Tuo/a figlio/a deve fare la Cresima e non sai come festeggiare? In quest’articolo parliamo proprio di come organizzare la festa della Cresima.

Ti darò consigli sugli aspetti principali da considerare, tra cui:

  • Scelta della madrina o del padrino;
  • Scelta della location;
  • Bomboniere e regali per la cresima.

Prima di iniziare a vedere come organizzare la festa, ricorda: il festeggiato o la festeggiata non è più piccolo/a, è il/la protagonista della giornata ed è giusto che dica le sue preferenze.

Coinvolgerlo nell’organizzazione gli/le permetterà di esprimere la sua personalità e di rafforzare il rapporto con te mamma o papà.

La Cresima: il sacramento della confermazione religiosa

cresima sacramento religioso

La Cresima, detta anche Confermazione, è un sacramento fondamentale della Chiesa cattolica e ortodossa che si riceve verso gli 11-13 anni, quindi solitamente negli anni in cui i ragazzi frequentano le scuole medie.

Consiste nella conferma della promessa del battesimo e fa discendere lo Spirito Santo sul cresimando.

Viene impartita dal Vescovo e il momento più importante e simbolico è il rito dell’unzione con il crisma, ovvero l’olio sacro.

Il Vescovo quindi impone le mani sulla fronte della persona che si accinge a ricevere il sacramento e disegna una croce con l’olio benedetto.

La Cresima è un momento importante e va festeggiato nel giusto modo, con una bella giornata di convivialità e spensieratezza.

Come organizzare la festa della Cresima: tutti gli aspetti da considerare

A differenza di altre cerimonie come il matrimonio o il battesimo, la cresima viene solitamente festeggiata con i parenti e gli amici più stretti, quindi organizzare una festa risulta spesso meno complesso.

Che la festa sia tra pochi intimi o con un folto gruppo di persone, ci sono comunque aspetti di cui tener conto e da definire per tempo.

Dunque: ora iniziamo a vedere come organizzare la festa!

1. Scelta della Madrina o del Padrino

La madrina o il padrino sono le figure che fungeranno da modello e guida nella vita del ragazzo o della ragazza che si appresta a ricevere la Cresima.

La scelta viene fatta dal cresimando insieme ai suoi genitori e ci sono diverse opzioni:

  • Confermare la madrina o il padrino presenti nel giorno del battesimo;
  • Un parente a cui il cresimando è fortemente legato, come uno zio o una zia;
  • Un amico di famiglia con cui il cresimando ha un rapporto particolare, forte e di lunga data.

La cosa importante è che, appunto, sia qualcuno a cui il cresimando o cresimanda sia fortemente legato, dato che fungerà da guida spirituale accompagnandolo/a nella sua vita di fede.

La Chiesa prevede alcuni requisiti per svolgere il ruolo di padrino o madrina:

  • Avere almeno 16 anni;
  • Aver ricevuto Battesimo, Prima Comunione e Cresima;
  • Se già sposati, non essere separati o divorziati.

2. Gli invitati alla festa

Certamente avrai già un’idea di chi invitare alla tua festa di Cresima; con una lista degli invitati sarai sicuro di non dimenticare nessuno.

Sapere il numero di invitati ti aiuterà a:

  • Valutare la giusta location. I tuoi invitati devono essere a loro agio, perciò se vuoi invitare molte persone devi individuare una location che vi accolga tutti.
  • Valutare i costi del ristorante o del catering (o determinare quanto cibo e bevande dovrai procurarti se organizzi la festa in casa).

Ora che hai la lista pronta, manda gli inviti.

Se non hai tanti inviati, informali con una telefonata di cortesia e successivamente mandagli un classico invito cartaceo oppure un invito digitale tramite email, così avranno sempre la possibilità di consultare posto, giorno e ora della festa.

Oppure se preferisci inviti cartacei puoi trovare in cartoleria, online o nei negozi di articoli da regalo inviti a tema già pronti da compilare con i dati dell’evento.

Hai tanta creatività, manualità e tempo a disposizione? Puoi realizzarli a mano o al computer (qui puoi scoprire 5 programmi per creare inviti belli e in modo veloce) e farli poi stampare in tipografia.

