Ti sei reso conto che il tuo team aziendale non va più d’accordo come una volta e i risultati lavorativi ne risentono?

Prima di affogare queste tue preoccupazioni scolandoti intere bottiglie di vino, leggi questo articolo e vedrai che bere anche un solo calice di qualità in compagnia può portare grandi benefici al tuo team di lavoro.

Quando ci troviamo a vivere periodi di forte stress, in cui il nostro cervello si rifiuta perfino di pensare, l’unica cosa che ci viene in mente è: ‘basta, voglio uscire di casa e andare a bere qualcosa con i miei amici’.

La buona convivialità riesce a farci dimenticare tutti i problemi, unisce e rallegra, ci spinge a essere più socievoli ed empatici. In fondo, come diceva Aristotele, siamo animali sociali che hanno vitale bisogno di compagnia.

Dunque cosa ne dici di organizzare un wine tour in Toscana per il tuo team aziendale?

Potrete degustare l’eccellenza vinicola italiana nei luoghi originari di produzione.

Inoltre fare tutto ciò insieme può aggiungere all’esperienza un qualcosa in più, ossia quell’aspetto di condivisione di cui il tuo gruppo necessita per ritrovare la coesione perduta.

Degustazione di vini toscani: quali scegliere

Icona bottiglia di vinoSi scrive Toscana e si legge terra del vino, prodotto apprezzatissimo per gusto e qualità sia in Italia che all’estero.

Ma quali sono i vini più famosi che dovrai assolutamente includere nel tuo tour di degustazione? Sostanzialmente tre, tutti rossi:

  • Chianti
  • Brunello di Montalcino
  • Vino Nobile di Montepulciano

La lista di vini toscani pregiati non si esaurisce certo qui, ce ne sono molti altri che vale la pena degustare (soprattutto il rosso Cortona prodotto ad Arezzo e il bianco Vernaccia di San Gimignano).

Tuttavia i tre che ti ho elencato non possono mancare, sono un must imprescindibile. Esistono tour che permettono di degustarli tutti e altri che invece si focalizzano solo su uno dei tre.

Se vuoi far vivere appieno quest’esperienza al tuo gruppo ti consiglio di optare per la prima tipologia di tour. In fondo se il tuo team non è composto da sommelier spera solo di trascorrere del tempo in compagnia per degustare del buon vino.

In quanti saremmo capaci di distinguere un calice di Chianti da uno di Brunello? Certamente non molti. E allora la cosa migliore è farsi spiegare da chi è più esperto di noi a riconoscerne le peculiarità e le differenze.

Ricorda che alla fine del tour il tuo gruppo deve sentirsi arricchito e migliore di prima per avere appreso qualcosa di nuovo.

Per farti un’idea di come è strutturato un tipico wine tour in Toscana puoi visitare il sito Cortona Wine Tours.

 Cortona Wine Tours

Ti basterà cliccare sulla voce “Wine & Food Tour” posta nel menu in alto della home page per scegliere il tour che preferisci. In base al tipo di vino scelto variano le cantine e le zone da visitare ma il programma si struttura sempre allo stesso modo.

Partenza dal proprio hotel e trasporto con minivan fino alle cantine, dove avverrà la visita e la degustazione dei vini. Pranzo con piatti tipici della cucina toscana, visita delle altre cantine e rientro presso la vostra struttura.

Cliccando sulle immagini sottostanti verrai reindirizzato alla pagina dedicata ai tour dei singoli vini. Potrai così comparare le varie proposte, leggere maggiori informazioni sulle cantine e sui vini da esse prodotti.

Se invece sei alla ricerca di un tour più completo che unisca i sapori e i gusti di tutti i più celebri vini toscani ti consiglio di optare per il Gran Wine Tour.

Si tratta di un vero e proprio tour della durata di 5 giorni tra le province di Firenze, Siena e Arezzo, che ti permetterà di visitare le migliori cantine di Cortona, Montalcino, Montepulciano e del Chianti.

Le migliori location per un wine tour in Toscana

Se ti dovessero chiedere di pensare a un vino rosso toscano molto probabilmente il primo che ti verrebbe in mente è il Chianti. E hai ragione aggiungerei.

Se la produzione vinicola toscana è così famosa e apprezzata in Italia e nel mondo è merito anche della costante attenzione qualitativa da sempre riservata a questa prestigiosa etichetta.

Ecco perché un wine tour toscano che si rispetti deve comprendere la visita delle zone originarie di produzione.

Sei sicuro di conoscerle?

Il Chianti inizialmente era prodotto in una ristretta porzione di territorio tra Siena e Firenze, per intenderci la cosiddetta zona del Chianti Classico riconoscibile per l’etichetta con il Gallo Nero.

Col tempo, però, l’area di produzione si è allargata e oggi la zona del Chianti dal punto di vista geografico comprende buona parte delle province di Siena, Firenze e Arezzo.

Ecco perché si sente parlare di Chianti Colli Senesi, Chianti Colli Fiorentini o Chianti dei Colli Aretini.

Dunque quali sono le location migliori in cui degustare oltre a del buon Chianti anche gli altri vini della tradizione toscana?

Hai molte opzioni tra cui scegliere:

  • Castelli e Cantine
  • Agriturismi
  • Enoteche

1. Castello di Gabbiano

Via Gabbiano, 22 –  San Casciano in Val di  Pesa (FI)

Castello di Gabbiano: esterno
Castello di Gabbiano: esterno
Castello di Gabbiano: piscina
Castello di Gabbiano: piscina
Castello di Gabbiano: Ristorante
Castello di Gabbiano: Ristorante

La famiglia Marchesi Cattaneo Adorno Giustiniano, proprietaria del Castello di Gabbiano, è impegnata da 4 secoli nella produzione di vini di altissima qualità.

