Organizzare un Cocktail Party è una bellissima occasione per creare nuovi rapporti e socializzare con amici, parenti, colleghi o conoscenti.

In questo articolo ti spiegherò tutto ciò che serve sapere per organizzare un Cocktail Party perfetto.

Hai mai preso parte ad un Cocktail Party?

bicchieri che brindanoAvrai sentito sicuramente parlare di termini come aperitivo, happy hour o apericena, sono tutti sinonimi usati per indicare una bellissima festa con buoni drink, snack deliziosi, tante risate e buoni amici.

Un Cocktail Party è un momento per festeggiare un’occasione speciale con tanto brio, infatti ciò che caratterizza questo tipo di evento è proprio la sua energia e il movimento.

Dimentica le cene e i pranzi ingessati con ospiti relegati attorno ad un tavolo per ore quasi come se li avessero legati alla sedia.

Ad un Cocktail Party si sta in piedi, si passeggia e si socializza con un bel piattino in una mano e un drink nell’altra.

Basta tavole apparecchiate che costringono le persone a stare ferme e a parlare esclusivamente con gli altri accomodati. In un Cocktail Party ognuno può muoversi come e dove vuole e conoscere tanta gente.

Quando organizzare un Cocktail Party?

Calendario organizzazione

orariCome già accennato le occasioni in cui organizzare un Cocktail Party sono le più disparate: un anniversario, una laurea, un fidanzamento, un nuovo lavoro, o semplicemente per dare il benvenuto ai nuovi vicini.

Come per ogni evento tuttavia bisogna scegliere in modo cauto data e orario della festa.

In genere un Cocktail Party dura circa dalle due alle tre ore, indicativamente tra le 18 e le 20.

Ma attenzione: si tratta di una festa con stuzzichini e drink leggeri, non portate sostanziose, quindi guai ad organizzarlo troppo tardi: dopo un certo orario i tuoi ospiti saranno affamati come dei lupi e con tutta probabilità divoreranno qualunque cosa trovino sul tavolo del buffet.

Mai troppo presto, soprattutto se in settimana, perché alcune persone lavorano fino a tardi; ma nemmeno troppo tardi. Meglio scegliere un orario che si aggiri intorno a quello di cena.

Come organizzare un Cocktail Party

Finger food al Cocktail party

palloncinoÈ arrivato il momento di mostrare come si organizza un Cocktail Party.

Ma andiamo per gradi e vediamo passo per passo quali sono gli elementi da tenere in considerazione quando si vuole organizzare un evento di questo tipo.

Di seguito troverai alcuni importanti consigli, dei suggerimenti preziosi per chi è alle prime armi, o semplicemente non ha mai avuto modo di organizzare un Cocktail Party.

1. Scegliere lo spazio

stanzaPrima di partire con i preparativi è bene scegliere qualche giorno prima la location dove organizzare il Cocktail Party in modo tale da poter preparare tutto con largo anticipo.

Se è estate è meglio scegliere una struttura provvista di giardino, così che i tuoi ospiti potranno uscire e entrare con più libertà, un aspetto che farà molto piacere soprattutto ai fumatori.

I mobili devono essere sistemati in modo tale da lasciar molta libertà di movimento ai presenti. Sposta le cose ingombranti e i soprammobili non necessari.

Abbiamo detto che il Cocktail Party è una festa che va vissuta in piedi; questo però non vuol dire che i tuoi ospiti siano costretti a passare tutta la serata senza mai potersi sedere.

Non preparare sedie per tutti, ma preparane tante da poter far accomodare almeno il 20% dei tuoi ospiti.

Se la stanza è grande meglio disporre il cibo su tanti tavolini piccoli e distribuiti, in modo da invogliare gli ospiti a spostarsi, se invece lo spazio è più contenuto meglio usare un grande tavolo rotondo posto centralmente.

Tieni conto che ciascuno dei tuoi ospiti, soprattutto se in inverno, avrà una giacca quindi una camera dovrà essere adibita a guardaroba.

2. Illuminazione

soleL’illuminazione è molto importante perché crea diverse atmosfere e favorisce differenti stati d’animo.

Evita le plafoniere e la luce fredda, e punta sulle candele, meglio se quelle contenute in un vasetto di vetro perché capaci di creare un clima caldo, intimo ma al tempo stesso elegante.