Oltre a svolgere la loro funzione, gli inviti saranno anche un ricordo della tua festa.

3. Il ricevimento della Cresima: location e decorazioni

tavola apparecchiata con decorazioni floreali per cresima

Nonostante sia un’opzione che puoi prendere in considerazione, ti sconsiglio di organizzare la festa per la Cresima nella tua casa.

Innanzitutto potresti non avere gli spazi adatti per accogliere tutti gli invitati, anche se pochi. In ogni caso, evitando il “fai da te” non dovrai occupare la giornata a cucinare per gli ospiti e a pulire la casa una volta conclusa la festa, due cose che comunque richiedono impegno e tempo.

Per la scelta della location puoi quindi orientarti tra:

  • Prenotare un ristorante oppure un agriturismo, magari facendo riservare una sala solo per la tua festa oppure, se il tempo lo permette, festeggiando in giardino;
  • Affittare una location e affidare il ricevimento a un catering, che gestirà il pranzo a buffet o a portate;
  • Se proprio preferisci festeggiare nella tua casa, ti consiglio di affidarti a un catering, che ti permetterà di viverti la festa, ti proporrà piatti sfiziosi e si occuperà degli allestimenti.

Affidandoti a professionisti potrai organizzare il tuo ricevimento al meglio in ogni dettaglio: ti consiglieranno il menu, ma anche il tovagliato, gli addobbi della sala, la disposizione dei posti. 

Le decorazioni e addobbi per la Cresima

Puoi allestire la location della festa per la Cresima con addobbi e decorazioni a tema, quindi con simboli religiosi come la colomba e la croce.

Per quanto riguarda i colori puoi stare sul classico abbinamento oro-bianco, ma anche sperimentare altre opzioni:

  • Le varie sfumature del blu (dal blu pastello, all’azzurro brillante, al blu scuro, al celeste), abbinate a oro e argento, si adattano alla Cresima di un ragazzo. Puoi comunque scegliere anche colori come il verde o l’arancione;
  • Per la Cresima di una ragazza invece sono ottimi i colori pastello e colori delicati come lilla, giallo chiaro, albicocca, rosa, verde menta.

Chiedi al festeggiato o alla festeggiata la sua opinione!

Nell’allestimento puoi usare anche festoni, palloncini e ghirlande, oltre a centrotavola floreali, cake topper per la torta, candele e decorazioni per abbellire la tavolata.

Nell’organizzare la festa di Cresima pensa anche alla disposizione dei posti a sedere al ricevimento e crea i segnaposti. Saranno un oggetto decorativo e faciliteranno ai tuoi ospiti la scelta del posto a tavola.

Predisponi un tavolino in un angolo o in un posto in cui non è d’intralcio: qui potrai posizionare i pacchetti con le bomboniere e i vassoi di confetti.

Non possono mancare le decorazioni floreali: consigliati i gigli, bellissimi e perfetti per ogni occasione, ma è molto indicata anche la gerbera bianca, che permette di dare un tocco di allegria sfruttando il giallo della sua corolla.

4. La scelta del menù e della torta per la Cresima

Per definire il menù della festa della Cresima devi tenere in considerazione le esigenze tue e dei tuoi ospiti.

Informati su allergie e intolleranze degli invitati e se c’è qualche ospite vegetariano o vegano.

Insieme allo staff del ristorante o del catering pensa a diversi menù e prevedine uno semplice e appetitoso per i bambini.

Potresti strutturare il menù della festa di Cresima così:

  • Un antipasto di salumi e formaggi e/o un antipasto vegetariano;
  • Due assaggi di primo a base di carne o di pesce;
  • Un secondo piatto di carne o di pesce;
  • La torta per la cresima.

Prima della cerimonia in Chiesa potresti organizzare un piccolo buffet a casa tua, per gli invitati ma anche per altri parenti, amici e conoscenti che non verranno al ricevimento.

Un’idea semplice è quella di offrire una torta o una crostata, oppure qualche stuzzichino o pasticcino.