Nella cantina di questa dimora del XIII secolo puoi riscoprire la bontà del Chianti Classico, prodotto dalle uve dei vigneti che si estendono sulle colline circostanti.

Non solo etichette di qualità, perché qui potrai trovare anche vari tipi di grappe e oli da accompagnare ai piatti della tradizione toscana.

Tutto ciò in una cornice da favola, arricchita dalla presenza di una bella piscina scoperta e un’area esterna dove si possono organizzare pranzi e cene sotto le stelle.

Chiedi informazioni a Castello di Gabbiano

Maggiori dettagli su Castello di Gabbiano

2. Taverna di Bibbiano

Loc. Bibbiano La Taverna, 35 – Colle di Val d’Elsa  (SI)

Taverna Di Bibbiano: Esterno
Taverna Di Bibbiano: Esterno
Taverna Di Bibbiano: Sala delle farfalle
Taverna Di Bibbiano: Sala delle farfalle
Taverna Di Bibbiano: Sala giardino
Taverna Di Bibbiano: Sala giardino

Cosa c’è di meglio di una location immersa nelle colline del Chianti per fare una bella degustazione di vini insieme a colleghi o amici?

La Taverna di Bibbiano ti affascinerà con il suo paesaggio su vigneti e oliveti, per non parlare del bellissimo giardino profumato di rose e lavanda.

Puoi fare un bel pranzo all’aria aperta ma al riparo dal sole oppure una cena con vista sulle colline.

Il ristorante interno ti conquisterà con i piatti tipici locali sia a pranzo che a cena, accompagnati da prestigiose etichette toscane e non solo.

Una meraviglia!

Chiedi informazioni a Taverna di Bibbiano

Maggiori dettagli su Taverna di Bibbiano

3. Cantina di Montalcino

Loc. Val Di Cava – Montalcino  (SI)

Cantina Montalcino: interno
Cantina Montalcino: interno
Cantina Montalcino: esterno
Cantina Montalcino: esterno
Cantina Montalcino: botti
Cantina Montalcino: botti

La Cantina di Montalcino si trova in provincia di Siena, nelle immediate vicinanze del paese.

La struttura si trova nel territorio verdeggiante che spazia tra il Monte Amiata e le valli dell’Orcia, dell’Asso e dell’Ombrone. Da 40 anni è l’unica realtà di cooperazione vitivinicola della zona, con le sue 100 piccole aziende agricole al lavoro. Il vino prodotto in queste zone è tra i più conosciuti al mondo!

La location, immersa nel verde, ha un design moderno ma conserva i ritmi della tradizione per la produzione del vino. Insomma, unisce la modernità con l’eleganza della storia. Fa inoltre parte della Toscana Wine Architecture, un circuito che unisce cantine d’autore con design d’autore!

La proposta offerta è di 4 spazi per eventi, la cui capacità massima è di 250 persone. In estate si può godere del grande prato esterno, dove si possono organizzare aperitivi e buffet al profumo del Brunello!

Chiedi informazioni a Cantina di Montalcino

Maggiori dettagli su Cantina di Montalcino

Eventi dedicati alla degustazione di vini

Probabilmente dopo tutto questo gran parlare di vino inizia a girarti la testa. Ti chiedo di rimanere lucido e vigile ancora per un po’ perché l’evento di cui ti voglio parlare ora è davvero imperdibile.

In provincia d’Arezzo, ogni anno, si tengono I Giorni del Vino su iniziativa di un’associazione chiamata La Strada del Vino Terre di Arezzo, nata nel 2000 per valorizzare le peculiarità enogastronomiche toscane.

Col passare del tempo numerosi agriturismi, ristoranti e cantine sono diventati membri di tale associazione andando a delineare idealmente la cosiddetta Strada del Vino, un’area di circa 200 km che attraversa la campagna toscana.

 I Giorni del Vino

Tutti i luoghi membri della Strada del Vino Terre di Arezzo rimarranno aperti nei mesi sopra citati tutti i mercoledì e le domeniche, dalle 15 alle 19 nei mesi di maggio, giugno, settembre e ottobre, dalle 16 alle 20 a luglio e agosto.

Un’occasione unica per poter visitare le cantine, i vigneti e degustare i vini aziendali senza l’obbligo di prenotazione e a un costo promozionale di 5 euro a persona.

Le location che prendono parte all’iniziativa sono tantissime. Potrai leggere tutte le informazioni del caso sulla brochure scaricabile dal sito de La Strada del Vino.

Per ogni locale sono specificati i giorni possibili di visita, l’indirizzo, il numero di telefono, l’e-mail, il sito Web, il nome di un referente e le lingue parlate, la capacità della cantina e i mezzi con cui è possibile raggiungere il posto.

Non sembra perfetto?


A questo punto spero di averti fornito sufficienti idee per organizzare un indimenticabile wine tour aziendale in Toscana.

Quando ti troverai a scegliere le tappe del tuo tour ricorda che il vino non è l’unico protagonista perché la tradizione e il paesaggio giocano un ruolo altrettanto importante.

Conoscere l’una e immergersi nell’altro permetterà a te e al tuo team di vivere quest’esperienza in maniera ancora più completa.

Se questo articolo ti è stato utile condividilo con i tuoi amici e non esitare a farmi sapere nei commenti come è andata.

Buona degustazione e alla prossima!