Stai attento alle candele aromatiche: potrebbero essere molto piacevoli per alcuni ma fastidiose per altri. Non tutti amano gli stessi profumi, quindi se si vuoi puntare sull’aroma meglio scegliere qualcosa di delicato e poco invasivo. Su Partylite trovi centinaia di candele adatte a tutti i gusti, puoi decidere se acquistarle o semplicemente lasciarti ispirare.

3. Fiori

margheritaI fiori sono un must-have per un Cocktail Party. Sebbene sembrino passare inosservati, contribuiscono a dare un tocco di freschezza e vigore alla festa.

Per ottenere il massimo impatto puoi posizionarli sul tavolo o sul bancone principale, così sei sicuro che verranno notati.  Fanno una bella figura anche se posti  in bagno, meglio se sopra ad un mobiletto o una mensola.

Un’idea per un fiore di sicuro successo? L’Orchidea: bella da vedere, profumata e molto resistente.

4. Tovaglioli

tovaglioloMi raccomando, fai una bella scorta di tovaglioli. Ne serviranno circa 6 per ciascun ospite presente, quindi se alla tua festa parteciperanno 20 persone tieni conto che avrai bisogno di circa 120 tovaglioli di carta.

Se gli ospiti sono pochi puoi puntare di più sulla qualità, usando quelli  di lino, più eleganti. Possono sempre essere riutilizzati, quindi nel lungo periodo sono i più economici.

Un’idea per creare dei tovaglioli originali abbinati al tema della tua festa?

Cerca un timbro che rappresenti un’icona significativa e decora ciascun tovagliolo. I tuoi invitati rimarranno sicuramente impressionati. Se sei bravo a disegnare creali di persona, sarà ancora meglio, vedrai che il tuo impegno verrà apprezzato.

5. Musica

musicaLa musica aiuta i vostri ospiti a rilassarsi e a mettersi nel giusto stato d’animo.

Scegli melodie che si accordano al tema o al carattere della festa; sei tu che devi creare l’atmosfera, e la musica è l’essenza dell’atmosfera.

Il modo migliore per gestire la musica è quello di creare in anticipo una playlist, in modo tale da aver tutto già pronto e non dover fare le corse per cambiare cd mentre si sta servendo il cibo.

Per il dispositivo hai vasta scelta, una decisione che anche in questo caso dipende dal tipo di festa: puoi utilizzare giradischi di 45 giri così come un lettore cd o ancora l’iPod del tuo collega.

Ricordati sempre di controllare che l’impianto audio funzioni al meglio, per evitare imbarazzanti silenzi. Un paio d’ore prima che lo spettacolo inizi, fai un sound-check di prova.

Se decidi di usare dei cd provali prima della festa. Un cd può rovinarsi e la musica contenuta potrebbe essere compromessa.

Non sei amante dei cd? Allora ti consiglio Accuradio, un sito che ti permette di trovare musica di sottofondo adatta ad ogni festa: da quelle più chic a quelle sprintose ed effervescenti. Dacci un’occhiata! Sono sicura che troverai qualcosa che fa al caso tuo!

Come gestire gli inviti?

invito cocktail partyDevi tenere in conto che non tutte le persone che inviterai si presenteranno al tuo Cocktail Party.

Generalmente le persone che si presentano sono solo il 60% del totale degli invitati, e se pensi che gli amici più stretti non possano deluderti ti sbagli: solo il 75% di loro verrà, perché tutti hanno degli impegni.

Tieni conto che se si parla di uomini la percentuale si abbassa ancora, quindi se vuoi fare una festa in grande ma al tempo stesso vuoi fare in modo di avere una parità numerica fra uomini e donne dovresti invitare un numero più alto di uomini.

Hai già pensato agli inviti?

Se a partecipare sarà solo un piccolo gruppo di amici ti basta avere un telefono; chiamali e invitali direttamente.

Se le persone sono tante invece è meglio creare un invito scritto, a mano o al computer.

Se la tua festa segue un tema specifico puoi stampare il tuo invito su un foglio dalla forma che richiama il tema dell’evento.

Ad esempio se vuoi organizzare una grigliata in giardino potresti scriverlo su un foglio a forma di guanto o di wurstel.

