Meeting Hub Meeting Hub blog
cassaforte albergo

Quant’è sicura la cassaforte dell’albergo?

Che tu stia organizzando il prossimo viaggio verso tiepide mete esotiche o in direzione di innevate località di montagna, ti sarai sicuramente domandato: quanto sono sicure le casseforti degli alberghi?

In questo breve articolo ti vorrei dimostrare che queste compatte scatolotte metalliche non sono così sicure come si crede.

1. La partenza e l’arrivo in Hotel

icona valigia Immaginiamo per un attimo di essere a casa, nel bel mezzo di quel frenetico momento meglio conosciuto come «E ora cosa ci metto in valigia?».

Ognuno affronta questo problema esistenziale a modo suo: c’è chi vi scaraventa tutto quello che lo circonda, c’è chi ripiega con cura ogni cosa e c’è chi infine, per paura di non passare il controllo-valigia in aereoporto, ci mette pure meno del necessario (dimenticarsi lo spazzolino è un classico).

Eppure c’è una cosa che finisce nelle valigie di tutti noi viaggiatori in partenza: almeno un oggetto di valore. Che siano gioielli, soldi, documenti o altro tutti portiamo con noi qualcosa che dev’essere messo al sicuro.

Appena arrivati a destinazione, il personale dell’hotel ci accoglie e ci mostra la camera. Ci informa dunque che la stanza dispone di una piccola cassaforte nascosta (si fa per dire) nell’armadio e ci calmiamo: il nostro oggetto di valore è lì che lo metteremo. Oppure no?

Non vorrei infatti spaventarti quando ti dico che gli esperti sconsigliano di utilizzare queste casseforti.

2. Parola all’esperto – I rischi delle casseforti elettroniche

icona cassaforteQuando accennavo agli «esperti» non voleva essere un semplice gioco retorico. Del resto, io sono solo un umile mestierante del web, e anche tu vorrai giustamente delle garanzie su quello che vado consigliandoti!

Un’indagine condotta da Gdata SecurityLabs, celebre marchio nel campo di soluzioni di sicurezza software e digitali, dimostra infatti la debolezza di un particolare tipo di cassaforte elettronica prodotta in Cina e commercializzata sotto diverse denominazioni.

Quali sono i rischi che si celano dietro questi evoluti forzieri digitali, secondo Gdata?

  1. Codice Master Standard: le cassaforti vengono vendute agli alberghi dotate di un codice di default che permette loro di aprirle nel caso l’ospite perdesse o dimenticasse il proprio. Il problema è che questo codice è standard per tutti i prodotti e se l’albergatore (come capita il più delle volte) non lo cambia, si capisce che al ladro basta trovare suddetto codice per rapinarti senza difficoltà. Nota bene: queste chiavi di accesso standard sono note nel mondo dei produttori delle casseforti (talvolta coincidono solo con il famoso 000000!).
  2. Skimming: capita che queste casseforti abbiano anche un lettore bancomat magnetico che serve per pagarne l’utilizzo. Credo tu abbia già intuito il pericolo! Con Skimming si intende proprio quell’attività illecita che permette ai ladri 2.0 di fregarsi il tuo codice PIN. Come inoltre capirai, dalle tue carte di credito, tali Ladri-Hacker potranno facilmente risalire ai tuoi dati personali, finendo addirittura coll’impossessarsi della tua identità e rivenderla a buon prezzo a qualche losco compratore nel deep web.

Certo, mi vorrai ribattere che qui si parla di un modello in particolare anche se venduto ovunque. È vero, però l’obiettivo del mio articolo è quello di metterti in guardia e di sconsigliarti di utilizzare le casseforti di tali strutture, perché tutte si somigliano.

Prendo a prestito le parole di Ralf Benzmuller, capo di SecurityLabs, quando dice che la cassaforte:

«Non è certo il peggior posto dove chiudere oggetti di valore, ma la loro sicurezza non dovrebbe essere sovrastimata».

Il problema principale è che queste casseforti elettroniche possono essere aperte con più facilità del previsto.

Fra i vari blog, forum, articoli e quant’altro dedicati all’argomento, viene spesso citato questo video che mostra la facilità con cui una comune cassaforte d’albergo può essere scassinata:

Magari non hai tempo di guardarlo o magari l’inglese non è il tuo forte o forse non hai con te gli auricolari e non vuoi svegliare la persona che dorme accanto a te sul treno.

Dunque ti riassumo quanto accade:

  1. Il signore che vediamo entrare nella stanza di questo Hotel di lusso si chiama Jim Stickley ed è un esperto in cyber security.
  2. Jim ci mostra la cassaforte incastonata nel muro dentro l’armadio. La apre e la richiude inserendo il suo codice di sicurezza.
  3. Dopo di che, Jim ci mostra una targhetta di metallo dove è riportata la marca della cassaforte che è avvitata sullo sportello.
  4. Con un piccolo e comune cacciavite Jim allenta una delle due viti e ci rivela che sotto la targhetta è nascosta una piccola serratura.
  5. Come in un classico film di evasione o, se preferisci, come un novello McGyver, con l’ausilio di una semplice graffetta per fogli Jim riesce a forzare la serratura e ad aprire la cassaforte!

