gli scambi commerciali. In questo articolo viene spiegato in maniera dettagliata il fenomeno acustico di Piazza Mercanti e come bisogna disporsi per ottenere l’effetto desiderato.

18. Bere una pinta in uno dei pub migliori del mondo

Cocktail Milano

Dal 2007 incoronati tra i migliori 50 bar del mondo, “I Nottingham cocktail bar sono locali in stile fusion, ossia locali che fondono nell’arredamento stili orientali, caraibici e africani generando uno stile globale […] Pionieri della barchef mixology, armati di filtri ed essenze molecolari hanno aperto la strada a quella che ora è la tendenza mondiale. Forti di 40 anni di esperienza sul campo spesso apportano nuovi drink ai ricettari internazionali”.

Così si racconta sul sito questa catena di pub. Non fa eccezione il Nottingham Forrest di Milano, ubicato vicino a Porta Venezia. Piccolino e accogliente, spesso per entrare è necessario attendere in coda. Ma una volta dentro, la tua attesa verrà ripagata. Consiglio: non andare in troppe persone, altrimenti difficilmente si trova posto (e le prenotazioni non sono accettate).

19. Piazza Affari e il dito medio

Piazza Affari Milano

Da queste parti vedrai di continuo banchieri e uomini dell’alta finanza in giacca e cravatta, che entrano in Palazzo Mezzanotte, sede della Borsa di Milano, fondata nel 1808.

Al centro dell’elegante piazza, dal 2010 torreggia la scultura “L.O.V.E”, un’irriverente opera di Maurizio Cattelan che consiste in un dito medio di quasi cinque metri realizzato in marmo di Carrara durante gli anni della crisi, come protesta contro la recessione e il mondo borsistico.

20. Giardini Pubblici Indro Montanelli

Giardini Pubblici Indro Montanelli

Primo parco milanese progettato per uso pubblico (siamo a fine ‘700), questi giardini alla francese sono intitolati da una quindicina d’anni al noto giornalista e intellettuale, che trascorreva del tempo nella loro quiete. Si trovano ad un passo dal traffico e dal fermento di Corso Venezia e Corso Buenos Aires (una delle vie dello shopping di Milano).

Al loro interno, oltre a respirare un po’ di aria pura e a poter giocare o rilassarsi nel verde, potrai ammirare diversi luoghi di interesse come il Museo di Storia Naturale, Palazzo Dugnani e il Planetario. Ideali per una fuga dalla vita cittadina senza dover andare lontano.

Cosa fare a Milano, cosa vedere a Milano: resta vigile

Abbiamo visto come Milano sia un luogo in continuo sviluppo ed espansione. Ogni giorno sorge qualcosa di nuovo, viene dato rinnovato impulso alla vita cittadina. Per questo motivo, quando programmi il tuo soggiorno di lavoro milanese, informati su quali sono gli eventi in programma: troverai che Milano offre ogni giorno qualcosa per i tuoi gusti.

Prima di iniziare il tuo viaggio ti va di lasciarci un like?

Buon viaggio!

Scopri le migliori location di Milano!