Quel periodo dell’anno è arrivato. La cena aziendale natalizia è alle porte. E indovina chi è il fortunato che deve organizzarla? TU!

Mi immagino la chiacchierata in ufficio, un po’ come “Camera Cafè” e tu ti sei fatto incastrare. Il Paolo Bitta di turno avrà lanciato l’idea della cena in grande, Luca Bizzarri avrà avallato la decisione e poi democraticamente, sei stato scelto tu.

Se stai pensando di aver fatto la fine del buon Silvano, ti stai sbagliando. Resteranno tutti stupiti dalla grande serata che organizzerai. Sai perchè lo so?

Perchè ti aiuta Meeting hub.

In questo articolo troverai qualche consiglio (spero utile) per organizzare una cena aziendale natalizia davvero speciale.

Dalla location agli inviti, dai segnaposti al regalo. Iniziamo, ti va?

Cena natalizia

1. Scegliere la data della cena natalizia

Dato che una cena natalizia ad ottobre non si è mai vista, la scelta della data può sembrare semplice. In realtà è un bell’enigma.

Dal giorno dell’Immacolata in avanti ogni sera ce n’è una. I cugini, gli zii, i figli del primo marito della cugina americana, la cena del liceo, quella delle elementari. Insomma, un disastro!

Ecco perchè l’unico vero trucco per uscirne è scegliere con grande anticipo la data. Nessuno può trovare scuse se a metà ottobre fissi una data.

Se però questo passaggio è stato scavalcato, ed ormai siamo a dicembre, niente paura. La strategia è scegliere giorni “strani”. Non so, hai mai visto una cena natalizia di mercoledì?

Inusuale, strano per l’appunto. Però funziona.

Per qualche dritta in più sulla scelta della data ti consiglio di leggere questo articolo, parla di meeting è vero.. ma che c’è di diverso? Bisogna trovarsi tutti nello stesso posto alla stessa ora. La teoria è la stessa e magari ti torna utile per la prossima riunione: Come si sceglie la data di un evento?

Qualunque sia il modo in cui tu decida di scegliere la data (democrazia, dittatura o patriarcato) ricordati di inviare una mail di remind qualche giorno prima.

Data cena natalizia

2. Chi invitare ad una cena aziendale di Natale

Questo tipo di cena aziendale deve per forza prendere in considerazione i rapporti personali dei dipendenti e dei colleghi.

Non è una cena qualunque, è una cena natalizia. E quando si sta in famiglia se non a Natale? Spesso si passa più tempo in ufficio che a casa, questa deve essere l’occasione per staccare dal lavoro e coinvolgere le famiglie.

Non è obbligatorio ovviamente. Però pensa che bello far conoscere i colleghi di cui parli tanto alla tua dolce metà? E viceversa?

L’occasione giusta è questa. Quando preparerai gli inviti dovrai quindi tenere conto del classico +1.

Anche in questo caso è meglio seguire qualche regola. E questo articolo ne sa di sicuro più di me: come scrivere un invito a cena?

Se dovessi scegliere così, d’istinto, io sugli inviti ci scriverei: Tizio + 1.

Così chiunque può portarsi chi gli pare. Chi porterà la moglie, chi l’amante, chi quella cugina americana.

Un po’ impersonale è vero, però nessuna gaffe. Garantito.

Se ti serve una mano, esistono molti programmi specifici per creare inviti professionali in due click.

Decori cena natalizia

3. Scegliere la location adatta ad una cena natalizia

Quello che fa del Natale “Il Natale” è l’atmosfera. Il che significa che non puoi scegliere una bettola con i tavoli che appiccicano con appesa una woo woo zela del 2010.

Servono le luci, l’albero, i segnaposti ad hoc… tutto. Vediamo come scegliere quella giusta:

  • In primis devi organizzarti come se tutti accettassero l’invito. I colleghi, le mogli, i mariti, i figli, gli amanti, le zie del Burundi e compagnia bella. Quindi cerca un locale grande abbastanza per far accomodare tutti.
  • Assicurati che la location si preoccupi di addobbi e decorazioni. Ricordi l’atmosfera di cui parlavamo?
  • Puoi anche organizzare un po’ di intrattenimento, un karaoke magari. Anche per questo devi concordare tutto con la location, ma ne parliamo dopo.

Ah, non si cena in ufficio. Non si può, è triste. E il Natale non è triste. Per una sera dovete divertirvi, e non ci riuscirà nessuno nella sala riunioni aziendale.

Mmm… Manca qualcosa vero? La faccenda “budget”. Ci arriviamo più avanti.

Intanto pensa a scegliere un luogo che possa mettere a proprio agio te e i tuoi colleghi. L’importante alla fine è quello, oltre alle decorazioni. Sono un po’ fissata lo so, ma non posso farci niente, il Grinch non mi ha ancora contagiato!

Se ti va di curiosare un po’ e trovare tante location diverse e disponibili, devi per forza fare un salto sul portale Meeting hub!

Il meglio del meglio, con tante dritte, ed il servizio è anche gratuito! Scrivi in chat e troverai sempre qualcuno con cui scambiare qualche parola e schiarirti le idee.

cena aziendale natalizia

4. I segnaposti

Hai stabilito quando, dove e con chi. Manca solo la pratica una volta arrivati alla location. Io penso che sarebbe meglio avere dei segnaposto sui tavoli.

Li trovo indispensabili per tanti motivi:

  1. sono eleganti e danno un tono alla cena. Dopo tutto è vero che deve esserci un clima disteso, ma è anche un’occasione speciale.
  2. Non ci sarà imbarazzo sul “dove sedersi”. Niente panico tra coppie perché si risulta dispari, puoi tenere a bada le antipatie e semplificare le operazioni.
  3. Sono un bel ricordo da portare a casa.

