Meeting Hub Meeting Hub blog
I migliori siti per creare infografiche gratis

I migliori siti per creare infografiche gratis

Non sai scegliere tra i numerosi i siti per creare infografiche gratis? Ho fatto un po’ di prove e ne ho trovati alcuni veramente validi che voglio condividere subito con te!

Se sei stanco delle solite slides,  e vuoi creare volantini e brochures accattivanti oppure stupire i tuoi invitati con dei contenuti di valore sistemati in maniera artistica prova l’infografica giusta!

Perché d’infografiche online se ne trovano di tutti i tipi:

  • infografiche animate con tool particolari
  • infografiche video
  • infografche interattive! A questa non ci pensavi vero? Tranquillo sono qui a posta!

E pensa che c’è addirittura chi preferisce usare photoshop per le infografiche fai da te!

Ma quelli troppo esperti lasciamoli stare…

Prima di portarti nel mondo della grafica online voglio darti qualche premessa sull’infografica, che forse non conoscevi…

Significato di Infografica

La parola Infografica è la contrazione di informazione + grafica. In sostanza, si tratta di un disegno in cui sono inserite informazioni utili e interessanti per l’utente.

Si tratta di un sistema incredibilmente efficiente per la divulgazione. Infatti, rispetto agli articoli di un blog o in generale di un testo, offrono due evidenti vantaggi.

  1. Invogliano la lettura grazie alla presenza di immagini che attirano l’attenzione e rendono semplice la comprensione dei contenuti
  2. Favoriscono la memorizzazione dei dati e dei concetti

Avere qualche buona infografica a disposizione è quindi utile per un relatore che vuole organizzare una conferenza di successo.

E questo lo sapevi di sicuro, se stai leggendo è perché qualcuno ti ha detto quanti vantaggi ci sono nell’usare l’infografica!

Ma a  te interessa gratis giusto? Eh si, appunto questo è lo scopo dell’articolo; e sai perché conviene?

Creare infografiche free

Se commissioni un’ infografica a un grafico esperto è possibile che ti domandi una cifra molto alta, che superi facilmente i 1000 euro (sì, proprio con tre zeri).

Ciò nonostante, non abbandonare l’idea di produrre qualche infografica! Anche se non avranno il tocco del professionista, puoi disegnarle da solo senza spendere un euro!

Non dovrai prendere in mano carta e matita, tranquillo!

Grazie a vari tool presenti in Rete potrai produrre tutte le infografiche che vuoi in modo totalmente gratuito anche se sei una frana nel disegno e non hai mai usato un programma per elaborare le immagini!

I Migliori siti per creare Infografiche gratis

Invece di andare a spasso il venerdì sera, il sottoscritto ha pensato bene di provare i migliori siti gratuiti per creare infografiche che si trovano in Rete.

Dato che non sono mai stato bravo nella grafica e di fronte a un sito complicato divento più impaziente e frettoloso del Bianconiglio di Alice nel Paese delle Meraviglie, quindi puoi davvero fidarti di me, vedrai che nessuno dei siti che ti propongo è particolarmente complicato.

Da questi riuscirai a cavare un’infografica in breve tempo anche se sei negato.

 

1. Infogr.am

Infogr.am

Infogr.am per esempio è molto interessante, per provare si entra facilmente, basta scegliere l’opzione free e si ha la possibilità di collegarsi con il proprio account fb, aspetti 5 secondi che venga accettata la richiesta e il gioco è fatto!

Io l’ho fatto sono entrato all’interno del sito e ho trovato tanti bei templates pronti all’uso. Passando col cursore su ognuno di essi, compare il tasto use design. E certo che lo uso!

Sono entrato all’interno del template e sono rimasto sconvolto per la facilità di utilizzo!

Basta cliccare sulle parti di testo o sulle immagini per modificarle direttamente. Per quanto riguarda i dati, compare una tabella in cui inserirli.

Tra l’altro è già precompilata, quindi non dovrai fare altro che sostituire i dati preimpostati con i tuoi copiandoli direttamente da un file di Excel o addirittura facendo l’upload del tuo file dal computer o da Google Drive.