Una delle ultime tendenze, non solo a matrimoni ma anche a battesimi, comunioni e cresime, è la confettata: puoi organizzare un tavolino con confetti colorati e marshmallow, distribuiti in barattolini in vetro e ceramica o in scatoline colorate.

La torta per la Cresima

torta per cresima

Nel ricevimento della festa di Cresima non può mancare una buonissima torta!

Chiedi al festeggiato/a quale torta vuole, ma tieni in considerazione anche i tuoi ospiti, i loro gusti ed eventuali allergie/intolleranze. Gusti classici sono la torta alla frutta, torta alla crema o al cioccolato.

Il cake design permette di creare torte particolari, rotonde, rettangolari oppure a libro, su un piano o più piani, con i simboli della Cresima quali gli angeli, il bastone e il mitra del vescovo, il gesto dell’imposizione delle mani sul capo, la colomba, il fuoco che rappresenta l’energia dello Spirito Santo.

Solitamente, poi, le torte per la cresima hanno colori come bianco, dorato, rosso e colori pastello.

5. Come vestirsi a una Cresima

La Cresima è una cerimonia religiosa e una giornata di festa e convivialità, perciò ci si veste in modo elegante.

Innanzitutto, come vestire il protagonista della cerimonia? Dato che si tratta di un’età pre-adolescenziale, probabilmente non amerà molto l’idea di vestirsi troppo elegante, ma cerca di fargli capire che si tratta di una cerimonia e che è possibile scegliere abiti raffinati anche se semplici.

  • Per lui: pantaloni dal taglio classico e camicia (bianca, azzurra, grigia), da abbinare anche a una giacchetta/blazer;
  • Per lei: un vestito, un completo con gonna oppure camicetta e pantaloni.

La scelta degli abiti dipende anche dal tempo. Solitamente la Cresima si riceve nei mesi primaverili e autunnali. Se fa ancora freddo, meglio scegliere capi più pesanti e magari usare dolcevita e cardigan e calze coprenti per le ragazze.

Se invece già ci sono giornate con temperature un po’ più alte, si possono scegliere anche abiti più leggeri, non troppo aderenti né corti né scollati.

Per le scarpe, invece, la cresimanda potrebbe indossare una ballerina oppure anche stivaletti; per il cresimando un paio di scarpe comode ma anche eleganti.

Mamma e madrina possono, invece, optare per un dress code più sobrio e informale: meglio un abito unico, con gonna fino al ginocchio, con tinte neutre o tinte pastello, ma anche temi floreali.

Anche l’abbinamento maglia (o camicia) e pantalone si adatta bene alla Cresima.

La madrina, essendo protagonista insieme al festeggiato/a, può osare con abiti dai colori più vivaci.  

Da evitare scollature vertiginose, trasparenze velate, paillettes in eccedenza o elementi troppo luccicanti. Ai piedi puoi indossare decolleté o sandali e zeppe con il tacco.

Il papà e il padrino possono indossare pantalone, camicia e giacca, sia a tinta unita (ad esempio color blu) sia spezzato, ad esempio una giacca beige da abbinare con pantaloni marroni. Non sono necessarie giacca e cravatta; meglio evitare anche smoking, tight e jeans.

6. Le bomboniere per la Cresima

bomboniere per cresima

Così come al matrimonio e al battesimo, se devi organizzare la festa per la Cresima c’è un elemento che non può mancare: le bomboniere che il cresimando/la cresimanda dona ai suoi invitati.

Sono un modo per lasciare un ricordo tangibile della giornata e dell’evento. Puoi donare bomboniere di diversa tipologia e puoi acquistarle già confezionate o prendere i kit fai da te da assemblare.

