Meeting Hub Meeting Hub blog
foitografo per eventi

Il peggior incubo di un fotografo per eventi

Da 1 a 10, quanto è importante la presenza di un fotografo professionista ad un evento? 10, te lo assicuro! Ma non basta che sia presente, la cosa più difficile in assoluto è saperci andare d’accordo.

Oggi più che mai, avere a disposizione un professionista dell’obiettivo non è utile, è indispensabile!

Organizzare un meeting, un congresso, uno start-up party senza avere una fotografo per eventi che immortali i momenti più significativi significa sprecare gran parte del proprio lavoro.

Però attenzione: non devi pensare che una volta trovato il fotografo giusto puoi lasciare a lui tutto il lavoro e pensare ad altro. A lavorare dovete essere in due, altrimenti rischi di rovinare tutto.

Ti mostrerò perché in questo articolo.

Se non vedo non credo

icona occhio sbarratoUn evento non documentato è un evento che non è mai esistito. Troppo drastico?

No, non è esagerato. Perché se ci pensi bene è proprio così che funziona oggi.

Il famoso “se non vedo, non credo” è ben giustificato.

Un ‘evento fantasma’ avrà molta meno risonanza rispetto ad uno che è stato ben documentato.

Le persone che non hanno partecipato all’evento, ma anche quelle che ancora non ti conoscono, devono potersi fare un’idea di quello che hai da offrire.

Per questo motivo, offrire l’accesso a resoconti fruibili dell’esperienza, come fotografie e video, è l’unico modo possibile per mostrare come lavori.

So già cosa stai pensando:

Che c’è di difficile? Ho già la soluzione: il mio amico Frank è un mago della telecamera! Quando va in vacanza mi mostra sempre degli scatti favolosi. Basterà chiedere a lui e il successo sarà assicurato!”

Fermo! È proprio qui che sbagli!

Meglio un fotografo professionista

È vero, tutti noi siamo capaci di scattare fotografie, soprattutto ora che abbiamo a disposizione moltissimi strumenti per farlo, ma i veri fotografi sono ben pochi.

Sfatiamo il mito del “basta premere un bottone e cerchiamo di capire perché un professionista è meglio del tuo amico Frank.

Prova a rispondere a queste 3 semplici domande, e vedrai che il mito crollerà come un castello di carte:

icona domanda

1) Se il tuo amico si ammala, sei in grado di reperire un sostituto altrettanto valido, velocemente?
2) Frank scatta fino alla fine senza distrarsi mai?
3) Secondo te ha voglia di capire fino in fondo qual è il risultato che vuoi ottenere?
Ecco che le cose si fanno un po’ più complicate.

A differenza del tuo amico, il fotografo è una persona che studia, che ha un occhio artistico, che si aggiorna costantemente, ma soprattutto che sa catturare i momenti migliori nella loro naturalezza.

Qualità simili non sono da tutti. Si acquisiscono con l’esperienza, molta esperienza.

Insomma, chiedi ad uno che lo fa di lavoro! Soprattutto se i tuoi sono obiettivi di business.

Investire su una personalità simile ti porterà dei ritorni non indifferenti.

L’incubo di un fotografo per eventi

icona spaventoForse ti ho convinto ad assumere un fotografo, ma sappi che non è ancora finita.

Ora il professionista ce l’abbiamo, ma tu hai le idee chiare?

Sai già che tipo di messaggio o emozione vuoi comunicare con il tuo evento?

Qual è il segno che vuoi lasciare bene impresso nella mente di chi vedrà le tue foto?  Che tipo di atmosfera vuoi trasmettere?

Pensaci, perché tutto ciò è fondamentale per la buona riuscita dell’evento, altrimenti avrai buttato inutilmente dei soldi.

Non essere il cliente-incubo di tutti i fotografi! Quello che non sa bene ciò che vuole.  Devi essere in grado di interagire al meglio con la persona.

Devi sapere comunicare, entrare in sintonia con lui, raggiungere l’intesa senza aver paura di parlare di ciò che vorresti ottenere.

Confrontatevi senza timore, e vedrai che ogni cosa andrà come vorresti.

Se le cose sono tante è meglio prendere carta e penna e riassumere ciò che hai in mente.

È proprio il caso di fare un briefing, cioè una lista di ciò che dovrebbe essere immortalato di più.

Si sa, a volte agli eventi partecipano persone di una certa importanza, che meritano più attenzione rispetto ad altre. Per esempio bisognerebbe avere un occhio di riguardo per gli sponsor o per ospiti esclusivi.

Tu li conosci bene, perché fanno parte del tuo settore, ma il fotografo no, quindi è necessario spiegargli chi sono e come vorresti immortalarli.

Ma non solo, se si tratta di una presentazione è bene scattare molte foto anche ai prodotti esposti; dopotutto sono loro i veri protagonisti.

Di cosa discutere

icona conversazioneUna volta fatto ciò ci sono altre due cose che vanno sempre discusse insieme al fotografo per evitare che l’evento vada a gambe all’aria, si tratta di due semplici accordi:

 

  • Accordatevi sulle luci:

Il fotografo generalmente sa come ottenere belle fotografie anche in condizioni sfavorevoli, ma ci sono dei fattori che mettono all’angolo anche il professionista più esperto.

In particolare c’è una cosa che non dovrebbe mai mancare, la migliore amica di tutti i fotografi: la luce.

Che sia naturale o artificiale, se la luce presente è debole sarà molto difficile riuscire ad ottenere delle ottime foto. La location deve essere ben illuminata, quindi è necessario accertarsi prima delle sue condizioni.

Chiedi al fotografo se vanno bene le luci presenti: è importante valutare bene insieme l’intensità, la provenienza e il colore. Se non sono adatte allo scopo che si vuole ottenere è il caso di cercarne altre, o nel peggiore dei casi, cambiare location.

Se vuoi scoprire quali sono i migliori modi per fotografare una location clicca qui.

  • Accordatevi sul tipo di fotografie:

Nel grande mondo dell’obiettivo ci sono due principali tipologie di foto: le foto naturali e le foto posate.

Le prime sono quelle che ritraggono i momenti di socialità, di interazione tra i presenti, mentre le seconde sono gli ‘scatti da red carpet’, in cui utili per comunicare la personalità di un evento tramite le persone che lo popolano.

Le foto posate andrebbero scattate in un angolo sgombro della sala, perfettamente illuminato.

Se lo spazio non manca è una buona cosa ritrarre anche una foto di gruppo.

Questo è quanto. Quando dovrai organizzare il prossimo evento ripensa a questo articolo.

Se riesci ad ottenere un buon fotografo e ad evitare di fargli venire una gran voglia di strapparsi i capelli sei partito con il piede giusto.

Non costringerlo a leggerti nella testa, piuttosto rivelagli tutto ciò che hai in mente.

Ricorda sempre: il fotografo lavora per te, ma non al posto tuo! Se tu non hai le idee chiare anche il migliore professionista del mondo sarà messo all’angolo.

 

Cerchi un fotografo o un videomaker per il tuo prossimo evento? 

Clicca il pulsante azzurro qui sotto e scopri tanti professionisti in tutta Italia. Il preventivo è gratuito!

Sofia Poleni

Sofia Poleni

Ebook Meeting Hub

Inserisci i tuoi dati e riceverai gratuitamente via mail l'Ebook completo.

Ben fatto! A minuti riceverai via mail l'Ebook!
Oh oh! qualcosa è andato storto! Riprova più tardi!

Articoli Correlati