Meeting Hub Meeting Hub blog
dj alla consolle

SIAE: quanto costa e come pagare per una festa privata Tariffe, diritti e utilizzi SIAE per il tuo evento privato

Vuoi organizzare con anticipo i festeggiamenti di un compleanno, un matrimonio, un battesimo, una laurea o un altro evento privato?

Se vuoi utilizzare musica all’interno di uno spazio da te affittato oppure farla suonare live da qualche band, sicuramente ti stai chiedendo: devo pagare la SIAE?

Quanto mi costa e come mi muovo?

Leggi questo articolo e troverai le risposte a tutte le tue domande.

Sì, devi pagare

icona pollicePremessa veloce: questo articolo si riferisce a chi, come te, vuole organizzare un evento privato per festeggiare una ricorrenza o un avvenimento. Non si tratta di prenotare un tavolo in un locale (i gestori dei locali pubblici hanno già degli accordi SIAE) ma di organizzare privatamente un evento.

Questo perché chi paga la SIAE è chi organizza l’evento, cioè tu.

Non chi suona, non il dj che inviti, non i tuoi amici.

Se hai affitttato uno spazio per un tuo evento privato e vuoi utilizzare della musica, succede che per la SIAE diventi un organizzatore occasionale e, in quanto tale, sei il titolare del permesso.

E devi pagare: paghi i diritti relativi all’utilizzazione di brani musicali appartenenti al repertorio SIAE – Divisione Musica (cioè quasi tutta la musica esistente).

La SIAE prevede regole specifiche per gli organizzatori occasionali di eventi privati, scoprile e prendi nota.

SIAE: cosa fa e perché pagare

icona lente d'ingrandimentoLa SIAE (Società Italiana degli Autori ed Editori) è un ente pubblico economico nato nel lontano 1882 dalla volontà dei suoi soci fondatori (artisti, scrittori, commediografi e musicisti di spicco della cultura italiana) di offrire una tutela pubblica al diritto d’autore.

L’idea di base è quella di riconoscere nel diritto d’autore un vero e proprio diritto del lavoro, affinché un’idea, una creazione, un’opera originale sia legalmente considerata il frutto di un lavoro personale, unico ed inimitabile, tutelato nei suoi diritti morali e patrimoniali.

Questo significa che il compito della SIAE è quello di proteggere, esercitare e fare da intermediario nelle varie operazioni connesse al diritto d’autore su una specifica opera.

Grazie a questo sistema i creatori di opere d’ingegno di vario genere possono assicurarsi la paternità dell’opera, le autorizzazioni e i compensi relativi ai suoi vari utilizzi in contesti pubblici e privati (ma aperti al pubblico).

band che suona

E’ per questo motivo che ti viene chiesto di pagare i “diritti SIAE”. Perché stai utilizzando per i tuoi interessi (economici, ludici, ricreativi…) il lavoro di un’altra persona.

Tradotto per le feste private: paghi perché stai utilizzando un’opera altrui (una creazione musicale) diffondendola o facendola eseguire in un locale pubblico o aperto al pubblico (= non a casa tua) per soddisfare un tuo interesse.

Per fare ciò è stato creato un sistema di licenze ed autorizzazioni per chi vuole sfruttare economicamente od utilizzare per i propri interessi un’opera coperta dal diritto d’autore; le licenze/autorizzazioni comportano il rilascio di un permesso dietro corrispettivo ed i compensi (i prezzi) cambiano in relazione alle varie modalità di utilizzo.

Cosa fa la SIAE con i tuoi soldi?

I compensi per i diritti d’autore vengono riscossi dagli uffici SIAE e distribuiti equamente tra gli aventi diritto su quell’opera (produttori discografici, scrittori, cantanti, musicisti…).

Non è una tassa nè un contributo fiscale di altro genere.

Quando paghi la SIAE stai effettivamente dando un compenso per l’attività svolta dai creatori dell’opera che utilizzi.

Su quali opere ci sono i diritti d’autore?

  • Opere musicali (con o senza testo letterario)
  • Opere teatrali (drammaturgie, operette, musical, commedie…)
  • Lirica e balletto (opere liriche, balletti, coreografie…)
  • Opere radiotelevisive (opere drammatiche, format, spettacoli…)
  • Cinema (sceneggiature, lungometraggi, cortometraggi, regie…)
  • Opere artistiche e letterarie (testi, romanzi, poesie,pitture, sculture…)

E’ un settore molto affascinante e talmente stratificato che sono state predisposte delle regole specifiche per ogni tipo di utilizzo, quindi anche per l’utilizzo di musica nelle feste private.

Vediamole insieme.

Festa privata: le tariffe SIAE

icona denaroQuando organizzi una festa o un evento privato devi innanzitutto sapere cosa la SIAE intende per “festa privata”.