Ti suggerisco qualche idea:

  • Un’idea classica ma sempre apprezzata sono i sacchetti in lino o juta contenenti i confetti, che puoi donare da soli oppure affiancare a un’altra bomboniera.
  • Un soprammobile, un oggetto bello e fine che gli invitati possono riporre sulle mensole della loro casa. Può essere qualcosa legato alla cerimonia, quindi con i simboli religiosi come gli angeli e la colomba, o animaletti, segnalibri, clessidre, portachiavi, ciondoli, diffusori d’essenze.
  • Se sei amante della natura, puoi regalare piccole piante grasse o bonsai, comunque piante non troppo impegnative da curare ma belle da mettere come centrotavola.
  • Le bomboniere solidali sono oggetti simbolici che le associazioni di volontariato o ricerca alle quali fai la donazione ti inviano assieme a un bigliettino che attesta il tuo gesto. I tuoi ospiti quindi avranno un ricordo della Cresima di tuo figlio/tua figlia ma scopriranno anche l’associazione che hai deciso di aiutare e magari vorranno dare il loro contributo. Affidati a un’associazione conosciuta e certificata per queste bomboniere.
  • Altra idea sono le bomboniere gastronomiche, ovvero bomboniere che contengono alimenti: confetture, vasetti di miele abbinati al loro spargimiele, delizie tipiche.

Solitamente per il padrino e la madrina viene prevista una bomboniera diversa dalle altre o un regalo speciale, proprio per l’importanza del ruolo che ricopre.

Ovviamente dipende sempre dai gusti e dalle preferenze personali, ma ti suggerisco alcune idee:

  • Per il padrino: puoi regalare un orologio, un bracciale, una penna stilografica, un oggetto d’epoca, un papillon in legno.
  • Per la madrina: ottimi regali sono bracciali, orecchini, collane, anelli, ciondoli per braccialetti, profumi.

Qualsiasi siano le bomboniere che hai scelto, ordinala con anticipo, così non dovrai correre all’ultimo minuto per recuperarle.

7. Regali per il/la cresimando/a per la Cresima

Sei stato invitato a una Cresima ma non sai quale regalo fare al cresimando o alla cresimanda? La scelta dipende anche dal rapporto che hai con lui/lei, dai suoi gusti e dalle sue esigenze.

Qui ti forniscono alcune idee sempre apprezzate:

  • Preziosi, come gioielli, anelli, collane, orecchini, cinture.
  • Regali tecnologici per gli amanti della tecnologia: tablet, consolle e giochi per videogiochi, una macchina fotografica, cuffie.
  • Libri o e-reader per gli amanti della lettura.
  • Classici regali sono la busta contenente denaro, che il festeggiato e i suoi genitori potranno usare come preferiscono, e i buoni – come un buono Amazon, un buono Feltrinelli, ecc. – con cui il ragazzo o la ragazza potranno acquistare quel che vogliono.

In ogni caso, se hai dubbi sul regalo da fare a un/a cresimando/a, ti consiglio di chiedere informazioni e suggerimenti ai genitori.

8. Il fotografo per la festa della Cresima

La Cresima è un momento religioso ma anche una bellissima giornata da passare con amici e parenti: diventerà un ricordo che durerà per tutta la vita per te, il tuo partner, il cresimando o la cresimanda, i nonni, gli zii e tutti gli invitati. Perciò va immortalato!

Grazie alla tecnologia avanzata di cellulari e macchine fotografiche, oggi ognuno di noi può fare belle fotografie. Perciò puoi occupartene tu oppure incaricare un amico o parente.

Ti consiglio però di affidarti a un fotografo professionista, così tu e tutti gli invitati potrete godervi la giornata.

Un professionista, inoltre, saprà cogliere i giusti momenti ed espressioni del cresimando e di tutti gli ospiti, realizzando così fotografie di qualità.

Per quanto riguarda le foto in chiesa ti consiglio di chiedere il parere del parroco.

Alcune parrocchie, inoltre, prendono accordi con un fotografo di fiducia, sia per le fotografie dei cresimandi quando ricevono il rito sia per le fotografie di gruppo.

Così si evita che ci siano tanti fotografi e tanti flash che possono disturbare la funzione. Chiedi quindi al tuo parroco se ha intenzione di ingaggiare un fotografo.


Ora sai come organizzare la festa della Cresima!

Se l’articolo ti è piaciuto e ti è stato utile, condividilo con i tuoi amici. Salva il sito nei preferiti per rimanere sempre aggiornato sulle news riguardanti il mondo degli eventi!