Hai in mente una festa a tema? Nell’invito indica un preciso dress-code, così che tutti sapranno come organizzarsi. E ricorda: invitare qualche volto nuovo rende tutto più interessante!

Dress Code ad un Cocktail Party?

Dress Code Cocktail Party

vestito cocktailL’origine dei Cocktail Party deriva dalle feste organizzate dalle persone facoltose negli anni Venti e Trenta del Novecento, quindi i vestiti più adatti ad un evento di questo tipo sono generalmente quelli che richiamano lo stile e la moda di quegli anni.

È vero che un Cocktail Party è un’occasione festosa che si tiene soprattutto fra amici, tuttavia ci sono anche feste più formali, nelle quali ci si aspetta qualcosa di più, in cui contano molto i dettagli.

Luoghi diversi richiedono abbigliamenti diversi, in modo particolare per quanto riguarda le donne.

Un abito nero è sempre chic, magari con una scollatura o la schiena un po’ scoperta, purché non sia eccessivo, perchè ci vuole davvero poco per passare da un abito chic ad uno di cattivo gusto.

Se si vuole più libertà meglio scegliere una gonna da abbinare liberamente con top o camice. Le scarpe sono fondamentali: niente tacchi troppo alti o te ne pentirai.

Dovrai stare in piedi per una buona parte del tempo, quindi meglio evitare tacchi vertiginosi e dolorosi.

Un tocco di classe è la pochette, va bene sia morbida che rigida purché non sia troppo piena e quindi deformata. Meglio se le scarpe riprendono i colori dei gioielli o di altri accessori.

Ricette per Cocktail Party

Ricettario

ricette cocktail partyPrima di iniziare a preparare il cibo pensa a quali sono gli alimenti di stagione e cerca di sfruttarli per creare i tuoi piatti.

Un menù straordinario non deve essere per forza complesso o lungo da preparare: puoi anche preparare solo quattro antipasti semplici; in fondo basta che ogni ricetta abbia sapore, temperatura o composizione diversa. Se seguirai questo consiglio stai certo che i tuoi ospiti gradiranno di più la tua festa!

Se la festa si svolge nell’ora di cena gli invitati  saranno predisposti a mangiare di più. L’ideale sarebbe andare per gradi, ovvero servire un menu che richiami quello di un pasto regolare.

Parti servendo antipasti freddi, per poi passare a dei salatini o a qualcosa di più croccante e di seguito esci con piatti più strutturati. Per mostrare che la festa sta per giungere al termine infine servi dei dolci.

Tieni conto che dovrai acquistare molti “cibi riempitivi”, come grissini, formaggi, marmellate, noccioline, salse, perché in questo modo i tuoi ospiti avranno sempre qualcosa da stuzzicare e non rimarranno a bocca asciutta nel momento in cui ti accingi a portare le nuove porzioni.

Ricordati sempre che ci sono persone vegetariane, quindi assicurati che il 20/30% del menù sia privo di carne.

Qui sotto troverai alcune ricette deliziose che potresti sperimentare durante il tuo Cocktail Party.

Cachi avvolti nel prosciutto  

Prosciutto e cachi
Si tratta di una ricetta davvero particolare e super semplice, che scommetto non hai mai assaggiato prima. È un perfetto miscuglio di frutta e carne, ovvero polpa di caco avvolta nel prosciutto crudo, o se preferisci, nello speck.

Ti basterà avvolgere la polpa di caco nel prosciutto e far cuocere in padella l’involtino ottenuto fino a quanto il prosciutto non diventa croccante, te lo posso assicurare: è una vera bontà!

Se vuoi provare una variante usa le prugne al posto dei cachi. Il procedimento è lo stesso: le avvolgi e le fai saltare in padella. Un misto dolce e salato da leccarsi i baffi!

Gamberetti con salsa piccante

Gamberi in salsa piccante
Per gli amanti del pesce ecco il piatto perfetto: deliziosi gamberetti con salsa  piccante.

Anche questa ricetta è semplice e veloce e deliziosa.