Naturalmente puoi anche modificare la disposizione degli elementi a piacimento, inserire elementi con il sistema drag and drop (cioè trascinandoli all’interno dell’infografica con il mouse) e infine scegliere tutti i colori che vuoi.

Nonostante le ottime premesse, io continuo ad essere perplesso.

Ho aperto diversi modelli.

Cambiano forma e colore ma la base è sempre quella: titolo-grafico-testo a piè di pagina. Va a finire che, se ti manca estro artistico, ti escono sempre infografiche simili.

Se sei come me non ti preoccupare: in caso di dubbi è disponibile un supporto in chat.

Per avere la massima padronanza dello strumento è necessario abbonarsi al servizio.

Il costo va dai 15 a 166 dollari mensili in base alle funzionalità richieste.

2.Visual.ly

Visual.ly

Mi raccomando: non andare sulla home page ma su questa pagina specifica di Visual.ly .

Molti blog ti consigliano di andare sulla home page del sito, e infatti, al principio della ricerca, io li ho seguiti ciecamente. Dopo mezz’ora passata a cliccare ovunque posso assicurarti che non ti serve assolutamente a niente.

Prima di accedere al servizio per creare infografiche devi registrarti. Puoi farlo facilmente con Facebook. Anche qui lo staff di Visual.ly è abbastanza curioso e ti farà un sacco di domande, te lo dico di già!

Ti compariranno vari modelli di infografiche a sinistra della pagina.

Ognuno di essi ha un nome che rimanda al tipo di infografica che vuoi ottenere. Ci sono diagrammi Venn, timeline, tabelle…

clicca su quello che preferisci ma non cliccare, ripeto, non cliccare mai sul tastone rosa in basso a destra con scritto Start a Project. Infatti, ti rimanda nel sito principale, ma se non hai un’infografica già impostata non te ne fai nulla.

Secondo me il sito è molto simpatico e ha una caratteristica importantissima per chi è alle prime armi: la procedura guidata.

Non parlo di supporto via chat: è il sito che, mettendoti di fronte a delle scelte, ti guida nella creazione della tua infografica.

Il principale problema di questo servizio è la quantità limitata dei templates. In tutto ce ne sono meno di 10, con ulteriori sub-templates. Non tutti saranno adatti per l’uso che ne vuoi fare.

Inoltre, buona parte dei templates è disponibile solo con un ulteriore login a LinkedIn o a Twitter. Un incentivo a cambiare servizio, ed è un peccato perché i risultati possono essere veramente gradevoli.

 

3. Piktochart.com

Piktochart

Piktochart.com mi è piaciuto sin dall’inizio. Infatti, appena aperto mi è comparso un pop-up a fianco della pagina con alcuni consigli per la creazione di un’infografica. Scorrendo verso il basso ho trovato tre tasti verdi.

Uno in particolare ha catturato la mia attenzione: Create Your First Infographic in 15 minutes.

Si tratta di una guida in PDF per creare la prima infografica in un quarto d’ora. Fantastico! Così non dovrò imparare tutto brancolando nel buio!

Per chi vuole iniziare subito, è disponibile una vera e propria app per creare infografiche.

Puoi partire da uno dei tantissimi templates preimpostati, oppure puoi iniziare da un foglio bianco e trascinare gli elementi preimpostati come sfondo, immagini, icone e caselle di testo praticando un po’ di drag and drop.

In definitiva, è un ottimo sito sia per i principianti che per gli esperti… ma c’è un problema.

Essendo una app grafica piuttosto complessa, è molto pesante. Con il mio computer, per esempio, non riuscivo a fare nulla: il browser rispondeva ai miei comandi parecchi secondi dopo.

Ho quindi continuato i miei esperimenti su un computer più potente, ma devo dire che anche qui non è molto veloce.

4. Easel.ly

Easel.ly

Easel.ly per infografiche gratis e’ carinissimo!! E non lo di co così per dire… è un applicazione semplice  e alla portata  di tutti. Ma ti la possibilità di creare davvero un’infinità di cose.

