Meeting Hub Meeting Hub blog
L'importanza del buon cibo in un meeting

L’importanza del buon cibo in un meeting

Potrà sembrare banale ma è la verità: trovare del buon cibo in un meeting rende molto più piacevole e duraturo il nostro ricordo della giornata. Assicurati che ai tuoi eventi aziendali si mangi bene!

Non importa che sia una riunione, una presentazione, un convegno o una conferenza: chi è invitato a partecipare a un’attività che preveda anche una pausa pranzo (o anche un momento più formale, come quello della cena di lavoro), si aspetterà di essere servito bene e di assaggiare del buon cibo.

Per questo motivo gli organizzatori di eventi,  convegni, congressi e conferenze dovrebbero porre molta attenzione alla qualità del catering scelto.

Offrire del buon cibo in un meeting

icona piattoMolte strutture che ospitano sale congressi sono comunque dotate al loro interno di ristoranti di un certo prestigio: che vantino stelle Michelin o che siano semplicemente famosi per la qualità di ciò che servono poco importa. Queste strutture sono in grado da sole di fornire del buon cibo in un meeting.

Quando non è così, però, è fondamentale per l’organizzatore assicurarsi che tutti i dettagli siano curati il meglio possibile. Il cibo è forse uno dei primi da tenere in considerazione.

Ma quali sono, lato food, i punti chiave da tenere in considerazione perché il momento conviviale sia il migliore possibile? Vediamo i tre fondamentali:

1. Scelta per tutti

Viviamo in un’epoca in cui allergie e intolleranze alimentari obbligano le persone a prediligere alcuni cibi e, quindi, a doverne evitare altri. Questo fattore va tenuto in considerazione se si desidera fornire del buon cibo in un meeting.

Buona prassi sarebbe quindi quella di prevedere, soprattutto quando il numero delle persone presenti sarà piuttosto alto, diversi menu o comunque portate differenti pensate per chi, per esempio, è celiaco, vegetariano o vegano.

piatto di verdure

La scelta ideale è quella di proporre ai tuoi ospiti un catering vario, magari organizzato in ‘corner’ differenti, ben segnalati in modo tale che chiunque possa orientarsi facilmente nell’offerta. Questo accorgimento darà al tuo evento un’aura di perfetta organizzazione e attenzione verso i partecipanti che, anche inconsciamente, sarà di sicuro apprezzata.

Altrimenti potresti sottoporre, prima dell’evento, un mini questionario ai tuoi ospiti chiedendo loro se hanno particolari allergie o intolleranze (tra le più comuni, ad esempio, quella al glutine, al lattosio, ai lieviti e alla frutta secca) e organizzare le proposte di conseguenza.

Certamente è più laborioso e non sempre possibile, quindi adegua la tua scelta in base al contesto.

2. Cibi leggeri

Se parliamo di una giornata di lavoro, di aggiornamento o di formazione sarà bene tenere a mente che non è un pranzo di Natale. Porzioni eccessive, cibi pesanti e alcool fanno venire sonno e incidono pesantemente su come sarà vissuto il resto della giornata. Buon cibo in un meeting non vuol dire necessariamente abbuffata.

ragazza con forchetta su piatto

Certo non potrai prevedere solo crudité, ma sarà invece possibile evitare pietanze particolarmente elaborate. Potresti decidere, ad esempio, per un piatto unico come un’insalata di riso o di pasta. Accompagnata da antipasti, contorni e un dolce farà la sua figura e accorcerà i tempi di attesa tra una portata e l’altra.

3. Relax!

Anche se hanno luogo durante un evento aziendale, il pranzo, la cena o l’aperitivo sono momenti conviviali e di relax. Vietato parlare di lavoro!

Permettere a colleghi e dipendenti di staccare la spina, godersi il pasto e chiacchierare è un modo sicuro per fargli vivere meglio la giornata. Potendo gustare il pranzo o la cena, senza preoccuparsi di dover continuamente porre l’attenzione sul lavoro, avranno le energie necessarie per mantenere la concentrazione dopo.

Anche se non è strettamente legato alla qualità del cibo in un meeting, questo accorgimento è molto importante perché crea un buon clima e favorisce la comunicazione tra gruppi professionali.

ragazze che ridono ad un tavolo

Queste accortezze base devono valere per qualsiasi momento food preveda il tuo evento, anche quelli secondari: dalla colazione al break di metà mattina, fino alla merenda e ad eventuali aperitivi. I tuoi ospiti si sentiranno considerati anche nei momenti non cruciali dell’iniziativa a cui partecipano.

Se invece è proprio intorno a un pranzo o a una cena che si sviluppa la tua iniziativa, porre attenzione a questi dettagli non sarà una preferenza ma un must. Offrire del buon cibo in un meeting significa garantire momenti piacevoli ai tuoi ospiti e rendere l’evento ben più di una giornata lavorativa.

Lo stesso discorso vale nel caso in cui, anziché al catering, tu decida di affidarti alla cucina della struttura: assicurati che il menu proposto dalla location rispetti eventuali preferenze e necessità dei tuoi ospiti. Voglio venirti in aiuto con qualche suggerimento sulle migliori strutture per eventi del nostro Paese:


Bene, ora che sai tutto su come garantire ai tuoi ospiti del buon cibo in un meeting non ti resta che organizzare la tua prossima convention e goderti gli sguardi soddisfatti di tutti 😉

Buon appetito!

Patrick Sirtoli

Patrick Sirtoli

Ebook Meeting Hub

Inserisci i tuoi dati e riceverai gratuitamente via mail l'Ebook completo.

Ben fatto! A minuti riceverai via mail l'Ebook!
Oh oh! qualcosa è andato storto! Riprova più tardi!

Articoli Correlati