I viaggi incentive sono uno strumento oramai adoperato da moltissime aziende sia per stimolare i propri dipendenti al raggiungimento di determinati obiettivi, sia per fidelizzare il cliente. In questo articolo cercheremo di capire quali sono i meccanismi che stanno dietro questi viaggi premio.

Viaggi incentive: cosa sono

icona viaggio in aereoI viaggi incentive sono delle vacanze, solitamente della durata di un weekend lungo o comunque raramente superiori alla settimana, che vengono “messe in palio” da parte di un’azienda o di una compagnia:

  • Per i propri lavoratori, nel caso in cui essi incrementino il rendimento dell’azienda e conseguano degli ottimi risultati, o semplicemente per motivarli a fare meglio e a identificarsi con l’azienda (si parla di brand awarness)
  • Per i propri clienti, come strumento di marketing, per indurli ad acquistare i propri prodotti con un ulteriore stimolo e a fidelizzarsi.

Si tratta di uno strumento motivazionale di gran rilievo che, nel suo secondo step, raggiunge anche obiettivi di team building, quando i componenti che si sono guadagnati l’incentive travel partono insieme.

Organizzare un viaggio incentive

icona bandierina viaggioSe stai pianificando questo tipo di viaggio, devi sapere che si tratta di un’impresa tutt’altro che scontata e semplice. Perché abbiano successo infatti, viaggi incentive vanno supportati da un accurato studio e da un’organizzazione che non lasci nulla al caso.

Soprattutto nel caso delle vacanze premio interne all’azienda, i criteri di assegnazione devono essere da subito chiari: se verrà raggiunto un rendimento prefissato nel tempo stabilito, allora si potrà accedere al viaggio. Anche la scelta della destinazione è molto importante e dev’essere pensata con cura.

In generale, per la buona riuscita di un viaggio incentive (dal punto di vista economico ma anche della soddisfazione di chi parte), non devono mancare assolutamente:

  • Uno studio sulla fattibilità e sul suo impatto in termini economici: bisogna in sostanza vedere se il gioco vale la candela, se il ritorno in termini economici (miglior rendimento dei dipendenti, aumento degli acquisti dei clienti) supera i costi sostenuti, o comunque crea perdite sacrificabili per altri obiettivi interni.
  • Un’analisi del progetto, del profilo dei partecipanti e di conseguenza la scelta di mete adatte al target di riferimento. All’interno del viaggi infatti poi possono essere inserite attività aggreganti (giochi, sport) volti a cementare il gruppo.
  • Un’attività di marketing e di pubblicità dettagliata, in particolare quando il viaggio incentive è rivolto alla clientela.

Figure professionali e agenzie legate agli incentive travel

icona teamProprio per la complessità che una buona organizzazione di questi viaggi può avere, spesso le aziende si appoggiano a delle agenzie viaggi, o comunque a delle persone che abbiano conoscenze sia nell’ambito del turismo che in quello aziendale e del marketing, in modo da creare delle promozioni adatte ai propri scopi.

Esistono figure ed enti specifici in grado di aiutarti a pianificare un viaggio incentive, tra i quali sicuramente rivestono un ruolo di primo piano:

  • Le agenzie di viaggi incentive (o incentive house): si tratta di agenzie che curano tutti gli aspetti di questi viaggi incentive, dall’ideazione al marketing. Basta presentare loro i tuoi obiettivi, e prepareranno l’intero pacchetto.
  • Le agenzie di comunicazione: specializzate nello studio di strategie comunicative e nella gestione dell’immagine.
  • Le destination management company, o DMC, agenzie che organizzano sul territori servizi logistici sia per il normale turismo che per il cosiddetto “turismo d’affari”. Si tratta in sostanza del contatto “sul posto” della vacanza.

Quando e dove andare con i viaggi d’incentivazione

icona posizionePer quanto riguarda la meta, solitamente vengono scelte capitali europee o mete italiane conosciute, ma considerato che la gente oggi si muove di più, e quindi ha molte più aspettative ed esigenze, potrebbe essere una buona idea quella di spostarsi verso destinazioni meno battute.

Sul periodo migliore per i viaggi incentive, evita le vacanze di Natale o quelle estive, in cui i tuoi dipendenti tendenzialmente preferiranno stare con la famiglia. La primavera, anche per le condizioni climatiche, è la parte dell’anno più gettonata per i viaggi d’incentivazione.

Una volta partiti: come sfruttare i viaggi incentive

icona aereoAbbiamo detto che i viaggi incentive sono strumenti aziendali molto importanti. Il loro compito tuttavia non è solo quello di motivare i dipendenti a rendere meglio, non si esaurisce cioè nella fase che li precede. Anche una volta partiti infatti, l’incentive travel può portare a dei risultati importanti all’interno dell’azienda.

Questa vacanza non dev’essere fine a se stessa, ma deve rispondere a diversi obiettivi. Tra di essi ovviamente c’è anche quello di svagarsi dopo una fase lavorativa particolarmente impegnativa per l’azienda, ma non solo. Una delle sfide per coloro che organizzano i viaggi incentive è proprio quella di riuscire, come si dice, a unire l’utile al dilettevole: per questo sono importanti i dettagli.

Una volta sul posto, bisogna stimolare i partecipanti con attività collettive finalizzate al team building (come giochi di gruppo ed escursioni) e adatte a persone di varie età e carattere, visto che spesso il gruppo aziendale è variegato. Allo stesso tempo, vanno lasciati anche dei momenti di libertà: non è una gita scolastica e ognuno ha diritto alla sua privacy.

Un’altra grande potenzialità dei viaggi d’incentivazione è che consentono di parlare di lavoro, di obiettivi aziendali e di progetti futuri in un contesto informale, dove tutti si sentono più liberi di dire il proprio parere, e il team aziendale ha quindi l’opportunità di crescere e di costruire strategie per i giorni a venire.

I viaggi incentive, in generale, aumentano l’armonia e la coesione aziendale e, pur prevedendo una spesa, solitamente generano un ritorno economico grazie al maggior impegno profuso dal team per guadagnarsi questa occasione.

Non ti resta che preparare le valigie!