Suddetto video è ripreso peraltro in un articolo dell’Huffington Post, in cui la giornalista condisce la storia con un’ulteriore intervista a Chris McGoey, un altro esperto di sicurezza che gestisce un’azienda di sicurezza a Los Angeles: la McGoey Security Consulting.

Anche McGoey concorda con Jim: un uomo dotato di certe capacità e di certi strumenti è facilmente in grado di eludere una cassaforte. Tuttavia, McGoey sottolinea che Jim non dimostra come sia però difficile per un malintenzionato (escluso il personale di servizio) raggiungere la stanza di un albergo.

3. Mamma ho scordato i valori!

icona dubbioSembrerà un po’ assurdo ma tra le varie ricerche è saltato fuori un altro motivo per cui è sconsigliato depositare oggetti di valore in una cassaforte d’albergo.

Il tuo viaggio è finito ed è tempo di ritornare a casa. Sei triste e hai perso la cognizione del tempo: stai per perdere l’aereo!

Ecco che allora inizi a buttare tutto in valigia e a correre di qua e di là alla disperata ricerca del pass d’imbarco: trovato!

Ti precipiti nella hall dell’hotel e al volo fai chiamare un Taxi, che per fortuna è subito pronto a darti un passaggio.

Ce l’hai fatta: sei sull’aereo!

Eppure, come nella famosa scena di «Mamma ho perso l’aereo», ad un certo punto ti assale un dubbio, come una sensazione di aver dimenticato qualcosa d’importante… Nella fretta di uscire ti sei scordato tutti i tuoi oggetti di valore nella cassaforte!

Non sto scherzando! Prova a cercare anche tu, troverai che questo è un problema molto comune tra i viaggiatori. Quando si ha fretta di uscire dall’hotel e si è sovrappensiero, può capitare di dimenticarsi dei valori perché sono nascosti.

Anche se la prossima sezione è dedicata ai consigli, vorrei anticiparti una precauzione. Per essere sicuro di ricordarti di prendere tutto quello che c’è nella stanza (visibile o non), imposta subito sul tuo cellulare un promemoria per il giorno della partenza che ti ricordi dei valori in cassaforte.

4. Consigli utili

icona infoFacciamo un piccolo salto nel passato, al momento in cui il personale dell’albergo ci accoglie e ci mostra la cassaforte, oppure anche prima, quando stai per partire.

Dopo aver letto l’articolo ti sarai giustamente fatto più furbo e starai pensando a qualche trucco per evitare di utilizzare la cassaforte oppure per utilizzarla senza correre troppi rischi.

Ecco perché vorrei lasciarti con alcuni utili consigli e precauzioni (ripresi sempre dagli esperti, ovviamente):

  • Evita di portare dei valori con te. Se proprio non puoi farne a meno, almeno non esagerare!
  • Le casseforti degli alberghi garantiscono solo un minimo di sicurezza.
  • Non mettere in cassaforte oggetti dal valore unico: come il passaporto!
  • Fare una copia dei propri documenti di viaggio come carta d’identità, passaporto, biglietti eccetera. In caso di perdita o smarrimento, le copie possono funzionare come sostituti.
  • Molti hotel dispongono di una cassaforte di sicurezza in portineria o nell’ufficio. Si ritiene essere più sicura di quelle delle stanze. Questo perché l’hotel è pieno e unico responsabile della custodia.
  • Evita di usare le casseforti che non sono incastonate al muro. Possono essere più facilmente rubate.
  • Non utilizzare la carta di credito per pagare la cassaforte: pericolo skimming! (vedi paragrafo n° 2)
  • Trova un modo per ricordarti di aver depositato i tuoi valori in cassaforte: altrimenti corri il rischio di dimenticarteli in albergo! (vedi paragrafo n° 3)
  • Porta con te un lucchetto così da utilizzare il tuo suitcase come alternativa alla cassaforte.
  • Lascia sempre appeso il cartellino «Non disturbare» fuori dalla porta. Se sei un tipo iper scrupoloso e proprio non ti fidi di nessuno, in questo modo neanche il personale di servizio entrerà in camera tua. A costo però di ritrovarti col letto disfatto ogni volta!
  • Devi sporgere denuncia alla polizia locale, nel caso la tua cassaforte venga forzata e i tuoi valori rubati. Per legge, hai diritto al risarcimento danni, ma devi comunque dimostrare e documentare il furto.

Conclusioni

Queste sono alcuni utili consigli per tenere i tuoi oggetti di valore al sicuro quando alloggi all’interno degli alberghi.

Fammi sapere cosa ne pensi e se anche tu utilizzi questi o altri trucchi per tenere i tuoi oggetti al sicuro!

Marco Novali

Marco Novali

Ebook Meeting Hub

Inserisci i tuoi dati e riceverai gratuitamente via mail l'Ebook completo.

Ben fatto! A minuti riceverai via mail l'Ebook!
Oh oh! qualcosa è andato storto! Riprova più tardi!

Articoli Correlati