Ingredienti:

  • 2 tuorli d’uovo freschi
  • 1/2 cucchiaio di senape in polvere
  • 1 cucchiaino di ketchup
  • 1 cucchiaino di succo di limone fresco
  • 1 tazza di olio di colza
  • 1 tazza Sale e pepe bianco macinato al momento
  • 1 cucchiaio di acqua
  • 2 chili di gamberi sgusciati e puliti

Preparazione: 

Sbatti i due tuorli d’uovo in una ciotola, insieme alla senape in polvere e al succo di limone. Mescola bene e aggiungi l’olio di colza, il sale e il pepe bianco. Aggiungi un cucchiaio d’acqua alla maionese ottenuta per diluirla. Nel frattempo fai bollire una grande pentola piena d’acqua, e aggiungi i gamberetti, lasciandoli a bagno per circa 3 minuti. Quando sono pronti scolali e lasciali raffreddare. Infine servili con la maionese piccante.

Mini pancakes di grano saraceno con salmone affumicato

Pancake al salmone

La bontà del salmone affumicato stesa sopra ad un soffice letto di un mini pancake.

Cosa chiedere di meglio?

Una ricetta semplice e veloce ma di classe, con il gusto forte del salmone e il delicato sapore della pasta morbida.

Verrà apprezzato da grandi e piccini.

Ingredienti:

  • 1/2 cucchiai di erba cipollina
  • Formaggio
  • 3/4 tazze di farina di grano saraceno
  • Salmone affumicato tagliato a striscioline sottili
  • 2 albumi
  • 2/3 tazze di latte scremato
  • Sale e pepe appena macinati
  • 1 cucchiaino di lievito in polvere
  • Panna
  • 1 cucchiaino di senape in polvere

Preparazione: 

In una ciotola media, sbatti la farina di grano saraceno, il lievito e la senape in polvere. Aggiungi il latte e 1/2 cucchiaio di erba cipollina. Poi aggiungi il formaggio e condisci la pastella con sale e pepe. In un’altra ciotola, monta gli albumi a neve con un pizzico di sale. Sbatti un quarto dei bianchi nella pastella già realizzata. Riscalda una padella, bagnandola con olio vegetale. Riponi le pastelle in padella e cuoci fino a quando intorno ai bordi non appaiono delle bolle, indicativamente per 2 minuti. Capovolgi i mini pancakes per cuocerli anche sul retro. Infine trasferisci i pancakes su un piatto e guarniscili con il salmone affumicato, un ciuffo di panna acida ed erba cipollina. Servili subito.

I cocktail

bicchiere cocktailBasta il nome per rendersi conto che i drink sono i veri protagonisti della serata.

Un Cocktail Party senza Cocktail è solo un party.

I drink devono essereserviti anche prima del cibo, perché mentre se per quest’ultimo gli ospiti sono disposti ad aspettare, i drink non possono mai mancare, e devono essere disponibili e facilmente accessibili dal momento in cui il primo ospite mette il piede in casa.

Ma attenzione!

Mote persone si concentrano sulle tipologie di drink da servire, ma non pensano a quanti bicchieri mettere in tavola e soprattutto quali tipi presentare.  Non si fa proprio una bella figura a servire la birra nei calici di vino.

Vediamo quali sono i tipi di bicchieri.

I bicchieri: quanti e quali

bicchiere NegroniQual è il numero perfetto di bicchieri da mettere in tavola per un Cocktail Party?

Non esiste un numero perfetto, tutto dipende dalla quantità degli ospiti.

Indicativamente avrai bisogno di tre o quattro bicchieri per ciascun ospite, quindi se ci sono 15 invitati predisponi tra i 45 e i 60 bicchieri.

  • Tumbler: sono i bicchieri da cocktail alti, di forma cilindrica, in grado di contenere indicativamente 250 ml di liquore. Sono perfetti per cocktail che vanno serviti freschi, ovvero sorseggiati con l’aggiunta di ghiaccio, come il Bloody Mary o la Caipirinhas.
  • Flute: Sicuramente avrai già visto un Flute, cioè un tipico bicchiere da spumante o da champagne, alto e affusolato, per impedire la dispersione delle bollicine frizzanti. Il suo lungo gambo permette di evitare che il drink si scaldi se messo a contatto con la mano.
  • Coppetta doppia: è un bicchiere di forma conica rovesciata  posta  su un gambo appoggiato su una base di forma piatta. Questo bicchiere è nato insieme al Martini, perciò è perfetto per questo tipo di liquore. Più in generale si adatta agli short drink con ingredienti più densi, come uova, panna o succhi di frutta.
  • Shot: i bicchieri da shot sono bassi e tozzi perché contengono generalmente alcolici dalle alte gradazioni. Non contengono cocktail ma liquori puri, che generalmente vanno bevuti d’un sorso o «alla goccia».
  • Ballon: questo tipo di bicchiere è quello tipico per liquori come Brandy e Cognac. Ha una base panciuta e una bocca più stretta. Il suo vetro sottile aiuta a espandere l’aroma del brandy, mentre l’apertura più ristretta tiene compresso l’aroma della bevanda all’interno del bicchiere.
  • Bicchiere da birra: c’è molta incertezza su quale sia il bicchiere da birra ideale. La bevanda viene servita in contenitori molto diversi nei vari Paesi, dai classici boccali a bicchieri più alti ed eleganti.