Usa una grafica molto stilizzata che ricorda vagamente gli ebook e i libri per ragazzi. Tuttavia ha una vastissima scelta di format che si trovano a seconda del settore che scegli dalla casella di ricerca.

Una volta scelto il settore che t’interessa ti appaiono un sacco di format davvero molto carini.

Dovrai solo cliccare su scritte e immagini per spostarle o cambiarle, puoi anche aggiungerle direttamente dal download del tuo pc. Inoltre puoi anche aggiungere video inserendo l’url di youtube dall’apposita casella.

E poi il colore del format si cambia in un attimo!

Basta andare sulla barra dei tool in alto e cliccare sulla tabella colore, e in pratica funziona come photoshop, hai la possibilità di cambiare i colori cliccando con il cursore sulla sfumatura che ti aggrada di più.

5. Canva

Canva

Come di procedura per tutte le applicazioni per infografiche gratis anche Canva ti chiede di selezionare il tuo status, ossia ad esempio se vuoi preparare qualcosa per conto di un’azienda o una start up, devi selezionare enterprise, se invece sei un privato, scegli self employer; poi entra con account FB o Goole account.

Una volta entrato, la prima cosa che ti chiede è di crearti un team.

Questa funzione è molto utile appunto per le aziende: s’invitano i propri collaboratori tramite mail o account per chi fosse iscritto, e si possono condividere immediatamente le proprie creazioni.

Se sei un free lance e non hai un team non preoccuparti, puoi saltare tranquillamente questo passaggio, basta che torni indietro cliccando sulla freccia in alto.

Ti trovi nel tuo account privato e nella barra a sinistra hai la possibilità di scegliere le varie attività che vuoi fare. Ma a te interesserà sicuramente  l’opzione “find templates“.

Bene entriamo nel vivo, una volta scelto il tuo leyout devi solo iniziare la tua creazione, ad esempio potrsti aver scelto il formato per la disposizione e le misure ma non è detto che ti piaccia la foto di sfondo o il font del testo.

Tranquillo niente panico, se vai sulla barra dei tool a fianco puoi cambiare la foto scegliendo quella che più ti aggrada tra le varie foto stock proposte dal sito.

Stessa cosa per il font, ne troverai un ‘infinitàa disposizione o anche il formato del testo se vuoi farlo più piccolo o più grande; devi solo cliccare negli angoli delle caselle non rischi deformazioni.

Volendo puoi anche scegliere l’opzione più veloce cliccando resaze sulla barra in alto ma per usarla devi fare un abbonamento (unica pecca dell’app).

Per il resto puoi cambiare colore al testo aggiungere uno sfondo , un noun project dalla barra elemts o delle simpatiche iconcine create proprio da canva che ti aiutano a chiare la parte scritta.

Questo sito è indicato sopratutto per pubblicità e simili, meno se si vuole creare presentazioni che contengano grafici e o elementi affini.

6. Data Viz Project

Data Viz Project

A proposito di grafici, ti presento uno dei siti per creare infografiche gratis più specifici per disegnare  diagrammi.

Su Data Viz ne trovi davvero di ogni tipo. In pratica ti trovi di fronte a archivio digitale di grafici, che ti offre più di 150 diverse soluzioni di visualizzazione.

Basta che le cerchi per tipo di data set, imput, funzione oppure forma.

Per iniziare la ricerca devi andare sulla barra in alto e cliccare su una delle sezioni sopra indicate, una volta scelta la tipologia l’applicazione ti rimanda ad un esempio dove ti vengono spiegate le varie caratteristiche di quella famiglia di grafici, e sotto ti vengono offerte le possibilità di scegliere fra tutti i tipi di quella famiglia.

Per ogni grafico viene spiegata la funzione in modo dettagliato.

Attenzione a 2 cose però:

  1. Se non t’intendi di grafici e di dati l’uso di questo sito può non essere immediato; quindi se cerchi una cosa più semplice è meglio che opti per qualcun’altra opzione, fra quelle che ti propongo.
  2. E un sito molto pesante, quindi devi avere una buona connessione per usarlo.