Definizione di festa privata: si intendono in questo modo le feste (matrimoni, cresime, compleanni, battesimi, lauree e altri festeggiamenti) aventi carattere privato organizzate in luoghi diversi dalla propria abitazione, offerti dai privati e riservate ai soli invitati.

I requisiti di una festa privata, per poter usufruire delle relative tariffe SIAE, sono quindi:

  •  carattere privato (organizzazione occasionale per i festeggiamenti di una ricorrenza personale e privata, cioè non destinata ad un festeggiamento pubblico)
  • luogo diverso dalla propria abitazione (se organizzi un compleanno in casa tua non devi pagare i diritti SIAE)
  • evento gratuito (non viene richiesto alcun corrispettivo in denaro per l’ingresso all’evento)
  • evento non aperto al pubblico ma riservato ad alcuni invitati decisi dall’organizzatore

Se la tua festa soddisfa i requisiti sopra elencati potrai ottenere l’applicazione di queste tariffe.

1) Tariffe per il diritto d’autore: è un compenso sempre dovuto che trova applicazione per il solo fatto di utilizzare musica altrui. E’ dovuto sia che la musica sia eseguita live da una band (musica dal vivo), sia che venga riprodotta da un lettore musicale (musica registrata).

COMPLEANNO

  • 200< invitati   79,00 Euro
  • 200+ invitati   79,00 Euro

MATRIMONIO

  • 200< invitati   199,00 Euro
  • 200+ invitati   299,00 Euro

ALTRO FESTEGGIAMENTO

  • 200< invitati    99,00 Euro
  • 200+ invitati  149,00 Euro

consolle dj

2)Tariffe per i diritti connessi: compenso dovuto solo se la musica è registrata e viene riprodotta tramite un lettore musicale (Stereo, PC, DVD e altri supporti idonei a diffonderla) o eseguita tramite l’attività di un disc jockey.

E’ un costo che si aggiunge a quello per il diritto d’autore di cui al punto 1.

I diritti connessi sono quei diritti per i quali spetta un compenso anche a coloro che hanno partecipato alla produzione del supporto fonografico (produttori, artisti interpreti, esecutori…) e hanno quindi reso possibile la diffusione dell’opera in pubblico.

COMPLEANNO

  • 200< invitati  24,00 Euro
  • 200+ invitati  24,00 Euro

MATRIMONIO

  • 200< invitati   79,00 Euro
  • 200+ invitati  119,00 Euro

ALTRO FESTEGGIAMENTO

  • 200< invitati  34,00 Euro
  • 200+ invitati  54,00 Euro

Facciamo un pò di ordine. Possono verificarsi tre situazioni:

  1. Ho solo musica dal vivo: pago 1)
  2. Ho solo musica registrata o con DJ: pago 1) + 2)
  3. Ho sia musica dal viva che registrata: pago 1) + 2)

Come pagare la SIAE: le procedure

icona proceduraEsistono due modalità per ottenere un permesso per festa privata e mettersi in regola.

1) La prima è recarsi presso gli uffici territoriali (filiali o mandatarie)

In questi uffici devi presentarti come organizzatore occasionale di evento privato, successivamente compilerai la documentazione finalizzata al rilascio del permesso e dovrai versare la somma forfettaria (calcolata in base alle tariffe).

Quali dati servono?

  • Nome e cognome organizzatore
  • Codice fiscale
  • Nome della location dell’evento
  • Data dell’evento
  • Numero di invitati
  • Tipo di intrattenimento (spettacolo dal vivo con o senza ballo, musica dal vivo, musica registrata)

Trova l’ufficio territoriale SIAE più vicino a te

Una volta versata la somma relativa ai compensi calcolati e una cauzione, ti verrà consegnato anche un borderò, in altre parole un programma musicale, che dovrà essere compilato a fine evento da chi si occupa della riproduzione o esecuzione della musica (dj, musicisti).

Il borderò consiste in una tabella suddivisa in due parti: una deve essere compilata dall’organizzatore (il titolare del permesso) e contiene tutti i dati relativi all’evento, l’altra dall’artista (il direttore dell’esecuzione) e consiste in una lista dei brani eseguiti (titolo e compositore-autore della musica).

Ci sono tre tipi di borderò:

  • rosso (esecuzioni dal vivo, pianobar…)
  • verde (esecuzioni di musica registrata per mezzo di supporti fonografici)
  • blu (concerti di musica classica e jazz, musiche di scena per spettacoli teatrali, spettacoli di danza)

Quando va restituito il borderò? Il giorno successivo alla data dell’evento.

A cosa serve il borderò? E’ un documento che viene analizzato per la ripartizione dei compensi spettanti ai vari co-autori ed aventi diritto d’autore su quell’opera.

2) La seconda, molto più veloce, è utilizzare i servizi online

Devi sapere che la SIAE ha previsto un apposito portale online per l’ottenimento della licenza per Feste Private. Questo servizio ti consente anche di pagare il compenso dovuto per i diritti d’autore e i diritti connessi e di compilare il programma musicale in via digitale.