Ci sono tante idee per creare i segnaposto. Puoi acquistarli già pronti (magari la location ne ha in stock con diversi temi), oppure puoi lanciarti nel fai da te.

Le idee per segnaposto sono milioni. Ricordati che la tua è una cena aziendale natalizia.

Io ci metterei qualcosa di classico e qualcosa di elegante. Il rosso è quasi d’obbligo ma anche il bianco della neve ed il verdone dell’albero hanno il loro perchè.

Segnaposti alla cena natalizia

5. Intrattenimento alla cena natalizia

Come avevamo anticipato prima, con l’aiuto della location si possono organizzare anche delle attività di intrattenimento.

La musica è la scelta più ovvia ma anche obbligata. Rende tutto più bello.

Puoi pensare ad una serata danzante o disco dance. Magari un dopo cena. Oppure del sano karaoke con piano bar. Credo non ci sia niente di meglio per sciogliersi un po’ e divertirsi davvero.

Sarebbe bello anche stare sul classico e buttarsi in un fantastico gioco da tavolo. Questa è l’occasione giusta per ripescare Risiko, Monopoli e le carte di uno!

Non fare il guasta feste, sii clemente con i +4!

Forse ti sembrerà un po’ fuori logo giocare a queste cose in una cena elegante. Io invece penso che in una cena natalizia debbano esserci anche un po’ di tradizione e di calore.

intrattenimento cena natalizia

6. Come vestirsi

L’abbiamo definita una cena elegante, per poi dire che si può giocare alla tombola… Bene, vale anche per i vestiti. Devi essere vestito meglio che a casa ma non come se fosse il matrimonio di tuo fratello.

Spero tu scelga una location che non imponga necessariamente un dress code troppo elevato. L’importante è che vi sentiate a vostro agio.

Nel dubbio, è sempre meglio farsi dare qualche consiglio. Se vuoi portarti avanti, scegli, come dicevamo, un dress code per l’evento che ti faccia stare bene!

Se hai uno di quei maglioni rossi e bianchi fatti a mano con la renna… ti prego, mettilo!

Come vestirsi alla cena natalizia

7. Discorsi e regali

Ad un certo punto della cena, in genere prima del dolce, è bene che il capo dica due parole.

“Siamo venuti qui oggi…” bla bla. Aspettati un bilancio generale dell’azienda, due parole personali su come vi apprezza o meno come persone e poi passerà la palla a qualcuno.

Magari altri dirigenti o ospiti particolari, ma poi toccherà a te. Come organizzatore ti ringrazieranno (o almeno dovrebbero) e quindi si aspetteranno un commento: pensa a cosa dire, così non ti troverai spiazzato.

Inoltre, visto che Natale è il periodo dei regali, ti consiglio di pensare anche a questo.

Non serve che sia qualcosa di strabiliante, ma qualcosa di semplice e utile o gustoso.

Un addobbo, un panettone, una bottiglia di vino. Qualcosa da condividere!

Regali e discorsi cena natalizia

8. Budget

I soldi. Tasto dolente di qualunque evento sulla faccia della terra.

L’ho messo quasi alla fine di proposito. Perchè vorrei che non desse troppo fastidio. Ma i conti sono da fare prima o poi.

Se il capo o l’azienda intendono offrire la cena a dipendenti e famiglia, devi avere ben chiaro qual è il budget per persona, così di conseguenza puoi muoverti sia nella scelta della location che del menù.

Per togliere questo problema al capo, potresti fare un rapido conto a preventivo, così incontrandolo potrete definire direttamente il budget dell’evento.

Se la spesa verrà divisa alla romana, vaglia le proposte delle location, mantenendo un prezzo onesto. Considera che sicuramente è una spesa extra, quindi, in questo caso va inserita subito negli inviti.

Nessun imbarazzo o conto strano alla cassa, il totale deve essere stabilito in anticipo (magari con un menù fisso della location), così ogni famiglia deciderà se può o meno partecipare.

Budget cena natalizia

9. Piccola “gita” natalizia

Siamo arrivati all’ultimo punto. In realtà questo è il punto che logicamente andrebbe per primo.

Se stai organizzando una cena natalizia per la tua azienda significa che sta anche finendo un anno lavorativo. Spero sia stato intenso, nel senso più positivo del termine. In ogni caso, è bello mostrare ai tuoi colleghi e capi dove è finita tutta la passione e la fatica che mettete nel vostro ruolo.

Perchè non passare il pomeriggio insieme e fare una piccola gita a vedere i risultati?

Non so di cosa ti occupi… però, ti faccio qualche esempio per spiegarti cosa intendo.

Se siete uno studio d’ingegneria, perchè non fare un salto in un cantiere? Magari l’ufficio amministrativo non ha mai visto dal vivo quello che disegnate!

Se siete un’impresa digital, è il momento di scorrere le home dei clienti e vedere che impatto hanno i vostri video, le grafiche e le fotografie.

Magari sei dipendente di un’agenzia viaggi ed in questo caso… tutti in Islanda a vedere l’Aurora boreale.

Ok, ci sto prendendo la mano, ma so che hai capito cosa intendo. In pratica un‘attività di team building speciale!

tavola imbandita cena natalizia

A questo punto non ti resta che goderti la cena. Me la immagino in un posticino nascosto tre le vie della città, magari uno di quei posti con collezioni strane alle pareti, fotografie in bianco e nero, profumo di buon vino già all’ingresso.

Una grande tavolata, magari rotonda, così ci si guarda in faccia. E mi immagino anche lunghe chiacchierate, con il vischio qua e là.

Una serata di quelle da ricordare!

Buon Natale!