Drink da Cocktail Party

martiniSe per caso volessi divertirti a fare il barman durante la festa e così stupire i tuoi ospiti, ti lascio la ricetta di quattro famosissimi cocktail. Sì, lo so, ho veramente pensato a tutto! Questo perché ci tengo che la tua festa si riveli un successo.

1. Spritz

calice di spritz con cannuccia e fetta di arancia

Ingredienti:

  • ghiaccio + fetta d’arancio
  • “6 cl” di prosecco
  • “4 cl” di “Aperol” o “Campari” + soda

Preparazione

Per preparare lo Spritz inizia dall’arancia, tagliandola per bene a spicchi.

Prendi un bicchiere con del ghiaccio e riempilo per 1/3 di Aperol oppure di Campari+Soda e 1/3 di vino bianco.

Metti una fetta di arancia sul bicchiere e il drink è pronto per essere gustato!

2. Martini Dry

Martini Dry
Foto di Don LaVange da Flickr

Ingredienti:

  • 6/10 di gin
  • 4/10 di vemouth dry
  • 1 scorza di limone
  • 1 oliva verde

Preparazione

Per preparare un buon Martini Dry ti basta aggiungere Gin e Vermouth nel mixing glass, insieme ad un po’ di ghiaccio. Mescola e poi versa nel bicchiere. Decora con una fetta di limone.

3. Daiquiri

Daiquiri

Ingredienti:

  • 6  parti di rum bianco
  • 3 parti di succo di lime
  • 1 parte di zucchero di canna

Preparazione

Prendi uno shaker e aggiungici del ghiaccio. Versa il Rum, il succo di lime e lo zucchero. Agita con forza per pochi secondi ed ecco pronto il tuo Daiquiri!

4. Mojito

Mojito

Ingredienti:

  • ghiaccio e foglie di menta
  • 2 cucchiaini di zucchero di canna
  • “3 cl” di succo di lime
  • “5 cl” di rum bianco
  • fetta di lime

Preparazione

Prendi un bicchiere e aggiungi due cucchiaini di zucchero di canna bianco, succo di mezzo lime, rum e menta.

Mescola tutto e infine unisci a ghiaccio e acqua gassata. Decora con una fetta di lime.

Consigli utili

  • Se hai invitato persone nuove, che non conoscono nessuno cerca di coinvolgerle preparando un angolo apposito in cui potrai intrattenerle; in questo modo le aiuterai a socializzare con gli altri.
  • Se sono presenti dei bambini dovresti fare in modo che anche loro possano divertirsi. Prepara una stanza con una televisione, dei giochi e qualche libro. In questo modo anche loro potranno giocare insieme agli altri bambini.
  • Sei tu il responsabile: se ti rendi conto che un ospite ha alzato troppo il gomito pagagli un taxi oppure offriti di riportarlo a casa sua. Se dovesse succedere qualcosa di brutto sei tu il responsabile.

Abbiamo visto insieme come organizzare un cocktail party, passando dall’abbigliamento, alle ricette, ai drink e persino ai tipi di bicchieri in cui servirli.

Spero di aver fatto una cosa gradita scrivendo questa guida. Spero tanto possa esserti utile semmai un giorno dovessi decidere di organizzare una bella festa di questo tipo.

Se ti è piaciuto questo articolo lasciami un commento, te ne sarei molto grata!

Dimenticavo, un ultimo consiglio: c’è una cosa che non devi mai dimenticare a casa quando partecipi ad un Cocktail Party: il sorriso! Se sorridi tutto sarà ancora più divertente.

Scopri le migliori location per eventi in tutta Italia!