7. Creately

Creately

Creately è un altro sito per creare infografiche gratis specifico per i diagrammi, non è proprio un mega archivio ma ce ne sono comunque moltissimi.

La cosa interessante è che prima di rimandarti all’app vera e propria c’è prima una sorta di anticamera del sito, che ti accompagna per le varie tipologie di diagrammi con accanto un breve video tutorial che ti spiega direttamente come si usano.

Per entrare ti basta cliccare sul bottone in alto accanto al tuo account go to app.

Una volta entrato, prima di scegliere il template che t’interessa e iniziare a creare, devi scaricare il flash player, e poi sei pronto!

Non troverai nessuna difficoltà, anche perché l’applicazione ti offre davvero molti esempi.

8. Google Chart

Google Chart

Google Charts per creare infografiche gratis è davvero comodissimo e offre un sacco di spiegazioni molto utili. Anche quest’applicazione si adatta bene per una grafica costituita principalmnte da diagrammi.

Per entrare ti basta avere un account google e il gioco è fatto.

Nella barra a sinistra trovi un sacco di sezioni riguardanti i diagrammi, e i vari strumenti per crearli o modificare quelli esistenti. Ti devo però specificare che per usare google chart devi essere un minimo informato sull’HTML, perché in pratica ogni cambiamento si basa sul codice.

Ti spiego meglio: Google ti da un format iniziale dove ti fa vedere le striece di codice, tu puoi copiare le strisce nel tuo snippet per creare il diagramma ma per modificarlo devi seguire le istruzioni, e se non conosci l’HTM per niente potresti perderti.

Non è necessario essere esperti poiché puoi usufruire del supporto del sito, però se non sei un po’ ferrato può essere rischioso.

Sei un esperto? Goditelo!

9. Prezi

Prezi

Prezi è il più conosciuto e utilizzato strumento per creare infografiche online. Offre una grande varietà di effetti e possibilità, dando modo di creare presentazioni fluide e dinamiche con effetti che le singole slide a cui siamo abituati non potrebbero avere.

Quest’applicazione per infografiche gratis è un tool cloud-based, perciò le presentazioni sono disponibili da tutti i dispositivi (browser, desktop, iPad, iPhone, Android) e le modifiche vengono sincronizzate automaticamente.

Il piano base consente di creare presentazioni gratuitamente, però ti dico subito che sono pubbliche, al contrario di quelle a pagamento, che possono essere tutelate dall’aggiunta del proprio logo personale.

Creare una presentazione è molto semplice, ci sono una serie di template tra cui puoi scegliere: si possono utilizzare,

  • immagini
  • video
  • contenuti multimediali
  • disegnare linee e forme
  • modificare i colori.

Tutto è molto intuitivo, e nel giro di qualche ora anche un principiante può creare una presentazione incisiva ed efficace. Mi sento proprio di consigliartelo.

10. PowToon

PowToon

PowToon, è sinceramente quello che mi è piaciuto di più in assoluto perchè ti  permette di creare brevi video animati, mettendo a disposizione template, forme, sagome e quant’altro.

La versione gratuita lascia il logo in sovrimpressione, quindi si distingue facilmente da quella a pagamento.

I video, invece, sono limitati in durata ed esportazione, una cosa che lo limita un po’ rispetto alla versione con i costi .

Ma se stai cercando infografiche gratis per i video questa resta comunque una buona scelta, anche perché di questo tipo è difficile trovarne di davvero buone senza costi.

Da poco, inoltre, è stata aggiunta anche una sezione slide, che come per i video consente di creare presentazioni animate e professionali, in pochi click e con a disposizione template a cui aggiungere funzioni e grafiche grazie alla sezione PowToon Studio.

Ok, ora ne sai abbastanza e puoi creare da solo la tua infografica…

Ma dopo l’evento cosa te ne fai?