Accedi o Registrati al portale SIAE

 Come funziona?

Per poter utilizzare questo servizio online devi:

  • essere maggiorenne
  • accedere come persona fisica con il tuo codice fiscale
  • essere un organizzatore occasionale di eventi (cioè non organizzare eventi per lavoro: per i professionisti del settore esiste infatti un’altra area a loro dedicata, con altri prezzi e altre modalità)

La registrazione

1)Scegli “utilizzatore privato”

registrazione siae

2)Compila i campi con i tuoi dati anagrafici e imposta la password

registrazione siae

Negli spazi “Pin Email” e “Codice Cell” devi inserire i codici che ti verranno inviati alla tua email e al tuo numero di cellulare (tramite SMS) non appena clicchi sui bottoni adiacenti.

Al termine della procedura riceverai una e-mail di conferma di avvenuta registrazione.

Accedi ai servizi online

1)Inserisci Mail e Password

servizi online siae

2)Clicca su Permessi feste private e inizia

feste private siae

3) Seleziona la location. Tramite questa schermata riuscirai a scoprire se lo spazio-evento che hai prenotato è all’interno degli archivi SIAE. Se non lo rovi, esci dal servizio e recati di persona presso un ufficio territoriale.

location siae

4) Specifica i dettagli dell’evento. Questa sezione servirà per calcolare la tariffa a te applicabile e l’ammontare dei diritti connessi alla procedura.

location siae

5) Controlla il riepilogo dei dati al tuo evento e visualizza l’importo dovuto (io per esempio ho provato ad inserire i dati per una festa di compleanno nella sala di un oratorio per la durata di tre ore).

riepilogo siae

6) Seleziona la modalità di pagamento e procedi con il versamento.

pagamento siae

Una volta effettuato il pagamento riceverai tramite mail tutti i documenti necessari ad un regolare utilizzo della musica durante lo svolgimento dell’evento.

E il borderò?

Esiste un servizio online chiamato mioBorderò che ti consente di compilare il programma musicale direttamente online.

In pratica devi accedere al servizio con le tue credenziali e assegnare ad un direttore dell’esecuzione il programma musicale da compilare. Il direttore dell’esecuzione è colui che tu indichi come l’artista che eseguirà i brani durante l’evento o il dj che si occuperà della playlist.  Entrambi dovete essere iscritti ai servizi online SIAE, così che tutta la procedura sia gestita telematicamente da voi.

I vantaggi:

  • stop con la compilazione cartacea
  • velocità di compilazione con il sistema digitale di aggiunta brani
  • non c’è obbligo di recarsi presso gli uffici SIAE
  • velocità nella presa in carico e riconsegna del borderò (tramite e-mail)

Consulta la guida per la compilazione digitale del borderò.

Quando non si paga la SIAE

icona salvadanaioCi sono dei casi in cui è possibile non pagare i diritti SIAE sull’utilizzazione della musica?

Sì, si tratta di:

  • opere eseguite dal vivo il cui ultimo dei co-autori sia morto da più di 70 anni. E’ il caso di tutta quella musica che è ormai diventata di tutti perché appartenente ad una lunga tradizione ormai diffusa.
  • opere non inserite nel repertorio SIAE per le quali esiste una licenza di Creative Commons. A tal proposito esistono alcune piattaforme online dalle quali è possibile scaricare musica gratis di artisti che hanno liberamente scelto di non sottoporre le proprie opere alla regolamentazione SIAE.
    Vuoi scaricare musica libera non protetta dal diritto d’autore?Vai su JAMENDO MUSIC.Puoi cercare, ascoltare, e scaricare i brani che più ti piacciono ed utilizzarli per la tua festa privata liberamente.
  • feste organizzate in una dimora privata

Adesso sai tutto quello che serve sapere su come metterti in regola con la SIAE per la tua festa privata.

Non hai ancora scelto dove organizzare la tua festa privata con i tuoi amici? Ecco per te una selezione delle migliori location dove divertirti per il tuo party 😉

Guarda qui le migliori location per feste private 

Se l’articolo ti è stato d’aiuto fammelo sapere con un like e condividilo a tutti i tuoi amici interessati all’argomento.

Se invece vuoi farmi qualche domanda puoi tranquillamente commentare qui sotto.

Resta aggiornato con Meeting Hub Blog, iscriviti alla newsletter e scoprirai tutto quello che ti serve sapere sull’organizzazione degli eventi!

Umberto Rota

Umberto Rota

Ebook Meeting Hub

Inserisci i tuoi dati e riceverai gratuitamente via mail l'Ebook completo.

Ben fatto! A minuti riceverai via mail l'Ebook!
Oh oh! qualcosa è andato storto! Riprova più tardi!

Articoli Correlati