Creare un’infografica, per quanto oggi sia una azione alla portata di tutti, costa fatica. E poi è un peccato lasciarla nel cassetto dopo averla utilizzata per il tuo meeting!

Per questo ti dico una cosa. Le infografiche sono uno dei contenuti più virali del web. Ciò significa che vengono condivise e commentate più facilmente rispetto ad articoli, foto o video.

Un consiglio che ti do, quindi, è quello di condividere le tue infografiche.

Come promuovere la tua infografica online

Prima di tutto, rilascia la tua infografica su licenza creative commons.

Questo permetterà a chiunque di ricondividerla e quindi aumenterà la tua visibilità. Per evitare che qualcuno cancelli il tuo nome e faccia strane rielaborazioni, la formula ideale è Condivisione + Attribuzione + No opere derivate.

Per saperne di più ti consiglio di leggere il mio articolo dove parlo dell’utilizzo corretto delle immagini e spiego spiega nel dettaglio la questione dei diritti d’autore riferiti alle immagini.

Lavorare con immagini Creative commons

Noi di Meeting Hub lavoriamo quasi esclusivamente con immagini sotto licenza Creative Commons.

Spesso abbiamo grosse difficoltà a trovare immagini elaborate da ricondividere nei nostri articoli perché sono veramente poche le fonti di qualità.

Se tu inserissi la tua infografica in quelle librerie di immagini a libera ricondivisione aumenteresti sicuramente il tuo pubblico.

Una volta sistemata la questione dei diritti di condivisione non dovrai fare altro che caricare la tua infografica negli spazi adatti!

FacebookFacebook: puoi pubblicare la tua infografica come immagine, solo che spesso le immagini troppo grandi non vengono visualizzate a dovere.

Allora puoi utilizzare le note, che prevedono una formattazione HTML. In un certo senso sono piccole pagine web all’interno di Facebook, e sono anche poco usate dagli utenti.

Se credi che la cosa sia troppo complicata, carica pure l’immagine da sola. Se la precederai con una didascalia interessante, le persone ci cliccheranno.

 

PinterestPinterest: un sito che sta andando moltissimo negli Stati Uniti, mentre in Italia ha qualche difficoltà ad affermarsi. In breve, si tratta di un social specializzato nella condivisione di immagini.

Per usarlo non devi temere: è semplicissimo. Inizialmente devi aprire un account.

Una volta registrato, puoi creare la tua prima lavagna in cui inserire le immagini e caricare l’infografica.

Essendo un sito frequentato prevalentemente da anglofoni, ti consiglio di fare una versione dell’infografica anche in inglese per aumentare le possibilità che qualcuno te la ricondivida.

 

E-mailE-mail: tramite servizi come MailChimp puoi creare un template in cui inserire la tua infografica e inviarla agli indirizzi email della tua lista.

Ricorda di non farla troppo grande.

Ovviamente attieniti alle norme vigenti sullo spam.

 

sitoIl tuo sito: puoi pubblicare la tua infografica nel tuo sito.

Fatti aiutare dal tuo web designer di fiducia se non hai le competenze tecniche per modificare il codice HTML.

 

blogIl tuo blog: su CMS come WordPress non è difficile, basta scrivere un articolo di blog e inserire l’infografica come immagine.

 

 

Bene, ora non ti resta altro che cimentarti nella creazione della tua infografica.

Ricorda che creare con queste applicazioni, specie se si tratta di infografiche animate è un percorso artistico, quindi sii creativo!

Se trovi che questo articolo ti è stato utile, non esitare a condividerlo e fammi sapere cosa ne pensi commentandolo qui sotto; ad esempio se usi uno di questi siti potrebbe essere interessante per tutti gli interessati conoscere la tua esperienza!

Io e te ci vediamo molto presto qui sul blog!

Michele Ghilardelli

Michele Ghilardelli

Ebook Meeting Hub

Inserisci i tuoi dati e riceverai gratuitamente via mail l'Ebook completo.

Ben fatto! A minuti riceverai via mail l'Ebook!
Oh oh! qualcosa è andato storto! Riprova più tardi!

Articoli Correlati